Due sono i luoghi attorno a cui ruota la vicenda del romanzo: l'Anagrafe e il Cimitero Generale di una città senza nome. Nel primo sono ospitati tutti, vivi e morti, i cui nomi sono lì raccolti assieme, rispettivamente negli schedari dei viventi e ... Continua
Ha scritto il 31/03/17
SPOILER ALERT
Il mio primo Saramago
Uno stile non sempre semplice, dove i punti fermi soccombono rispetto alle virgole. I dialoghi sono flussi di coscienza. Il piano del reale, del possibile e dell'irreale si intrecciano di continuo. La dimensione della realta' e del sogno/desiderio ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 24/03/17
http://www.datafilehost.com/d/5715f298
  • Rispondi
Ha scritto il 04/12/16
un altro grande Saramago!
  • Rispondi
Ha scritto il 16/09/16
Saramago non smentisce
Saramago non smentisce mai!Un libro, un percorso, una ricerca.Il protagonista (José), l'unico avente un nome nel libro, è un impiegato abbastanza mite. Vive solo, in una casa che confina direttamente, addirittura attraverso una porta, con ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 21/07/16
Nonostante gli indubbi meriti letterari, morali, filosofici e antropologici di questa grande e intelligente allegoria della condizione umana, non si può fare a meno di evidenziare la poca fruibilità del testo. non mi riferisco solo al grosso ..." Continua...
  • Rispondi

Ha scritto il Feb 01, 2016, 10:39
La solitudine, Signor José, dichiarò solennemente il conservatore, non è mai stata una buona compagnia, le grandi tristezze, le grandi tentazioni e i grandi errori sono quasi sempre il risultato dell'essere soli nella vita, senza un amico ... Continua...
Pag. 139
  • Rispondi
Ha scritto il Feb 01, 2016, 10:38
Bisogna camminare a lungo per raggiungere quello che sta vicino.
Pag. 69
  • Rispondi
Ha scritto il Feb 01, 2016, 10:38
La cosa più comune del matrimonio è che si veda l'uomo o la donna, ciascuno per proprio conto, che vogliono distruggere quel terzo che essi sono, quello che resiste, quello che vuole sopravvive re comunque.
Pag. 63
  • Rispondi
Ha scritto il May 01, 2013, 21:09
E' noto come i nostri pensieri, sia quelli ell'inquietudine che quelli dell'appagamento, e altri che non derivano né da questo né da quella, finiscono prima o poi per stancarsi e annoiarsi di se stessi, si tratta solo di dare tempo al tempo, di ... Continua...
Pag. 166
  • Rispondi
Ha scritto il May 01, 2013, 21:01
Amico, non aver paura, l'oscurità in cui ti ritrovi qui non è maggiore di quella che c'è dentro il tuo corpo, sono due oscurità separate da una pelle (..) mio caro, devi imparare a vivere con l'oscurità di fuori come hai imparato a vivere con ... Continua...
Pag. 157
  • 1 mi piace
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi