Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Un artista del mondo effimero

Di

Editore: Einaudi

3.8
(275)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 204 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Giapponese , Portoghese , Spagnolo , Francese , Tedesco , Finlandese , Lettone , Polacco

Isbn-10: 8806136038 | Isbn-13: 9788806136031 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Laura Lovisetti Fuà

Disponibile anche come: Tascabile economico , Copertina rigida

Genere: Biography , Fiction & Literature , History

Ti piace Un artista del mondo effimero?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ono, narratore e protagonista della vicenda, è stato in gioventù un pittorefamoso, ma al mondo estetizzante dell'arte per l'arte aveva preferito quellopiù concreto del dovere verso la patria, legando così la sua sorte a quelladel nascente nazionalismo giapponese. Nel dopoguerra, però tutto è cambiato.Ono ripercorre con un senso di incredulità e incertezza le tappe della sua vita, mentre nel romanzo si intrecciano i temi che lo hanno segnato: l'arte, lapolitica, l'ambizione, l'incomprensione tra generazioni.
Ordina per
  • 2

    Lento e lungo da masticare come un boccone di pane pieno di mollica. Più che un romanzo è quasi un saggio, sull'arte, l'impegno, la coerenza, le tradizioni. ... La tragedia della seconda guerra mondiale sullo sfondo e un ritmo troppo lento a scandire pagine che via via perdono interesse.

    ha scritto il 

  • 4

    Contemplativo

    Come per rendere omaggio al libro "Letteratura lenta nel tempo della fretta" di A. Buzzola, mi sono cimentato in questa lettura dove, davvero, accade poco o nulla. Dove c'è solo il piacere di ascoltare un anziano giapponese che racconta di sè in modo così pacato, tranquillo...appunto lento. Un mo ...continua

    Come per rendere omaggio al libro "Letteratura lenta nel tempo della fretta" di A. Buzzola, mi sono cimentato in questa lettura dove, davvero, accade poco o nulla. Dove c'è solo il piacere di ascoltare un anziano giapponese che racconta di sè in modo così pacato, tranquillo...appunto lento. Un modo anche per avvicinarsi, seppure molto larvatamente, a una realtà così diversa come quella giapponese

    ha scritto il 

  • 4

    È come una prospettiva a volo d'uccello: trascinato dalle parole di Ishiguro vieni introdotto nel Giappone del dopoguerra e dei decenni precedenti. Il mondo dell'arte, della politica e la vita di Ono si fondono in un tutt'uno che nei racconti del protagonista corrono tra passato e presente per ce ...continua

    È come una prospettiva a volo d'uccello: trascinato dalle parole di Ishiguro vieni introdotto nel Giappone del dopoguerra e dei decenni precedenti. Il mondo dell'arte, della politica e la vita di Ono si fondono in un tutt'uno che nei racconti del protagonista corrono tra passato e presente per cercare una via di fuga dai possibili rimpianti e rimorsi i quali non vengono mai citati direttamente ma solo scolpiti tra le parole e le emozioni. Il futuro? Nell'ultimo paragrafo del libro, uno spiraglio di luce e speranza che forse ha contribuito a far diventare il Giappone la potenza che è oggi.

    ha scritto il 

  • 2

    Purtroppo non mi piace come scrive Ishiguro. Già dai tempi di Never Let Me Go, letto in originale anni fa, lo trovavo troppo freddo, controllato e asettico nello svolgere la narrazione.
    Nel Giappone del dopoguerra un artista che contribuì alla propaganda di un regime che ora vede disprezzat ...continua

    Purtroppo non mi piace come scrive Ishiguro. Già dai tempi di Never Let Me Go, letto in originale anni fa, lo trovavo troppo freddo, controllato e asettico nello svolgere la narrazione.
    Nel Giappone del dopoguerra un artista che contribuì alla propaganda di un regime che ora vede disprezzato insieme ai suoi rappresentanti rivede le sue scelte e ammette i propri errori per amore delle figlie e per il loro avvenire, temendo che la sua reputazione possa danneggiarle. E' una storia di vita famigliare con, intercalata, la narrazione della carriera del pittore. L'ho trovata poco interessante, anche se con qualche concetto che fa pensare parecchio.
    Odiosa ai massimi livelli la figura del nipotino.

    ha scritto il 

  • 5

    Il lento sviluppo di una tragedia incompiuta. Un pittore che attraversa tutta la metà del Novecento in un Giappone in continuo cambiamento, l'orrore e la delazione, l'orgoglio e il rimosso. Un libro attualissimo.

    ha scritto il 

  • 4

    L'ho trovato molto interessante per la visione che getta sulla società giapponese subito dopo la seconda guerra mondiale, sottoposta ad un' incalzante americanizzazione, a fianco della quale sopravvivono tradizioni familiari e culturali. Il bilancio di una vita raccontato con la misura, il senso ...continua

    L'ho trovato molto interessante per la visione che getta sulla società giapponese subito dopo la seconda guerra mondiale, sottoposta ad un' incalzante americanizzazione, a fianco della quale sopravvivono tradizioni familiari e culturali. Il bilancio di una vita raccontato con la misura, il senso del decoro e il rispetto per la forma che siamo soliti associare alla mentalità giapponese, il tutto reso in uno stile impeccabile, dove niente è inutile e che talvolta si trova negli scrittori che scrivono nella lingua di adozione,in questo caso l'inglese. Quanto alla traduzione di "floating world", originariamente reso con "mondo effimero" e ora con "mondo fluttuante", penso che sia più corretta quest'ultima scelta, in quanto rispetta il significato letterale lasciando al lettore di interpretarne il senso.

    ha scritto il 

  • 4

    Decisamente un altro bel libro di Kazuo Ishiguro, in versione "giapponese". Ho apprezzato l'io narrante nelle sue evoluzioni (probabilmente solo esteriori, non credo che abbia cambiato idea su quanto fatto per il suo paese). Un tema quanto mai attuale.

    ha scritto il 

  • 5

    Viaggio nel Giappone tra i ricordi di un artista a cavallo dell'ultima guerra mondiale; egli rimette in discussione la sua vita, ragionando tra passato e presente, in conflitto, per approdare a una serenità futura. Fine narratore, Ishiguro ci conduce con delicatezza, scrupolo, cuore e testa all'i ...continua

    Viaggio nel Giappone tra i ricordi di un artista a cavallo dell'ultima guerra mondiale; egli rimette in discussione la sua vita, ragionando tra passato e presente, in conflitto, per approdare a una serenità futura. Fine narratore, Ishiguro ci conduce con delicatezza, scrupolo, cuore e testa all'interno della società e della storia giapponese conquistando fin dall'incipit il lettore. Io ho trovato questo libro meraviglioso, per forma e contenuto.

    ha scritto il