Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Tutti i romanzi fantastici vol. 1

Il mondo perduto: la valle dei dinosauri - La fine del mondo - La macchina disintegratrice

By Arthur Conan Doyle

(181)

| Paperback | 9788879834575

Like Tutti i romanzi fantastici vol. 1 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

2 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Romanzo per romanzo:

    Il Mondo Perduto
    Voto: ****

    Ringraziare l'alfabetizzazione di massa per questo gustoso romanzo è il minimo che si possa fare. Ottimamente scritto, ironico, sempre piacevole, è una sorta di viaggio al museo paleont ...(continue)

    Romanzo per romanzo:

    Il Mondo Perduto
    Voto: ****

    Ringraziare l'alfabetizzazione di massa per questo gustoso romanzo è il minimo che si possa fare. Ottimamente scritto, ironico, sempre piacevole, è una sorta di viaggio al museo paleontologico tenuti per mano da Doyle. La vicenda è molto semplice: in Sudamerica per un inspiegabile motivo è sopravvissuto fino ai giorni nostri un habitat preistorico con tanto di dinosauri, insetti, vegetazione e uomini scimmia, un gruppo di gentiluomini inglesi per dirimere la controversia scientifica sorta dalla presentazione di tale scoperta va ad indagare. E' uscito nel 1912, ma a cent'anni di distanza è ancora fresco, ti fa tornare bambino.
    Difetti: peccato che l'impianto scientifico non regga, nei milioni di anni di esistenza dell'habitat, animali e piante si sarebbero evoluti e quindi sarebbero stati totalmente diversi, su tale considerazione l'immaginazione del narratore avrebbe potuto creare un mondo alternativo davvero intrigante. Purtroppo l'autore ha preferito presentare una sorta di "bignami" di paleontologia (dell'epoca) e non impelagarsi in una disputa con i detrattori delle teorie evoluzioniste (in quegli anni le idee di Darwin stavano piano piano facendo breccia nella società, con enormi resistenze). Va da sé che se effettivamente fossero entrati degli uomini in un habitat incontaminato, ci sarebbe stata una reciproca contaminazione batterica con una possibile distruzione di entrambi (vedi i conquistadores spagnoli che decimarono con febbre e malattie varie le popolazioni sudamericane).

    La fine del mondo
    Voto: -
    Non sono riuscito a leggerlo, ogni volta che iniziavo venivo respinto da qualcosa.

    La macchina disintegratrice
    Voto: **

    Un racconto breve interrotto troppo bruscamente (e furbescamente) dal colpo di scena.

    Una scoperta meravigliosa
    Voto: ***
    Raffles Haw, una sorta di Re Mida, scopre che la ricchezza logora chi non ce l'ha. Moraleggiante.

    Giudizio complessivo:
    Come ogni raccolta è altalenante. Purtroppo è infarcito di idee vecchie e spesso semplicistiche, vedi l'ideale lombrosiano con cui vengono descritte le persone o una ipocrita enfasi moraleggiante. C'è tanta fiducia nella scienza e poca fiducia nell'uomo, descritto tagliandolo con il coltello, una canaglia è una canaglia, un santo un santo, le vie di mezzo non esistono. Ogni racconto cerca di sollecitare il senso del magnifico, spesso anche forzosamente, all'epoca della loro pubblicazione immagino le varie bocche aperte e i sogni che avrebbe saputo ispirare, ma per un lettore adulto contemporaneo ci vuole ben altro.

    Is this helpful?

    ziabice said on Feb 7, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Vi sono contenuti dei romanzi che hanno influenzato l'industria di fantascienza del secolo scorso. Il mio preferito è "Quando la terra urlò" ma sono tutti molto scorrevoli ed appassionanti

    Is this helpful?

    Bafs said on Nov 2, 2007 | 1 feedback

Book Details

  • Rating:
    (181)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 376 Pages
  • ISBN-10: 8879834576
  • ISBN-13: 9788879834575
  • Publisher: Newton & Compton (Grandi Tascabili Economici, 272)
  • Publish date: 1994-01-01
Improve_data of this book