Tutti i racconti del mistero, dell'incubo e del terrore

Edizioni integrali

Di

Editore: Newton Compton (Grandi Tascabili Economici, 36)

4.2
(2033)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 448 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale

Isbn-10: 8854117900 | Isbn-13: 9788854117907 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Isabella Donfrancesco , Daniela Palladini ; Illustratore o Matitista: Alberto Martini ; Prefazione: Gabriele La Porta

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri , Copertina morbida e spillati , Tascabile economico , eBook , Cofanetto

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Tutti i racconti del mistero, dell'incubo e del terrore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
«Non c’è racconto degno di questo nome se dalla prima parola non suscita l’interesse del lettore che deve giungere all’ultima riga per comprendere la soluzione finale», scriveva Baudelaire. Tutte le opere di Poe presenti in questa raccolta possiedono una simile caratteristica. Sono un labirinto, una pianta carnivora che non lascia più la preda; il lettore che, anche solo per caso, si lasci attirare dalla prima parola, non può più tirarsi indietro ed è costretto a proseguire. In questo volume è raccolta la migliore produzione di Poe, da Ligeia a La mascherata della Morte Rossa, da I delitti della via Morgue a Lo scarabeo d’oro.
Nei suoi racconti l’analisi e il ragionamento si fondono con l’immaginazione visionaria, creando capolavori indimenticabili nei quali il macabro s’allea col delitto, l’incubo con la follia, l’amore con la morte.
Ordina per
  • 4

    Ciò che è nascosto

    Edgar Allan Poe credo sia uno degli autori che riesce maggiormente a tenere incollato il lettore ai propri racconti. In ognuno di essi si presentano due temi ricorrenti: la morte e la paura.
    Non si pa ...continua

    Edgar Allan Poe credo sia uno degli autori che riesce maggiormente a tenere incollato il lettore ai propri racconti. In ognuno di essi si presentano due temi ricorrenti: la morte e la paura.
    Non si parla della paura che viene mostrata oggi dai vari film horror, ma di una paura spirituale e mentale che viene procurata da quelle atmosfere angoscianti e da quei pensieri così strani che viaggiano nelle teste dei protagonisti. Domande, enigmi, morti, uomini solitari che vagano nella folla e strane case silenziose. La morte è l'argomento che mi ha colpito di più, Poe, oltre alle morti fisiche, racconta delle morti spirituali e delle fasi pre-morte, o solo il fatto del credersi morto che catturano gli occhi del lettore facendo sprofondare anch'esso in una dimensione ultraterrena ma che è reale. La coscienza, che riesce a divorare sempre l'omicidia, e per non parlare dei nascondigli dei corpi, chi murato e chi sotto un pavimento.
    I racconti di Edgard Allan Poe parlano di un terrore pure e reale, che si cela nelle menti di ognuno di noi.

    ha scritto il 

  • 5

    Bolaño, da qualche parte:

    Punto 9: "La verità è che con Edgard Allan Poe, avremmo materiale più che sufficientemente buono da leggere";

    Punto 10: "Volgi il pensiero al punto 9. Pensa e riflettici su. ...continua

    Bolaño, da qualche parte:

    Punto 9: "La verità è che con Edgard Allan Poe, avremmo materiale più che sufficientemente buono da leggere";

    Punto 10: "Volgi il pensiero al punto 9. Pensa e riflettici su. Hai ancora tempo. Pensa al numero 9 più a lungo possibile e fallo in ginocchio".

    ha scritto il 

  • 4

    VENDETTA E ASSASSINIO
    - Il gatto nero ★★★½
    - Il barile di Amontillado ★★★
    - Il genio della perversione ★★
    - Hop-Frog ★★★½
    - Sei tu il colpevole ★★

    IMMAGINARIO
    - La sfinge ★★★½
    - Il ritratto ovale ★★★½ ...continua

    VENDETTA E ASSASSINIO
    - Il gatto nero ★★★½
    - Il barile di Amontillado ★★★
    - Il genio della perversione ★★
    - Hop-Frog ★★★½
    - Sei tu il colpevole ★★

    IMMAGINARIO
    - La sfinge ★★★½
    - Il ritratto ovale ★★★½
    - William Wilson ★★★★★
    - Rivelazione mesmerica ★½
    - La mascherata della Morte Rossa ★★★★
    - L'isola della fata ★★★½
    - Un racconto delle Ragged Mountains ★★
    - Metzengerstein ★
    - L'uomo della folla ★★½
    - Il silenzio. Una favola ★½
    - L'ombra. Una parabola ★★
    - La cassa oblunga ★★★
    - Re Peste. Un racconto contenente un'allegoria ★★
    - Perdita di fiato ★★

    LA MORTE
    - Berenice ★★★
    - Eleonora ★★★½
    - Ligeia ★★★★
    - Morella ★★
    - La caduta della Casa Usher ★★★
    - L'appuntamento ★★
    - La verità sulla vicenda del signor Valdemar ★★★★½
    - Il colloquio di Monos e Una ★★½
    - Conversazione tra Eiros e Charmion ★★
    - La sepoltura prematura ★★★★★

    MISTERO
    - I delitti della Rue Morgue ★★★★
    - Lo scarabeo d'oro ★★★★★
    - Il cuore rivelatore ★★★
    - Il mistero di Marie Rogêt ★★
    - La lettera rubata ★★★★

    TERRORE
    - Una discesa nel Maelström ★★★★★
    - Il manoscritto trovato in una bottiglia ★★★★
    - Il pozzo e il pendolo ★★★★★

    ha scritto il 

  • 2

    La follia e il macabro in edizione integrale

    Raccolta di trentasette racconti brevi del celebre scrittore americano della follia e del macabro, alcuni molto noti, come “Il gatto nero”, “La mascherata della morte rossa”, “Il pozzo e il pendolo”, ...continua

    Raccolta di trentasette racconti brevi del celebre scrittore americano della follia e del macabro, alcuni molto noti, come “Il gatto nero”, “La mascherata della morte rossa”, “Il pozzo e il pendolo”, “Una discesa nel Maelstrom”, altri meno noti e meno riusciti. Ho trovato illeggibili x noia un paio di racconti filosofici, x pedanteria due polizieschi. A mio avviso, è preferibile la selezione antologica “Racconti del terrore”, piuttosto che questa ponderosa edizione integrale rilegata e illustrata. Avendola avuta in omaggio, però, non posso certo lamentarmi. C’è sempre qualcosa d’intrigante e inquietante nei racconti di Poe, anche se appaiono puro delirio senza alcuna possibile attinenza con la realtà, qualcosa che mette a disagio. E’ per quella vena di follia e di attrazione per il male, il delitto, la morte, che sta sepolta nell’animo di ciascuno di noi, in quella parte oscura che coscienza e ragione non possono penetrare.

    ha scritto il 

  • 5

    Il gatto nero *****
    Il barile di Ammontillado ***
    La mascherata della Morte Rossa *****
    La caduta della Casa Usher *****
    La verità sulla vicenda del signor Valdemar ****
    ...continua

    Il gatto nero *****
    Il barile di Ammontillado ***
    La mascherata della Morte Rossa *****
    La caduta della Casa Usher *****
    La verità sulla vicenda del signor Valdemar ****

    ha scritto il 

  • 3

    Un Poe che non mi aspettavo

    Alcuni dei racconti sono fantastici, in grado di colmare ogni senso! Ti catturano e ti lasciano con il fiato sospeso fino alla fine (anche se questa non sempre è presente). Tre stelle e non cinque per ...continua

    Alcuni dei racconti sono fantastici, in grado di colmare ogni senso! Ti catturano e ti lasciano con il fiato sospeso fino alla fine (anche se questa non sempre è presente). Tre stelle e non cinque però, perchè altri racconti sono lenti, prolissi e pieni di paroloni (spesso nemmeno tradotti) che ostacolano la lettura e la rendono noiosa.
    Certo è che sebbene le mie aspettative siano rimaste in parte deluse ho potuto scovare dei racconti meravigliosi di cui ignoravo persino l'esistenza!!!

    ha scritto il 

  • 4

    Sui racconti di Edgar Allan Poe non ho nulla da dire, è il maestro dell'occulto. Egli ci porta a conoscere le innumerevoli sfaccettature dell’angoscia, i modi per calarsi in quell’ignoto, ancestrale p ...continua

    Sui racconti di Edgar Allan Poe non ho nulla da dire, è il maestro dell'occulto. Egli ci porta a conoscere le innumerevoli sfaccettature dell’angoscia, i modi per calarsi in quell’ignoto, ancestrale pozzo, che è la paura. Di questa edizione una cosa che ho adorato è la copertina che ho scoperto essere un'opera dell'artista Luis Royo.

    ha scritto il 

  • 5

    La fama di Edgar Allan Poe è legata soprattutto ai suoi racconti, che cominciarono a farsi conoscere in Europa grazie ad un’appassionata traduzione baudelairiana dal titolo "Racconti straordinari".
    L’ ...continua

    La fama di Edgar Allan Poe è legata soprattutto ai suoi racconti, che cominciarono a farsi conoscere in Europa grazie ad un’appassionata traduzione baudelairiana dal titolo "Racconti straordinari".
    L’angoscia, l’orrido, il brivido sono gli elementi dominanti. Tutto ciò che è proprio dell’umana tragedia, il terrore, il dolore, la morte, il mistero, è racchiuso in questi racconti.
    Si tratta di un viaggio oltre la soglia della ragione, negli abissi della follia, in un territorio popolato da oscure presenze, da uomini spietati e donne dalla gotica bellezza vampirizzata, in un mondo sconvolto da inquietanti rivelazioni, apparizioni improvvise e situazioni surreali. Si tratta del vortice inarrestabile di una fantasia narrativa in continuo movimento, nel quale Poe probabilmente diede libero sfogo a quelle ossessioni scaturite dalle proprie drammatiche esperienze di vita.

    Tra i racconti che ho più apprezzato: Il gatto nero, Il ritratto ovale, La maschera della Morte Rossa, Il crollo della casa degli Usher, La sepoltura prematura, Il pozzo e il pendolo.

    ha scritto il 

  • 4

    Nonostante il passare del tempo sia stato poco clemente con gli scritti di Poe, la sua lezione è imprescindibile per chiunque voglia scrivere dell'orrore. Poe ci prende alla testa, tentandoci con le s ...continua

    Nonostante il passare del tempo sia stato poco clemente con gli scritti di Poe, la sua lezione è imprescindibile per chiunque voglia scrivere dell'orrore. Poe ci prende alla testa, tentandoci con le sue domande subdole e con le sue atmosfere angoscianti; forse però punta troppo alla testa, dimenticandosi che l'orrore è fatto anche di immagini forti e di sgomenti improvvisi.

    ha scritto il 

Ordina per