Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Tutto è fatidico

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.7
(1880)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 534 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi semplificata , Spagnolo , Portoghese , Catalano , Tedesco , Francese , Olandese , Greco , Russo , Ceco , Polacco , Chi tradizionale

Isbn-10: 8820034190 | Isbn-13: 9788820034191 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Stefano Bortolussi , Tullio Dobner , Silvia Fornasiero , Giusi Barbiani , Anna Fanfani , Francesco Di Foggia

Disponibile anche come: Paperback , eBook , Tascabile economico

Genere: Fiction & Literature , Horror , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Tutto è fatidico?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Chi fa l'autostop di notte e sale sulla macchina sbagliata; chi, al ristorante, trova che il piatto del giorno sia un po' troppo al sangue... Stephen King ci propone un giro nell'ignoto in quattordici tappe dove paura e angoscia, macabro sarcasmo e assorta melanconia pervadono le vicende di questi racconti. Non regalate animali, non comprate nulla alle svendite da cortile, non inimicatevi l'adolescente ombroso della casa accanto e, soprattutto, sappiate che tutto è fatidico.
Ordina per
  • 4

    Niente male nell'insieme, anche se non tutti i racconti sono da quattro stelline. The sisters of Eluria per esempio mi ha detto poco, ma Riding the bullet per esempio invece mi ha veramente dato i brividi, come anche Autopsy room 4, e più di tutte 1408.

    ha scritto il 

  • 3

    il giorno sbagliato

    è esattamente il giorno più sbagliato per scrivere la recensione di questo libro...


    Perchè stò pensando ad altro...Un qualcosa che in questi ultimi giorni mi stà divorando l'anima...


    Ma siccome parliamo di King,ci stà.


    Non ho mai amato le raccolte di racconti...
    Penso sempre ...continua

    è esattamente il giorno più sbagliato per scrivere la recensione di questo libro...

    Perchè stò pensando ad altro...Un qualcosa che in questi ultimi giorni mi stà divorando l'anima...

    Ma siccome parliamo di King,ci stà.

    Non ho mai amato le raccolte di racconti... Penso sempre "dai che figata" ...invece mi ritrovo ad odiare,cose scritte brevemente,chiuse un po a cazzo di cane tanto per... (oggi sono abbastanza un lord)

    Ma invece,questo libro si salva... Alcune storie non son nulla di che... Ma altre fanno centro.

    Quindi ve lo consiglio. Non è che vi stò dicendo "compratelo assolutamente" Stò dicendo "se vi capita,leggetelo pure"

    ok...oggi son breve.

    Torno a macinarmi l'anima... Ah le donne...

    ha scritto il 

  • 3

    Dubbiosa

    Questo è il primo libro di racconti di King che leggo, e sinceramente me l'aspettavo diverso.
    Credevo fosse geniale, come alcuni suoi libri ("It" in primis), invece ho trovato storie molto differenti da quelle che è solito narrare il maestro dell'orrore.
    Non male, ma neanche niente di eccezional ...continua

    Questo è il primo libro di racconti di King che leggo, e sinceramente me l'aspettavo diverso. Credevo fosse geniale, come alcuni suoi libri ("It" in primis), invece ho trovato storie molto differenti da quelle che è solito narrare il maestro dell'orrore. Non male, ma neanche niente di eccezionale.

    3.5 stelline

    ha scritto il 

  • 4

    Una buona raccolta...

    Questa collezione di 'racconti-storie brevi' di King è veramente una buona raccolta con diversi racconti geniali ma, bisogna ammetterlo, anche con alcune short-stories che sembrano messe quasi come riempitivo...<br />Sia chiaro... una lettura la merita sicuramente, in quanto su 14 racconti ...continua

    Questa collezione di 'racconti-storie brevi' di King è veramente una buona raccolta con diversi racconti geniali ma, bisogna ammetterlo, anche con alcune short-stories che sembrano messe quasi come riempitivo...<br />Sia chiaro... una lettura la merita sicuramente, in quanto su 14 racconti almeno 10-11 non sono affatto male [in particolare Autopsia 4 (fantastico), 1408 (carino anche il film) e Tutto è fatidico]... inoltre, se si considera anche la presenza del mini spin-off della saga 'La Torre Nera' intitolato Le piccole sorelle di Eluria, questa raccolta diventa tappa obbligatoria per ogni fan di King...<br />Personalmente preferisco collezioni di short-stories precedenti ('A volte ritornano' e 'Incubi e Deliri' su tutte), ma il buon Stefano non sbaglia mai una raccolta... :)

    ha scritto il 

  • 3

    Alcuni racconti sono interessanti ("Le piccole sorelle di Eluria" su tutte, che era il racconto che mi ha fatto avvicinare a questa raccolta). Altri sono poco interessanti e purtroppo come livello mi hanno ricordato le storie di "Piccoli brividi"... Più sotto un giudizio su tutti.


    - Autops ...continua

    Alcuni racconti sono interessanti ("Le piccole sorelle di Eluria" su tutte, che era il racconto che mi ha fatto avvicinare a questa raccolta). Altri sono poco interessanti e purtroppo come livello mi hanno ricordato le storie di "Piccoli brividi"... Più sotto un giudizio su tutti.

    - Autopsia 4: bello e abbastanza inquietante.

    - L'uomo vestito di nero: livello "Piccoli brividi".

    - Tutto ciò che ami ti sarà portato via: descrive bene la vita di un venditore "porta a porta", ma tutto qui.

    - La morte di Jack Hamilton: non mi è piaciuto molto. Non è il genre di racconto che mi aspettavo di trovare in questa raccolta.

    - La camera della morte: senza infamia nè lode.

    - Le piccole sorelle di Eluria: bello, il migliore della raccolta.

    - Tutto è fatidico: carino. Guadagna qualche punto in più perchè è collegato a "La torre nera".

    - La teoria degli animali di L.T.: incomprensibile, butta lì due note finali su degli omicidi. Perchè?

    - Il Virus della Strada va a nord: quasi livello "Piccoli brividi".

    - Pranzo al "Gotham Cafe": carino.

    - Quella sensazione che puoi dire soltanto in francese: carino.

    - 1408: inquietante ma forse troppo corto.

    - Riding the Bullet - Passaggio per il nulla: bello.

    - La moneta portafortuna: scarso...

    ha scritto il 

  • 4

    Questa è la raccolta di racconti di King che mi è piaciuta meno. Alcuni racconti erano un po' sottotono ma il voto si è alzato ovviamente per merito di "Le Piccole Sorelle di Eluria" che, come avevo previsto, mi ha fatto tornare una voglia spropositata di rileggere la saga della Torre Nera. Avevo ...continua

    Questa è la raccolta di racconti di King che mi è piaciuta meno. Alcuni racconti erano un po' sottotono ma il voto si è alzato ovviamente per merito di "Le Piccole Sorelle di Eluria" che, come avevo previsto, mi ha fatto tornare una voglia spropositata di rileggere la saga della Torre Nera. Avevo già considerato l'idea di rileggerla quest'anno ma ora non posso, con tutti quei libri che da anni aspettano il proprio turno sugli scaffali... Mi è piaciuto anche il racconto che dà il titolo alla raccolta, "Riding the bullet" e "La morte di Jack Hamilton".

    ha scritto il 

  • 3

    Tra le raccolte di racconti di Stephen King che ho letto fino ad ora questa è forse la più scadente. I primi 5 racconti sono assolutamente dimenticabili (è soltanto interessante il ritratto che Stephen King fa del diavolo in "L'uomo vestito di nero"). "Le piccole sorelle di Eluria" e "Tutto è fat ...continua

    Tra le raccolte di racconti di Stephen King che ho letto fino ad ora questa è forse la più scadente. I primi 5 racconti sono assolutamente dimenticabili (è soltanto interessante il ritratto che Stephen King fa del diavolo in "L'uomo vestito di nero"). "Le piccole sorelle di Eluria" e "Tutto è fatidico" sono apprezzabili (soprattutto il secondo che va a toccare temi cospirazionistici interessanti). Tra i rimanenti, gli unici racconti che veramente valgono sono "1408", "Il virus della strada va a nord" ed un poco anche "Riding the bullet": il primo lo avevo già letto nella raccolta "Stephen King goes to the movies" e mantiene il suo potere evocativo ad ogni rilettura; il secondo mi ha inquietato non poco e "Riding the bullet" è interessante nella prima parte ma va a perdere totalmente di pathos nella seconda. Insomma, qualcosa di interessante c'è, ma non riesco a dare più 3 stelle. Se volete leggere qualche racconto di Stephen King comprate "Scheletri" che si trova ad un livello nettamente superiore.

    ha scritto il 

  • 4

    14 storie nere

    "Autopsia 4" molto divertente (voto 9)
    "L'uomo vestito di nero" molto suggestivo (voto 9)
    "Tutto ciò che ami ti sarà portato via" insensato (voto 2)
    "La morte di Jack Hamilton" molto interessante (voto 9)
    "La camera della morte" é un giallo (voto 8 e mezzo)
    "Le Piccole Sorelle di Eluria" molto mi ...continua

    "Autopsia 4" molto divertente (voto 9) "L'uomo vestito di nero" molto suggestivo (voto 9) "Tutto ciò che ami ti sarà portato via" insensato (voto 2) "La morte di Jack Hamilton" molto interessante (voto 9) "La camera della morte" é un giallo (voto 8 e mezzo) "Le Piccole Sorelle di Eluria" molto misterioso(voto 9 e mezzo) "Tutto é Fatidico" interessante (voto 7 e mezzo) "La teoria degli animali di L.T." divertente e finale misterioso (voto 8 e mezzo) "Il virus della strada va a nord" molto misterioso(voto 9 e mezzo) "Pranzo al <<Gotham Café>>" un pò splatter (voto 7 e mezzo) "Quella Sensazione che puoi dire soltanto in francese" molto intrigante (voto 9 e mezzo) "1408" non mi é piaciuto quanto il film, mi ha molto deluso il racconto, il film é più ricco di suspance. (voto 7) "Riding the Bullet passaggio per il nulla" molto interessante, ti fa rimanere nel dubbio fino alla fine.. (voto 9 e mezzo) "La moneta portafortuna" molto divertente "fortunata me" (voto 9)

    ha scritto il 

Ordina per