Ultimo viene il corvo

Voto medio di 699
| 71 contributi totali di cui 58 recensioni , 13 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Raflesia
Ha scritto il 19/11/15
“Alt, guai a cominciare un sogno da svegli: subito si casca addormentati”
E’ stata la prima raccolta di racconti scritta da Italo Calvino, racconti che hanno tutti un comune denominatore, la guerra. Quando scrisse questi racconti il grande scrittore cubano-sanremese aveva poco più di vent’anni e il suo immenso talento era...Continua
  • 7 mi piace
Eu
Ha scritto il 06/10/15
Ancora troppa guerra.
Continua con questo libro la mia sfida personale che consiste nel leggere l'opera omnia di Calvino in ordine cronologico. Questa è la sua seconda pubblicazione e per quanto non mi azzardi a dare un giudizio di tipo stilistico/letterario, è giusto che...Continua
  • 1 mi piace
SoulMeetsBody
Ha scritto il 03/03/15
"La vita, pensò il nudo, era un inferno, con rari richiami d'antichi felici paradisi."
Per il mio primo approccio con Calvino sono andato controcorrente scegliendo (attirato lo ammetto anche dallo stupendo titolo) una raccolta di scritti giovanili sicuramente di secondo piano rispetto ai suoi capolavori. "Ultimo viene il corvo" present...Continua
  • 2 mi piace
jonnybegood
Ha scritto il 11/08/14
non ci si può fidare

sempre in mezzo ai raccontini. ne salvo un paio. calvino è come un amante distrutto dall'eiaculatio praecox

  • 1 mi piace
Franco Leggo
Ha scritto il 29/05/14
Raccolta dei primi racconti scritti da Italo Calvino. I racconti si possono dividere in tre sezioni temporali: quelli narranti storie di prima della guerra, quelli riguardanti la resistenza e quelli con vicende del dopo guerra. Si ritrovano già gli e...Continua

Katia Leone
Ha scritto il Mar 23, 2017, 04:47
Ma lui era cresciuto assieme ai suoi muli e le sue idee erano poche e rassegnate come le loro: il pane della sua vita s'era sempre trovato al di là d'un cammino molto faticoso, il pane per sé e anche il pane per gli altri, oggi il pane per tutta Beve...Continua
Katia Leone
Ha scritto il Mar 23, 2017, 04:42
La lotta, l'odio per i fascisti non erano più come prima, per il maggiore una cosa imparata sui libri, ritrovata come per caso nella vita, per il minore una bravata, un girare per le mulattiere carico di bombe a spaventare le ragazze, erano ormai la...Continua
Katia Leone
Ha scritto il Mar 23, 2017, 04:35
È i fratelli erano come tornati bambini, ragazzi già grandi, con libri, con ragazze, con bombe, eppure tornati bambini, colpiti nella loro parte bambina, colpiti nella madre. Adesso si sarebbero presi per mano, avrebbero camminato smarriti, bambini s...Continua
Franco Leggo
Ha scritto il May 29, 2014, 09:14
Gli uomini della caserma erano resi solidali da una comune viltà, menti torpide d'ignoranza, volti camusi, obbligati a trattare ogni cosa con termini volgari per avvilire se stessi. I loro discorsi vertevano sulla paga, sulla vita buona che si faceva...Continua
Pag. 109
Occhi di velluto
Ha scritto il Jun 30, 2011, 10:50
La mano, nascosta sotto la giacchetta nera, era rimasta quasi staccata da lui, rattrappita e con dira risucchiate verso il polso, non più una vera mano, ormai senza possibilità se non quella arborea delle ossa. Ma poichè la tregua data dalla vedova a...Continua
Pag. 213
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi