Ultima sentenza

Di

Editore: Mondolibri

3.5
(888)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 358 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Olandese , Francese , Tedesco

Isbn-10: A000158743 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Legge , Mistero & Gialli

Ti piace Ultima sentenza?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Gli avvocati Wes e Mary Grace Payton hanno compiuto il primo passo nella più importante causa della loro carriera. Un tribunale del Missisipi ha infatti riconosciuto un risarcimento di quarantun milioni di dollari a Jeannette Baker, una giovane donna assistita dal loro piccolo studio, che nel giro di otto mesi ha visto morire di tumore il figlio e il marito. Dopo un estenuante processo nel quale i Payton hanno messo in gioco sia la credibilità professionale che la serenità personale, la responsabilità p stata attribuita alla Krane Chemical, una grossa società con sede a New York ritenuta colpevole di aver smaltito per anni rifiuti tossici nei terreni vicini al suo stabilimento di Bowmore, inquinando le falde acquifere della cittadina e provocando il cancro in molti membri della comunitià locale.Si tratta solo del primo grado di giudizio, e di un singolo caso, ma è chiaro che, se la sentenza verrà confermata, per la Krane Chemical - e per il suo potente proprietrario Carl Trudeau - si aprirà una disastrosa stagione di cause collettive da parte della cittadinanza e di ancor più disastrosi risarcimenti.Trudeau sa quindi di aver disperatamente bisogno di una Corte Suprema favorevole, e l'impresa non sembra impossibile: i giudici verranno eletti tra non molto e per una campagna elttrorale servono parecchi soldi...con la maestria alla quale ormai ha abituato i suoi lettori, John Grisham ci accompagna ancora una volta tra le pieghe del sistema legale americano, in una serratissima vicenda di lobbying, sentenze pilotate, grandi interessi economici che non tengono nel minimo conto i diritti degli individui.
Ordina per
  • 3

    Finito con tanta fatica.

    Abituata a un diverso Grisham, legal thriller, questo libro si è rivelato via via lento ed esasperato dagli affari politici. Peccato, perchè la storia può essere drammaticamente attuale e anche il fin ...continua

    Abituata a un diverso Grisham, legal thriller, questo libro si è rivelato via via lento ed esasperato dagli affari politici. Peccato, perchè la storia può essere drammaticamente attuale e anche il finale, che non ti aspetti, che speri non sia e solo per questo non demordi nella lettura, e invece, purtroppo,....

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Fregato dalla trama

    Temo che il mio giudizio sia influenzato da come tutto va a finire. Mi sono appassionato alla lettura ipotizzando un certo finale, che invece non c'è stato. Sono andato avanti pagine e pagine chiedend ...continua

    Temo che il mio giudizio sia influenzato da come tutto va a finire. Mi sono appassionato alla lettura ipotizzando un certo finale, che invece non c'è stato. Sono andato avanti pagine e pagine chiedendomi «vediamo cosa s'inventa Grisham per far vincere i buoni, questa volta...». E invece non s'inventa niente, i buoni non vincono, anche se fino all'ultimo te lo fa sperare. Al di là della delusione 'etica', è che m'immaginavo una narrazione avvincente dei cambiamenti che la vittoria dei buoni avrebbe prodotto, invece, avendo vinto i cattivi, non è successo più niente, ed è questa la vera delusione.

    ha scritto il 

  • 2

    Una noia mortale e una grande fatica per finirlo. Troppe spiegazioni, troppi personaggi secondari, troppe cifre e troppa politica. Sicuramente il quadro su come si "compra" un giudice della Corte Supr ...continua

    Una noia mortale e una grande fatica per finirlo. Troppe spiegazioni, troppi personaggi secondari, troppe cifre e troppa politica. Sicuramente il quadro su come si "compra" un giudice della Corte Suprema esce ben chiaro ma per chi cerca un po' di svago con un buon legal thriller mi sembra decisamente troppo. Lo salva leggermente il finale

    ha scritto il 

  • 3

    non il solito giallo processuale, potrebbe considerarsi una sorta di seguito de "l'uomo della pioggia".
    Cosa succede quando un piccolo avvocato vince un processo e una grossa impresa viene condannata ...continua

    non il solito giallo processuale, potrebbe considerarsi una sorta di seguito de "l'uomo della pioggia".
    Cosa succede quando un piccolo avvocato vince un processo e una grossa impresa viene condannata a pagare un risarcimento milionario?
    La compagnia fa ricorso alla Corte d'Appello dove si giudica non il caso ma il processo, se lo svolgimento ha rispettato le norme vigenti. Tale giudizio però viene emesso da 9 giudici che vengono eletti dal popolo e ovviamente spesso viene eletto chi riceve maggior sostegno dai finanziatori che a loro volta si aspetteranno un "ringraziamento".
    L'autore vorrebbe sottolineare che questa anomalia (giudici eletti e non nominati) uccide la giustizia, ma al tempo stesso ammette che se chi dovrebbe fare le leggi non interviene ...
    Più che un romanzo vero e proprio quasi una cronaca romanzata di un appello che mette in luce il lato assurdo (se non addirittura crudele) che tanto sbandierata libertà americana.

    ha scritto il 

  • 2

    Interessante sotto certi aspetti, perchè si apprende molto su come funziona (o meglio, non funziona)il sistema giudiziario statunitense, ma, per i miei canoni, la fine non vale la lettura del libro... ...continua

    Interessante sotto certi aspetti, perchè si apprende molto su come funziona (o meglio, non funziona)il sistema giudiziario statunitense, ma, per i miei canoni, la fine non vale la lettura del libro...

    ha scritto il