Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Umiliati e offesi

By Fedor M. Dostoevskij

(225)

| Others | 9788811367338

Like Umiliati e offesi ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Tema centrale è il male che si annida negli angoli oscuri della città doveregnano la miseria, la degradazione e la violenza, corrompe i "puri" che silasciano irretire dalla menzogna e avvelenare dall'orgoglio. Incarnazione diq Continue

Tema centrale è il male che si annida negli angoli oscuri della città doveregnano la miseria, la degradazione e la violenza, corrompe i "puri" che silasciano irretire dalla menzogna e avvelenare dall'orgoglio. Incarnazione diquesto male è il principe Valkovskij, intorno al quale ruotano le complessevicende del romanzo.

117 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    "Mi ero accorto che una casa angusta è stretta anche per i pensieri, poiché io ho sempre avuto l'abitudine di camminare su e giù per la stanza quando penso i miei futuri racconti. E dato che sono in argomento, dirò che trovo maggior piacere a pensare ...(continue)

    "Mi ero accorto che una casa angusta è stretta anche per i pensieri, poiché io ho sempre avuto l'abitudine di camminare su e giù per la stanza quando penso i miei futuri racconti. E dato che sono in argomento, dirò che trovo maggior piacere a pensare le mie opere e a sognare come verrebbero scritte, che a scriverle in realtà; questo non è dovuto alla pigrizia. Da che cosa può dipendere?"

    Romanzo d'appendice, tra i minori di Dostoevskij, dove compaiono abbozzate le sue introspezioni, profonde incursioni nell'animo umano.

    Memorabile il monologo del principe padre davanti a Ivan Petrovic, magistrale arringa contro le "pastorellerie sentimentali", in cui pare quasi di scorgere l'autore, che la critica ha da sempre associato ai suoi personaggi più puri, che per una volta si diletta a sguazzare nella cattiveria umana e confessare alle sue pagine la parte più nascosta della sua personalità: "Vi volevo spiegare come ci sia un lato del mio carattere che voi ignorate ancora e pel quale io detesto tutte le ingenuità banali e sentimentali che non valgono nulla. Nessun piacere supera per me quello di fingere dapprima il tono sentimentale, di accarezzare, di rinfrancare qualche Schiller eternamente giovane per poi, d'un tratto, accopparlo, strappandomi dinanzi a lui la maschera e trasformando il mio falso viso d'entusiasta in un ghigno, mostrandogli la lingua con uno sberleffo proprio nel momento in cui meno se lo aspetta".

    Is this helpful?

    Valeria said on Sep 14, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho ripreso casualmente un libro lasciato a candire qualche anno fa...devo dire che i classici, come sempre, non mi deludono mai

    Is this helpful?

    KUZZO said on Aug 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Uno dei primi grandi romanzi di Dostoevskij. Si capisce bene, dall'incalzare degli eventi edalle continue sorprese e colpi di scena, di come sia stato pubblicato a puntate su di una rivista dell'epoca. È la storia di una sofferenza familiare lunga e ...(continue)

    Uno dei primi grandi romanzi di Dostoevskij. Si capisce bene, dall'incalzare degli eventi edalle continue sorprese e colpi di scena, di come sia stato pubblicato a puntate su di una rivista dell'epoca. È la storia di una sofferenza familiare lunga e dolorosa a causa del potente di turno. Il principe, spregiudicato e malvagio, che sacrifica tutti per la propria soddisfazione, a volte anche effimera. L'autore soffre e si immedesima con i personaggi "umiliati e offesi" in continuazione, definendo con chiarezza la parte per la quale tiene. Il libro denuncia con forza epica la decadenza della nobiltà russa che abbandona qualunque tipo di principio e la sopraffazione che essa esercita sulle classi subalterne. È anche un profondo romanzo d'amore, o meglio, di diversi amori che s'intrecciano da quelli sensuali, a quelli puri e sinceri a a quelli filiali.

    Is this helpful?

    Diceros said on Aug 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    commovente

    come dice il quarto di pagina è un romanzo d'appendice, ma è sempre con lo stampo dostoevsijano...il protagonista che parla in prima persona è un dostoevskij giovane alle prime armi della scrittura, quindi il romanzo è un po' autobiografico. La stori ...(continue)

    come dice il quarto di pagina è un romanzo d'appendice, ma è sempre con lo stampo dostoevsijano...il protagonista che parla in prima persona è un dostoevskij giovane alle prime armi della scrittura, quindi il romanzo è un po' autobiografico. La storia è quella di un amore contrastato da problemi con le famiglie, Natasa ne rimarrà umiliata e offesa, come il padre, accusato ingiustamente di furto e condannato ingiustamente a pagarne il risarcimento. Il vero cattivo è il principe Valkovski, che si dimostra tale sia nei fatti che a parole nella sua lunga requisitoria a cena con Vanja. Ma la morale della storia è "Che importa se siamo umiliati, se siamo offesi, purchè stiamo di nuovo insieme e trionfino pure i superbi e i prepotenti... andremo loro incontro, tenendoci per mano". L'unica che non avrà di che essere felice è Nelly, 13enne umiliata e offesa fino a morirne. La sua è la storia che mi è piaciuta di più, il personaggio meglio riuscito, complesso e ardito. Indimenticabile

    Is this helpful?

    Maya 1978 said on Aug 1, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    lacrime amare

    Un po' troppe lacrime in questo romanzo che per certi versi è riuscito a farmi ricordare il sognatore de "Le notti bianche" che tanto mi è piaciuto. La storia coinvolge nonostante i pochi intrecci e i personaggi sono appassionati tanto da soffrire fi ...(continue)

    Un po' troppe lacrime in questo romanzo che per certi versi è riuscito a farmi ricordare il sognatore de "Le notti bianche" che tanto mi è piaciuto. La storia coinvolge nonostante i pochi intrecci e i personaggi sono appassionati tanto da soffrire fisicamente per il proprio patimento interiore. Questa lettura è la conferma al fatto che il mio amore per Dostoevskij sia nato per la sua raffigurazione sensibile e gentile dei sentimenti dei suoi personaggi maschili.

    Is this helpful?

    LelaCosini said on Jul 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il romanzo parla della rovina di una famiglia, raccontato attraverso gli occhi di uno giovane scrittore. Il romanzo manca di quei personaggi elevati ed eterni tipici di D., come Ivàn Karamazov, Raskol'nikov, Nastasja Filippovna o Stavrogin, ma riesce ...(continue)

    Il romanzo parla della rovina di una famiglia, raccontato attraverso gli occhi di uno giovane scrittore. Il romanzo manca di quei personaggi elevati ed eterni tipici di D., come Ivàn Karamazov, Raskol'nikov, Nastasja Filippovna o Stavrogin, ma riesce a raccontare con le parole del linguaggio comune le sofferenze dell'amore, dell'onore e del sacrificio.

    Is this helpful?

    Nico Bettio said on Jun 11, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book

Page 5 , 6 , 10 , 48 , 50 , 61 , 62 , 69 , 70 , 82 , 94 , 156 , 198 , 214 , 215 , 216 , 218 , 219 , 224 , 254 , 269 , 288 , 293 , 295 , 309 , 379