Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Un anno in Provenza

Di

3.8
(170)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 225 | Formato: Altri

Isbn-10: 8860406935 | Isbn-13: 9788860406934 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: eBook

Genere: Fiction & Literature , Home & Gardening , Travel

Ti piace Un anno in Provenza?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Mi è piaciuto un sacco leggere le "disavventure" di Mayle con gli abitanti della Provenza!!!
    Ti viene voglia di andarci... parola della mia carissima amica Gabry!!!

    ha scritto il 

  • 5

    splendido

    mi stanno raccontando la mia vita quotidiana e provo lo stupore della verità.
    dettagli che vivendoli non noto più, e l'autore mi fà accorgere della loro grandezza.
    la descrizione dei caratteri dei vari personaggi del paese sono universali e conosciuti come autentici.
    ed è vero c ...continua

    mi stanno raccontando la mia vita quotidiana e provo lo stupore della verità.
    dettagli che vivendoli non noto più, e l'autore mi fà accorgere della loro grandezza.
    la descrizione dei caratteri dei vari personaggi del paese sono universali e conosciuti come autentici.
    ed è vero che solo un foresto può sottolinearci la meraviglia del nostro essere e vivere in paese.
    e l'autore me lo dice incantandomi.

    ha scritto il 

  • 5

    Beato te, caro Peter Mayle, che da pubblicitario londinese hai deciso, così su due piedi, dopo soli 15 anni di lavoro, di trasferirti in Provenza, in una casa che fra acquisto e restauro ti sarà costata più di quanto io guadagni in una vita (altro che 15 anni...)e che ti godi nella totale nullafa ...continua

    Beato te, caro Peter Mayle, che da pubblicitario londinese hai deciso, così su due piedi, dopo soli 15 anni di lavoro, di trasferirti in Provenza, in una casa che fra acquisto e restauro ti sarà costata più di quanto io guadagni in una vita (altro che 15 anni...)e che ti godi nella totale nullafacenza fra un pastis, una capatina dal panettiere, un tuffo in piscina al tramonto e una passeggiata coi tuoi cani fra le vigne. Beato te.
    Ora io non sono invidiosa, Peter Mayle, ma c'è da dire che indubbiamente mi hai fatto venire una gran voglia di Provenza. E mi fermo qui, perché sono una signora.

    ha scritto il 

  • 3

    Una guida turistica della Provenza travestita da romanzo. Onestamente Jerome con Tre uomini in barca lo ha già fatto e decisamente meglio.
    Una Provenza senza lavanda: vabbè, ci può stare. Poi però si legge di una Provenza molto simile all'Italia nella cultura enogastronomica, nelle situazio ...continua

    Una guida turistica della Provenza travestita da romanzo. Onestamente Jerome con Tre uomini in barca lo ha già fatto e decisamente meglio.
    Una Provenza senza lavanda: vabbè, ci può stare. Poi però si legge di una Provenza molto simile all'Italia nella cultura enogastronomica, nelle situazioni allucinanti delle località di villeggiatura, delle persone residenti nei confronti dei turisti, del modo di lavorare, del modo di divertirsi...
    In certi momenti mi pareva di essere in un'Italia che parla francese.
    Un po' snob il lasciare frasi in francese che non vengono tradotte e il descrivere la vita dell'autore che si deduce essere decisamente facoltoso.

    ha scritto il 

  • 4

    Prossimo viaggio? La Provenza

    E' stata una lettura piacevole, istruttiva, divertente.
    Ho conosciuto una zona della Francia che non ho ancora visitato ma credo sarà la meta di uno dei miei prossimi viaggi.
    I personaggi sono descritti nello stesso modo in cui vengono rappresentati nel film francese "Giù dal Nord"(ch ...continua

    E' stata una lettura piacevole, istruttiva, divertente.
    Ho conosciuto una zona della Francia che non ho ancora visitato ma credo sarà la meta di uno dei miei prossimi viaggi.
    I personaggi sono descritti nello stesso modo in cui vengono rappresentati nel film francese "Giù dal Nord"(che nulla ha a che vedere con la versione italiana.

    ha scritto il 

  • 3

    Ho comprato questo libro in previsione di leggerlo durante una vacanza in Provenza, per fare atmosfera. Poi la lettura si è protratta per diversi mesi, ma l'ambientazione è rimasta vivida.
    Non so bene che giudizio dare. Il libro è una raccolta di anneddoti di campagna, personaggi provenzali ...continua

    Ho comprato questo libro in previsione di leggerlo durante una vacanza in Provenza, per fare atmosfera. Poi la lettura si è protratta per diversi mesi, ma l'ambientazione è rimasta vivida.
    Non so bene che giudizio dare. Il libro è una raccolta di anneddoti di campagna, personaggi provenzali fino al midollo, e cibi cucinati in tutti i modi possibili e immaginabili. Il tutto narrato da un inglese. Ho reso l'idea?
    Tirando le somme, è una lettura piacevole, che, grazie alla brevità degli episodi raccontati, non annoia ed intrattiene, a volte riuscendo anche nel miracolo di "trasportare" il lettore in Provenza. Molto carino.

    ha scritto il 

  • 4

    Un libro carinissimo, che si legge in fretta e fa ridere... e venire fame! L'autore ci racconta, mese per mese, la sua nuova vita in Provenza: incidenti quotidiani, incontri casuali, gite fuori porta, pranzi meravigliosi e nuovi amici.
    L'ironia di Mayle e il suo amore per quell'angolo di mo ...continua

    Un libro carinissimo, che si legge in fretta e fa ridere... e venire fame! L'autore ci racconta, mese per mese, la sua nuova vita in Provenza: incidenti quotidiani, incontri casuali, gite fuori porta, pranzi meravigliosi e nuovi amici.
    L'ironia di Mayle e il suo amore per quell'angolo di mondo risultano irresistibili.

    ha scritto il 

  • 4

    Per gli amanti della Provenza

    Comprai questo libro al ritorno da un viaggio in Provenza, sperando che sarebbe tornato utile quando avrei avuto voglia di rivivere un po' di quel posto così magico. Beh, ha funzionato.
    Non è un romanzo, non aspettatevi trame intricate e finali a sorpresa. È il racconto dei dodici mesi viss ...continua

    Comprai questo libro al ritorno da un viaggio in Provenza, sperando che sarebbe tornato utile quando avrei avuto voglia di rivivere un po' di quel posto così magico. Beh, ha funzionato.
    Non è un romanzo, non aspettatevi trame intricate e finali a sorpresa. È il racconto dei dodici mesi vissuti da due inglesi che piano piano scoprono la campagna del Luberon, i suoi abitanti, il cibo, il buon vino, le abitudini quotidiane, la mentalità, e lentamente si adattano ad una vita lontana anni luce da quella frenetica e grigia della loro Inghilterra. Moltissimi riferimenti al cibo, vera passione dei Provenzali, lunghe pagine dedicate al vino, il pane, i funghi, il cinghiale, i dolci, e le erbe di Provenza.
    Un libro semplice, come la terra che descrive.
    Consiglio vivamente di leggerlo a chi la Provenza l'ha visitata già, e soprattutto a chi vuole tornarci: l'autore infatti offre mille spunti utili riguardo nuovi ristoranti, mercati e posti da visitare.
    Molto carino, correrò a cercare nuovi libri dell'autore.

    ha scritto il