Un anno terribile

Voto medio di 1263
| 151 contributi totali di cui 136 recensioni , 15 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Dominic Molise ha un sogno: diventare un giocatore di baseball professionista.Intanto però la sua vita è tutt'altro che semplice: la sua famiglia non ha unsoldo e suo padre insiste perché Dominic segua le sue orme facendo ilmuratore; i compagni lo ...Continua
Ha scritto il 30/10/17
Nella sua bella prefazione Sandro Veronesi crede di aver capito il segreto di Fante:"Ormoni, È questa la sostanza. Le pagine di John Fante sono letteralmente strafatte di ormoni.....che Fante, chissà come ha trovato il verso di iniettare nella ...Continua
Ha scritto il 05/04/17
Il ronzio dei sogni
Ho iniziato il libro "1933 un anno terribile" (consigliato dai preziosi vicini Nood Lesse e Adriana) ignaro del contenuto, pensando a una relazione tra il 1933 e l'ascesa al potere di Hitler e del nazismo in Germania. Mi sbagliavo, perché il libro ...Continua
  • 53 mi piace
  • 23 commenti
Ha scritto il 05/02/17
SPOILER ALERT
"La Tragica Vita di Dominic Molise, scritta da suo padre. Parte Prima: L'Ebbrezza del Muratore. Parte Seconda: Divertimento nella Legnaia. Parte Terza: Come Lasciare che Vostro Padre Vi Rovini la Vita. Parte Quarta: Qui Giace Dominic Molise, Figlio ...Continua
Ha scritto il 31/01/17
letto anni fa, rileggerlo adesso è stato diverso.Rifacendomi all'introduzione di Sandro Veronesi: questo libro pur essendo piccolo contiene la freschezza, lo stordimento, il dolore, la forza, la pietà, lo stupore, la follia, la comicità, ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 13/01/17
Meraviglioso
Meraviglioso. John Fante si "racconta" con una semplicità così ironica che il lettore, morso dalla curiosità, non può fare altro che andare di corsa a comprare tutta la sua produzione.

Ha scritto il Jul 07, 2015, 11:52
Fosse stato lí, vivo, avrei potuto resistergli facilmente come avevo resitito a sua moglie sul nostro vialetto. Ma era morto, terribilmente morto, e io avevo paura della sua totale impossibilità a reagire.
Ha scritto il Jul 07, 2015, 11:51
Dorothy Parrish non sarebbe mai stata mia, nessuno che veniva da Torricella Peligna aveva mai avuto una ragazza come Dorothy Parrish, e non l'avrebbe avuta neanche fra mille anni, non finché ci sarebbe stato un altro uomo sulla terra.
Ha scritto il Feb 13, 2014, 08:10
Sognatori, eravamo una casa piena di sognatori (...). Se chiudevo gli occhi riuscivo a sentire il ronzio dei sogni per tutta la casa, poi mi addormentai.
Pag. 32
  • 1 mi piace
Ha scritto il Feb 09, 2014, 18:06
C'era miseria anche in Abruzzo, ma era più dolce, condivisa da tutti come pane che si passa di mano in mano.
Pag. 14
Ha scritto il Aug 22, 2013, 16:18
Ero steso in quella notte bianca e guardavo il mio respiro che formava piume di vapore. Sognatori, eravamo una casa piena di sognatori. La nonna sognava la sua casa nel lontano Abruzzo. Mio padre sognava di essere senza più debiti e di fare il ...Continua
Pag. 32

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi