Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Tutto bene, dottor Fell

I Classici del Giallo n. 1242

Di

Editore: A. Mondadori

3.0
(15)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 203 | Formato: Tascabile economico

Data di pubblicazione: 

Traduttore: Mirella Corvaja

Genere: Mystery & Thrillers

Ti piace Tutto bene, dottor Fell?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
James Island, Carolina del Sud. Sull’antica dimora dei Maynard pesa una macabra leggenda. Dopo due morti misteriose nel passato della famiglia, un fantasma sembra addirittura plausibile. Certo non per il dottor Gideon Fell, asso dell’investigazione. Eppure a Maynard Hall, su invito del padrone di casa Henry Maynard, l’esimio dottore viene coinvolto in un’indagine su eventi a dir poco inquietanti: oggetti che svaniscono nel nulla, avvistamenti misteriosi, un delitto che sembra farsi beffe di ogni logica. Solo che nulla è in grado di battere la logica del dottor Fell.
Ordina per
  • 3

    Forse si meriterebbe un po' di più...

    Non ho letto molti gialli ma questo non è comunque tra i migliori...scritto bene, si trovano anche delle brevi immagini poetiche ma ritengo che le informazioni date al lettore non siano sufficienti... Carino comunque
    Ho letto che i libri di Carr scritti dopo gli anni '60 sono stati ridotti del 15 ...continua

    Non ho letto molti gialli ma questo non è comunque tra i migliori...scritto bene, si trovano anche delle brevi immagini poetiche ma ritengo che le informazioni date al lettore non siano sufficienti... Carino comunque Ho letto che i libri di Carr scritti dopo gli anni '60 sono stati ridotti del 15%, sarei curioso di leggerne questa parte, anche se sicuramente non influenzerà lo svolgimento dell'indagine.

    ha scritto il 

  • 3

    3 stelle e mezzo Non so, ma alla fine mi sembra sempre che manchi qualcosa, negli ultimi Carr letti, anche se l'atmosfera creata era buona, il mistero pure, ma la spiegazione... non so!

    ha scritto il 

  • 0

    confuso e lacunoso

    irritante il fatto che gli investigatori tengano palesemente per sé alcuni elementi nei capitoli finali e, quando vengono alfine spiattellati nella soluzione finale ciò non avviene con l'eleganza che avrebbe il Poirot della Christie ma in maniera abborracciata e frettolosa.
    chi legge gialli da pi ...continua

    irritante il fatto che gli investigatori tengano palesemente per sé alcuni elementi nei capitoli finali e, quando vengono alfine spiattellati nella soluzione finale ciò non avviene con l'eleganza che avrebbe il Poirot della Christie ma in maniera abborracciata e frettolosa. chi legge gialli da più di 30 anni e si è formato sui grandi classici è allenato a tenere a mente ogni singola informazione che sembra buttata là casualmente nel testo, ma questo sforzo alla fine va a discapito dello scioglimento finale che risulta estraneo e quasi incomprensibile. in questo romanzo, come già in altri, Carr si cimenta in una sorta di "camera chiusa all'aperto" ossia con un corpo in una landa desolata senza impronte o tracce attorno e la costruzione risulta abbastanza interessante.

    ha scritto il