Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Un Dramma borghese

By Guido Morselli

(2)

| Others | 9788845203718

Like Un Dramma borghese ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

12 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Non so dire se questo libro mi sia piaciuto.
    Da un lato morselli costruisce in modo magistrale una tensione via via più stringente, una atmosfera soffocante e morbosa, ed una perfetta analisi psicologica ed emotiva dei protagonisti.
    Dall'altro, il l ...(continue)

    Non so dire se questo libro mi sia piaciuto.
    Da un lato morselli costruisce in modo magistrale una tensione via via più stringente, una atmosfera soffocante e morbosa, ed una perfetta analisi psicologica ed emotiva dei protagonisti.
    Dall'altro, il linguaggio spesso ridondante e molte affermazioni ormai desuete tengono a volte la storia in bilico sulla linea del ridicolo.
    In aggiunta i protagonisti sono tutti sgradevoli, ciascuno in un suo modo fastidiosamente negativo, e questo mi ha lasciato una sensazione che non riesco a definire meglio che appiccicosa ed asfissiante.
    Potrei fare una sorta di media aritmetica ed assegnare tre stelline, ma questo darebbe una idea di mediocrità che il libro in realtà non merita. Direi in sintesi che è una lettura consigliata ma non piacevole.

    Is this helpful?

    Maria Clara said on Sep 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Diciamo che l'ho letto troppo presto, che dovrei rileggerlo oggi con 30 anni in più sul groppone.
    Resta la memoria di una scrittura pessima, dura, barocca; di personaggi sprofondati nel ridicolo; di una storia patetica.

    Is this helpful?

    Xander Lavelle said on Apr 2, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il problema di Morselli è che tende a perdersi in troppi psicologismi; se si fosse accontentato della metà delle situazioni, lo strano rapporto padre/figlia sarebbe arrivato in maniera più diretta, così invece il libro risulta in alcune parti noioso ...(continue)

    Il problema di Morselli è che tende a perdersi in troppi psicologismi; se si fosse accontentato della metà delle situazioni, lo strano rapporto padre/figlia sarebbe arrivato in maniera più diretta, così invece il libro risulta in alcune parti noioso e di difficile lettura.

    Is this helpful?

    Giorgiaelisa said on Apr 19, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Piacevolissima sorpresa, consigliato a chi non lo conosce.

    Is this helpful?

    AB75 said on Oct 11, 2011 | Add your feedback

  • 6 people find this helpful

    queste pagine riposavano in uno stipo del mio vecchio armadio. un volume recuperato per caso durante lo sgombero di un box. la prima edizione, anno 1978.
    una di queste domenica di noia mi è capitato tra le mani, una scorsa alle prime righe ("così dis ...(continue)

    queste pagine riposavano in uno stipo del mio vecchio armadio. un volume recuperato per caso durante lo sgombero di un box. la prima edizione, anno 1978.
    una di queste domenica di noia mi è capitato tra le mani, una scorsa alle prime righe ("così distante quel tempo...") e subito mi sono trovato precipitato e incatenato nel mondo morselliano. e così questo anno 2011, da lettore, mi ha riservato questa splendida scoperta, ancora più preziosa perché così tenue è stato il filo che mi ci ha condotto.
    una velata storia di quasi-incesto tra un padre vedovo e una figlia a lui sconosciuta, tutta ambientata all'interno di un albergo svizzero.
    magistrale la capacità di descrizione psicologica, con una lingua asciutta e svelta, compatta e lucida come onice. per me una iniezione di fiducia e amore verso l'italiano, un italiano di cui si è dimenticato il suono e la forza.
    una lingua d'altri tempi che non cade mai nel manierismo, nel decadentismo post-dannunziano, nel perbenismo da salotto.
    non a caso forse la lingua di un autore così pesantemente ignorato.
    sempre al confine tra saggio, articolo di fondo e racconto puro, un equilibrio di difficoltà straordinaria, che è riuscito a non annoiarmi.
    ah, se ripenso agli sbadigli sulle pagine di Mann....
    come ogni lettore appassionato, dittatore e schiavo tra i suoi propri libri, non posso che dichiarare lo stupore davanti all'inaudita grandezza di questo scrittore.

    Is this helpful?

    Bido said on Sep 27, 2011 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Svizzera, fine anni '50. Lui, il narratore: un giornalista di mezz'età, corrispondente in Germania per conto di un importante quotidiano milanese, vedovo con amante senza passione; accomodante con sé e con gli altri, persegue con caparbietà l'obietti ...(continue)

    Svizzera, fine anni '50. Lui, il narratore: un giornalista di mezz'età, corrispondente in Germania per conto di un importante quotidiano milanese, vedovo con amante senza passione; accomodante con sé e con gli altri, persegue con caparbietà l'obiettivo di una vita pacifica e al riparo da ogni scossone. Lei: la figlia diciottenne, cresciuta in collegio dopo la morte della madre; ingenua, impulsiva, sentimentale fino all'eccesso. I due, che negli ultimi dieci anni non si sono visti che per qualche ora, si trovano rinchiusi nella duplex di un albergo per convalescenti dove, di colpo, devono imparare a conoscersi. Ma se il padre non ha troppi problemi a inglobare e neutralizzare questa novità della sua vita, la ragazza invece si lascia travolgere dalle emozioni di un affetto più sponsale che filiale. Il menage regge, seppur fra continue concessioni che il padre - pur sempre più preoccupato - fa per quieto vivere, finché l'arrivo di una spregiudicata compagna di scuola della ragazza fa scoppiare quel dramma borghese che dà titolo al romanzo. Lo stile di Morselli è tornito, a tratti desueto, ma mai stucchevole. L'analisi dei personaggi è delicata, rispettosa, eppure terribilmente precisa, profonda. 350 pagine che si svolgono praticamente tutte in una stanza con due soli personaggi, ma che si leggono con passione, con l'angoscia di chi vede un dramma costruirsi sotto i propri occhi senza poter far niente per evitarlo.

    Is this helpful?

    Gregorioxv said on Jun 6, 2011 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (2)
    • 2 stars
  • Others 293 Pages
  • ISBN-10: 8845203719
  • ISBN-13: 9788845203718
  • Publish date: 1988-01-01
  • Also available as: Paperback , Hardcover
Improve_data of this book