Un Grillo qualunque

Il Movimento 5 Stelle e il populismo nella crisi dei partiti italiani

Di

Editore: Castelvecchi

4.1
(67)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8876157182 | Isbn-13: 9788876157189 | Data di pubblicazione: 

Genere: Politica , Scienze Sociali

Ti piace Un Grillo qualunque?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    contra grillinos

    un libro molto diverso da quello di scanzi (ve lo do io beppe grillo), tanto per cominciare.
    avevo letto di santoro, senza saperlo, l'alba degli zombie ( che avevo apprezzato, devo dir la verita').
    un ...continua

    un libro molto diverso da quello di scanzi (ve lo do io beppe grillo), tanto per cominciare.
    avevo letto di santoro, senza saperlo, l'alba degli zombie ( che avevo apprezzato, devo dir la verita').
    una delle parti piu' interessanti del libro comincia a pagina 45:
    "C'è una profonda connessione tra recitazione e politica... Per spiegare questa relazione tra il mestiere di ipnotizzare il pubblico e l'arte di esercitare il potere, Miller (Arthur) riferisce di un PARADOSSO (maiuscolo mio)..."

    "quello di grillo è un moVimento preValentemente urbano"

    voto di opinione
    voto di scambio
    voto di appartenenza ideologica o territoriale: ora scegli.

    "gia' kant aveva sostenuto (anche fogli ha cantato a sanremo) che tutti dovevano essere cittadini leggendo e informandosi. ma la politica (quanto ho preso io, quanto hai preso tu) non riguarda solo quelli che hanno gli strumenti e la possibilità di abbeverarsi (?!?!?) alla conoscenza". mabbasta co 'sta filosofia! non se ne può più!!!
    ma la vera chicca, nonchè perla di saggezza, arriva subito dopo: "IN POLITICA NON CONTANO LE IDEE, CONTANO GLI INTERESSI MATERIALI".
    Standing ovation.

    il concetto di "simulare di non recitare" applicato alla strategia di grillo non è niente male (con questo vago sapore di double bind che a noi piace tanto...)

    bello anche il ragionamento di baudrillard (dove ragionamento è sinonimo di aria fritta) secondo il quale "non sono i mezzi di comunicazione a instpidire le masse, ma al contrario sono proprio le masse ad appiattire il livello della comunicazione" (in realtà quella di baudrillard è una profezia, il ragionamente dell'autore; ma tanto è uguale...)

    mi era proprio sfuggito che a luglio 2012 MARIO MONTI avesse definito la generazione dei nati nel decennio 70-80 (cioè la mia) PERDUTA. proprio non me n'ero accorto.

    ha scritto il 

  • 4

    Non sapevo bene cosa aspettarmi da questo libro, ma sicuramente è più tagliente e approfondito di quanto credessi.
    Aggiornato fino alle parlamentarie 2012, quindi fino a poco prima delle elezioni 2013 ...continua

    Non sapevo bene cosa aspettarmi da questo libro, ma sicuramente è più tagliente e approfondito di quanto credessi.
    Aggiornato fino alle parlamentarie 2012, quindi fino a poco prima delle elezioni 2013, getta una luce chiarissima sulla figura di Grillo, sul suo Movimento e su tutte le ambiguità che li caratterizzano, e ora non posso che sperare ancora di più che questa sia solo una bolla a cinque stelle destinata a scoppiare al più presto.

    ha scritto il 

  • 5

    Assolutamente da leggere

    ottimo libro, sintetico ma accurato, per comprendere alcuni aspetti poco noti e poco analizzati del grillismo, del movimento a 5 stelle e della politica italiana contemporanea. Fondamentale per chiunq ...continua

    ottimo libro, sintetico ma accurato, per comprendere alcuni aspetti poco noti e poco analizzati del grillismo, del movimento a 5 stelle e della politica italiana contemporanea. Fondamentale per chiunque si avvicini al m5s sia da attivista o simpatizzante che da osservatore critico

    ha scritto il 

  • 4

    Da leggere: una bella analisi che merita riflessione. E' il fenomeno Grillo personaggio sotto osservazione, il linguaggio, l'assenza di memoria. Vale la pena leggerlo, tanto più che le elezioni sono v ...continua

    Da leggere: una bella analisi che merita riflessione. E' il fenomeno Grillo personaggio sotto osservazione, il linguaggio, l'assenza di memoria. Vale la pena leggerlo, tanto più che le elezioni sono vicinissime...

    ha scritto il 

  • 4

    Ho deciso di leggere questo libro dopo aver incrociato alcuni esponenti del movimento 5 stelle in una assemblea cittadina.
    Facce nuove, mai viste in precedenti mobilitazioni che all'improvviso si muov ...continua

    Ho deciso di leggere questo libro dopo aver incrociato alcuni esponenti del movimento 5 stelle in una assemblea cittadina.
    Facce nuove, mai viste in precedenti mobilitazioni che all'improvviso si muovevano sul territorio con dinamiche a cavallo tra la "setta" e la vecchia forma "partito".
    Mai nutrito simpatie per Grillo e i suoi adepti, ma in periodi di crisi della militanza e della partecipazione in generale sono rimasto colpito.
    L'analisi di Santoro mi è sembrata intelligente nell'approccio, interessante nei contenuti,scorrevole nell'esposizione.
    Un buon punto di partenza per capire un fenomeno con cui, sembra, dovremmo confrontarci. Anche perchè il "grillismo" è destinato ad approfittare dell'immenso vuoto politico che si è creato in questi anni.
    Un fenomeno che riassume un qualche modo lo spirito di questi tempi tra crisi della rappresentanza,populismo,individualismo, personalizzazione della politica,liberismo, vecchie e nuove forme di comunicazione.
    Un libro destinato soprattutto a quei giovani che si affacciano alla politica e che , come dice l'autore, non vogliono accontentarsi di essere "spettatori paganti" o "semplici comparse dello show di qualcun altro"

    ha scritto il