Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Uccelli da gabbia e da voliera

Di

Editore: Einaudi, Nuovi Coralli 330

3.2
(1390)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 226 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco

Isbn-10: 8806538276 | Isbn-13: 9788806538279 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Uccelli da gabbia e da voliera?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    5.5/10

    Primo libro di De Carlo. Lo stile mi ha colpita perché è particolare ma la trama mi ha decisamente delusa. Non si capisce bene dove voglia andare a parare e quando finalmente l' autore ha la possibilità di riconciliare tutto ( ciò nell' epilogo) va, invece, di fretta dando tutto per scontato. Il ...continua

    Primo libro di De Carlo. Lo stile mi ha colpita perché è particolare ma la trama mi ha decisamente delusa. Non si capisce bene dove voglia andare a parare e quando finalmente l' autore ha la possibilità di riconciliare tutto ( ciò nell' epilogo) va, invece, di fretta dando tutto per scontato. Il protagonista caratterizzato sufficientemente bene ma troppo macchietta per i miei gusti. Magari darò un' altra possibilità all'autore se troverò un altro suo libro a poco ad un mercatino.

    ha scritto il 

  • 3

    Il libro non è male però è come se manca qualcosa, un aspetto principale che arricchisce il libro facendolo apprezzare ancora di più. Sembra uno stile quasi acerbo o una bozza che deve essere completata.
    Il libro si apre con un incidente che ha Feodor ad un incrocio. Tampona una signora che anche ...continua

    Il libro non è male però è come se manca qualcosa, un aspetto principale che arricchisce il libro facendolo apprezzare ancora di più. Sembra uno stile quasi acerbo o una bozza che deve essere completata. Il libro si apre con un incidente che ha Feodor ad un incrocio. Tampona una signora che anche se non si è fatta nulla resta quasi sotto shock. I poliziotti pongono delle domande a Feodor e scoprono che viaggia senza assicurazione e che quindi sarà costretto a pagare una multa molto salata. Va a casa e lascia la sua compagna Maggie e parte per andare da suo fratello Leo, anche se però la voglia di lavorare per lui non ce l'ha proprio.Il fratello gli proporrà di scegliere tra due località per il lavoro. Feodor sceglie Milano e lì incontra Malaidina di cui si innamora a prima vista e farà di tutto per non perderla mai. Da qui la storia gira sul fatto di ritrovarsi e perdersi di nuovo. Il libro come ho detto è carino ma alcuni aspetti non vengono approfonditi molto, mancano alcune nozioni che non fanno ben capire alcuni passaggi.

    ha scritto il 

  • 3

    Non mi è piaciuto molto. Sarà perchè le storie d'amore non rientrano nei miei interessi di lettura, soprattutto quelle con il lieto fine. Però devo amettere che De Carlo è riuscito a trasmettermi l'ansia del protagonista nel ritrovare a tutti i costi la sua amata Malaidina, e ciò mi ha permesso d ...continua

    Non mi è piaciuto molto. Sarà perchè le storie d'amore non rientrano nei miei interessi di lettura, soprattutto quelle con il lieto fine. Però devo amettere che De Carlo è riuscito a trasmettermi l'ansia del protagonista nel ritrovare a tutti i costi la sua amata Malaidina, e ciò mi ha permesso di finire il libro in breve tempo, ma oltre a questo, il coinvolgimento non è andato oltre, quindi tre stelline.

    ha scritto il 

  • 2

    Surrealista

    La storia di per se è surreale come lo è il protagonista. Sinceramente non riesco nemmeno a capire bene se sia una storia d'amore, un thriller o una sorta di romanzo generazionale... Il tutto incentrato su un personaggio, Fiodor, che non sa chi è, non sa dove va, non sa cosa vuole e quindi fa tut ...continua

    La storia di per se è surreale come lo è il protagonista. Sinceramente non riesco nemmeno a capire bene se sia una storia d'amore, un thriller o una sorta di romanzo generazionale... Il tutto incentrato su un personaggio, Fiodor, che non sa chi è, non sa dove va, non sa cosa vuole e quindi fa tutto ciò che gli passa per la testa senza riflettere. De Caelo di solito mi piace perchè scrive in maniera semplice e fluida e coinvolge con trame "che rotolano bene lungo la china" ma questo libro è troppo confuso, caotico e, per l'appunto, surreale.

    ha scritto il 

  • 3

    Uccelli da gabbia e da voliera di Andrea De Carlo

    Fiodor Barna ha poco più di venti anni e non ha ancora deciso quale strada intraprendere nella propria vita. Egli sente i propri familiari lontani e profondamente diversi da lui. In particolare il fratello Leo, il quale si è dedicato pienamente all’attività di famiglia, contrariamente a Fiodor ...continua

    Fiodor Barna ha poco più di venti anni e non ha ancora deciso quale strada intraprendere nella propria vita. Egli sente i propri familiari lontani e profondamente diversi da lui. In particolare il fratello Leo, il quale si è dedicato pienamente all’attività di famiglia, contrariamente a Fiodor, è maturo, sicuro di sé, ma perso in ritmi vitali e lavorativi alienanti. Dopo un breve periodo di prova a New York, dove emerge con chiarezza l’insostenibile differenza tra i due fratelli, Fiodor è assegnato alla filiale di Milano. La città scatena nel ragazzo sensazioni contrastanti: ci sono i ricordi dell’infanzia ma anche un’atmosfera particolare, carica di tensione, che sembra respingerlo come fosse un corpo estraneo. A Milano, Fiodor conosce Mario Oltena, e sua sorella Malaidina, sfuggente e misteriosa, della quale si innamora perdutamente, nonostante il loro incontro duri pochi minuti. La vita del ragazzo è stravolta da questo incontro, tanto che la ragazza sembra divenire il suo unico interesse, lo scopo intorno al quale ruota la sua vita. Fiodor più volte è sul punto di perdere le speranze di rivederla, e più volte accarezza il sogno di restarle accanto, fino a quando riesce a raggiungerla, in modo rocambolesco, in una stazione di un autobus Corinto/Atene. È un vortice di emozioni e di sensazioni, sublimato dalla scrittura perfetta di De Carlo.

    RECENSIONE A CURA DI PORTHOSEARAMIS

    Fonte: www.ilclubdellibro.it Passa a trovarci!

    ha scritto il 

Ordina per