Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Tutto sotto il cielo

Di

Editore: Superpocket R.L. Libri

3.8
(438)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 470 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8846211367 | Isbn-13: 9788846211361 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Ti piace Tutto sotto il cielo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
1923. Elvira, una pittrice spagnola residente a Parigi, riceve la notizia che suo marito Rémy è morto in circostanze oscure a Shanghai. Quando giunge in Cina, accompagnata dalla nipote Fernanda, scopre che Rémy non le ha lasciato altro che debiti. Unica cosa di valore: uno scrigno antico che contiene una strana mappa. Elvira apprende anche che il marito è stato assassinato dai sicari della mafia di Shanghai, la Banda Verde, proprio per quello scrigno che a quanto pare fa gola anche agli eunuchi imperiali e ai seguaci del movimento nazionalista. Intuendo lo straordinario messaggio serbato nel cofanetto, Elvira e Fernanda si lanciano sulla pista del leggendario mausoleo di Qin Shi Huangdi, il Primo Imperatore, dove si favoleggia siano conservati tesori inestimabili. All'avventurosa spedizione si uniscono un antiquario cinese, un giornalista irlandese, amici di Rémy, il suo giovane servo Biao - che rivela sorprendenti doti di deduzione matematica - e il monaco Jade Rojo, maestro di filosofia taoista e arti marziali. Solo con il loro aiuto le due donne potranno sciogliere gli enigmi e superare le prove micidiali che proteggono il luogo di sepoltura del Primo Imperatore del Celeste Impero.
Ordina per
  • 3

    Verboso

    Un inizio dei peggiori: periodi lunghissimi, personaggi insopportabili, tanto sapere buttato lì per caso senza inserirlo in maniera compiuta nell'intreccio della storia. Ho pensato: orrido! Poi ad un ...continua

    Un inizio dei peggiori: periodi lunghissimi, personaggi insopportabili, tanto sapere buttato lì per caso senza inserirlo in maniera compiuta nell'intreccio della storia. Ho pensato: orrido! Poi ad un certo punto decolla. Intendiamoci, come libro è ben poca cosa (non sono esperta di libri d'avventura, quindi non so dire se sia un buon libro di avventura o meno, ma come lettura in sè continua ad essere una serie di nozioni a casaccio in bocca a personaggi in continua evoluzione senza un reale perché) però diventa la copia sputata di un film di Indiana Jones, perciò scorrevole e perfetto per l'afa di questi giorni.

    ha scritto il 

  • 4

    Cultura cinese

    Un libro che sa di deja-vu per quanti ne ho ormai letti molto simili: due stelle; la terza stella la merita perchè è, comunque, scritto molto bene, rendendo intrigante la narrazione e aumentando la vo ...continua

    Un libro che sa di deja-vu per quanti ne ho ormai letti molto simili: due stelle; la terza stella la merita perchè è, comunque, scritto molto bene, rendendo intrigante la narrazione e aumentando la voglia di proseguire; la quarta stella solamente per i continui riferimenti, e relative spiegazioni, alla cultura cinese che lo rendonno un po' più interessante.

    ha scritto il 

  • 4

    Il voto preciso sarebbe tre e mezzo: a tratti è un po' una storia alla "Indiana Jones e il tempio maledetto", ma, o forse anche per questo, mi ha tenuto incatenata alla lettura, quindi ho voluto premi ...continua

    Il voto preciso sarebbe tre e mezzo: a tratti è un po' una storia alla "Indiana Jones e il tempio maledetto", ma, o forse anche per questo, mi ha tenuto incatenata alla lettura, quindi ho voluto premiarlo. E' il mio primo libro della Asensi e di certo l'impressione è positiva. L'unica pecca, almeno per me, è che non c'è una suddivisione in capitoli, ma solo in 5 macrosezioni, e io detesto fermarmi in un punto indeterminato della pagina!

    ha scritto il 

  • 4

    Molto gradevole questa incursione della Asensi nella Cina della prima metà del 1900. Elvira è una quarantenne spagnola che vive in Francia, sposata con Remì, responsabile della ditta di famiglia che c ...continua

    Molto gradevole questa incursione della Asensi nella Cina della prima metà del 1900. Elvira è una quarantenne spagnola che vive in Francia, sposata con Remì, responsabile della ditta di famiglia che commercia in tessuti pregiati. Remì è dedito a tutti i vizi e i piaceri della vita e da più di 10 anni si è trasferito in Cina per gestire gli affari. Elvira è una pittrice dilettante, ama la vita parigina e quando riceve la notizia che il marito è morto e lei deve recarsi in Cina per assolvere tutte le incombenze del caso, non immagina che si ritroverà oltre che vedova, indebitata e minacciata da pericolosi personaggi che la seguiranno ovunque per recuperare ciò che il marito ha tenuto nascosto e per il quale è morto... Comincia così per la donna una lunga peregrinazione nei territori più impervi dell'impero cinese, alla ricerca dell'antico mausoleo del primo imperatore della Cina dell'alto Medioevo, luogo che potrebbe contenere la soluzione a tutti i suoi problemi.
    La lettura è coinvolgente e, nonostante le lunghe spiegazioni storico-filosofiche, invero estremamente accurate, è anche scorrevole. Consigliato agli amanti del romanzo storico per le numerose citazioni.

    ha scritto il 

  • 4

    Alla prima lettura ho saltato parecchia teoria e anche diverse descrizioni per vedere come andava a finire, poi ho cominciato a rileggerlo, io ho sempre diversi libri in lettura, con più calma e qua ...continua

    Alla prima lettura ho saltato parecchia teoria e anche diverse descrizioni per vedere come andava a finire, poi ho cominciato a rileggerlo, io ho sempre diversi libri in lettura, con più calma e quando ho visto alla TV un documentario su WUDAN ho pensato che aveva colto l'atmosfera. Mi è venuta voglia di imparare il tai chi, ma non è così facile.

    ha scritto il 

  • 3

    Proverbio cinese: Perseverare nella lettura porta a risultati sorprendenti.

    Pagine 1-247 Tempo di lettura: 4 mesi (a fasi alterne)
    Pagine 247-465 tempo di lettura: 4 giorni (di seguito)

    Questo la dice lunga sul libro: la prima parte, per quanto interessante e piena di riferim ...continua

    Pagine 1-247 Tempo di lettura: 4 mesi (a fasi alterne)
    Pagine 247-465 tempo di lettura: 4 giorni (di seguito)

    Questo la dice lunga sul libro: la prima parte, per quanto interessante e piena di riferimenti alla cultura cinese, è molto lenta, fatica a coinvolgere il lettore, fa venire voglia di abbandonare la lettura. La seconda, invece, è emozionante e avvincente come solo un libro della Asensi può essere, anche se lontano da "L'ultimo Catone".
    Tre stelline sono frutto di un compromesso tra il voto della prima e della seconda parte.

    ha scritto il 

  • 2

    Quanta conoscenza sprecata!

    Basterebbero tre elementi di questo libro a decretarne il successo: la storia cinese sino ai primi del secolo scorso, il contesto culturale europeo dei primi del novecento, l'intrigante e corposo rife ...continua

    Basterebbero tre elementi di questo libro a decretarne il successo: la storia cinese sino ai primi del secolo scorso, il contesto culturale europeo dei primi del novecento, l'intrigante e corposo riferimento alla filosofia taoista. Basterebbero anche perché la sensazione è che l'autrice non si limiti a conoscenze di facciata.
    Purtroppo basterebbero se ci fosse una capacità narrativa anche solo lontanamente all'altezza. In realtà ci si trascina per qualche centinaio di pagine in un mega videogioco inutile e anche noioso che nemmeno la spiaggia riesce a mitigare. Due stelle per l'approfondimento ma una di godibilità. Mannaggia a me che ne avevo già letto un altro ma mi sono fatto fregare lo stesso.

    ha scritto il 

  • 2

    Un Indiana Jones con personaggi meno simpatici, le donne in particolare. Interessanti le note sulla cultura cinese, che ti vien voglia di approfondire. E anche su quella europea degli anni 20.
    La lett ...continua

    Un Indiana Jones con personaggi meno simpatici, le donne in particolare. Interessanti le note sulla cultura cinese, che ti vien voglia di approfondire. E anche su quella europea degli anni 20.
    La lettura scorre veloce, si miscelano avventura e notizie storiche eppure...
    Elvira De Poulaine, Lao Jiang, la nipote Fernanda, l'orfano geniale, l'ubriacone irlandese,... non ce n'era uno che mi convincesse come persona umana. E tanti espedienti per inserire le informazioni culturali, che rivelavano immediatamente la loro natura.
    Lettura carina ma che non mi sono sentita di raccomandare.

    ha scritto il