Come fa Glen Runciter, titolare di un'agenzia di anti-telepatia, a comunicare con sua moglie Ella per avere consigli dall'aldilà? E perchè mai dopo ogni collegamento con Runciter la semi-vita di Ella si va affievolendo sempre più? Che cosa afferra Jo ...Continua
CriSting
Ha scritto il 10/01/18
Premetto che non è il mio genere ma l'ho letto per una sfida. Detto questo forse sarà più chiaro quello che sto per scrivere e cioè che a tratti mi ha coinvolta ma a tratti mi sono persa e il finale temo di non averlo capito tanto. Joe Chip è un anti...Continua
Les75
Ha scritto il 09/01/18

Ottimo romanzo dell'ottimo Dick, qui in forma smagliante. Per chi conosce già la letteratura di Dick, sarà un vero spasso; chi invece è alla prima esperienza dovrà abituarsi ai percorsi neurali dell'autore.

  • 1 mi piace
  • 1 commento
Italosvevo
Ha scritto il 26/11/17
Ubik, un libro da leggere per viaggiare con l'immaginazione, non da assuefazione e non ha effetti collaterali!

non sono un appassionato del genere, pur essendo rimasto fulminato da blade runner, grazie a questo nutro grande stima per P.K Dick.
da profano credo ci siano delle trovate geniali, poi riprese e sviluppate in film famosi.

  • 1 mi piace
  • 2 commenti
Seashanty
Ha scritto il 14/11/17
Dieci piccoli in...erziali
Siamo a New York, Confederazione Nordamericana, in un 1992 immaginato sotto amfetamine quasi trenta anni prima dal genio visionario di Philip K. Dick. Le società di spionaggio commerciale – in testa quella guidata dal misterioso Ray Hollis – hanno af...Continua
paolina62
Ha scritto il 20/10/17
mmahhhhh
niente... non mi è piaciuto proprio... mi sono incaponita a finirlo ma ci ho messo un mese... solo perchè mi era stato consigliato da persona affidabile..... macchè.... non ho colto metafore ma solo fastidio nel dovermi chiedere cosa fossero precog,...Continua

L
Ha scritto il Jun 07, 2013, 07:44
Si sentì a un tratto come una falena impotente, che svolazza sui vetri della finestra della realtà, osservando dall'esterno un mondo sfocato.
Pag. 144
Alberto
Ha scritto il Feb 16, 2013, 18:40
Mi preoccupa sapere che la gente mi sarà ostile. Ma penso che non si possa vivere a lungo senza suscitare ostilità. Non si può piacere a tutti, perché tutti vogliono cose diverse. Piacere a qualcuno significa dispiacere a un altro.
Pag. 274
Valeria
Ha scritto il Jan 02, 2012, 22:08
“La porta rifiutò di aprirsi. Disse invece: “Cinque centesimi, prego”. Cercò nelle tasche. Niente più monetine, niente. “Ti pagherò domani”disse alla porta. Provò di nuovo la maniglia, e di nuovo la porta rimase chiusa, sprangata. “Quello che ti do”...Continua
Pag. 40
VAle (anche su GR)
Ha scritto il Jul 24, 2011, 09:44
Il passato è latente, è sommerso, ma è ancora lì, in grado di riaffiorare in superficie una volta che lo stampo più tardo sia malauguratamente - e contro l'esperienza ordinaria - scomparso. L'uomo contiene - non il ragazzo - ma gli uomini precedenti,...Continua
Pag. 136
giorgio
Ha scritto il Sep 29, 2010, 19:36
Ho letto Ubik senza coinvolgimento. credo che: forse è fuori dallo zeitgeist oppure è solo una questione di testa. Resto convinto che alcune letture debbano essere fatte in determinati periodi oltre i quali la storia si appiattisce. Vuoi per il cont...Continua

Rocco Baiocchi
Ha scritto il Nov 21, 2017, 12:26


josef
Ha scritto il Dec 30, 2017, 14:08
K071

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi