Ultime della notte

Voto medio di 1.041
| 125 contributi totali di cui 122 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il commissario Kostas Charitos vive ad Atene, metropoli sospesa tra Oriente e Occidente, crocevia di immigrati clandestini, ex spie sovietiche e trafficanti d'organi. Charitos tenta comunque di ritagliarsi uno spazio di tranquillità personale, per ... Continua
Ha scritto il 19/09/17
prima esperienza con questo autore e questo personaggio introverso, tenebroso.Entrambi mi hanno ricordato l'atmosfera dello Scerbanenco letto qualche mese fa, dallo stile asciutto, un po' introverso come il personaggio, forse, sicuramente pulito e ..." Continua...
Ha scritto il 05/09/17
Questa è la prima avventura del commissario Charitos, come è pure la prima lettura che faccio di un’opera di Markàris. Non mi dispiace affatto questa figura di poliziotto, genuino e sincero, e ho trovato la trama interessante ed attuale, anche ..." Continua...
Ha scritto il 03/06/17
Romanzetto giallo che promette bene e invece poi annoia. Difficoltoso, tra l'altro, almeno per me , ricordare tutti i complicati e lunghissimi nomi greci. Sciatto il modo di scrivere, o la traduzione, chissà.
Ha scritto il 06/05/17
'nsomma
Non mi è piaciuto molto. Ho letto altri libri che vedono protagonista il commissario Charitos e li ho apprezzati di più. Qui manca la consueta cura nel tratteggiare le ambientazioni, la vicenda si trascina senza decollare e lo stesso Charitos ..." Continua...
Ha scritto il 07/03/17
Ingredienti: un commissario lettore di dizionari, una scia di omicidi di immigrati e giornalisti, uno slalom di indagini tra adozioni illegali, trapianti d’organi e pedofili, una soluzione al mistero più vicina di quanto previsto.Consigliato: a ..." Continua...

Ha scritto il Aug 03, 2015, 14:49
Se qualcuno lanciasse uno sguardo alla mia biblioteca, si farebbe quattro risate. Perchè, sul ripiano più alto, i dizionari fanno la loro bella figura. Ma su quello in basso troneggiano Viper, Nora, Bel, Harlequin e Bianca. Mi sono riservato la ... Continua...
Ha scritto il Aug 03, 2015, 14:45
mi urlava mio padre, mollandomi una sberla. Che ne sarebbe di lui, oggi che il guardare ha sostituito il parlare, e tutti passano ore a fissare come degli ebeti e non parlano più? Per fortuna è morto, il vecchio; se ne sarebbe fatto una malattia.
Ha scritto il Feb 06, 2010, 20:00
La prima fase della vita famigliare è la gioia dello stare insieme. La seconda è il figlio. La terza, la più lunga, sono le vendette. Quando arrivi a quel punto, sai che sei arrivato al culmine e non puoi andare oltre. Il pargolo va per la sua ... Continua...
Pag. 28

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi