Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Un corso in miracoli

Di

Editore: Armenia

4.5
(19)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 1307 | Formato: Altri

Isbn-10: 883441117X | Isbn-13: 9788834411179 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: S. Pestarino , F. Merlino , Pasquetto Blanchard T.

Genere: Philosophy , Religion & Spirituality , Textbook

Ti piace Un corso in miracoli?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il volume intende essere una guida spirituale e un manuale diautoapprendimento per la rivalutazione di noi stessi e del mondo. Il testo èstato udito come una sorta di "dettato interiore", nel corso di un periodo disette anni, da Helen Schucman, psicologa clinica americana, ed è focalizatosulla "guarigione dei rapporti" in relazione all'esigenza di mutare il modo incui entriamo in relazione con gli altri.
Ordina per
  • 2

    Delusione totale!!

    Avendo sentito solo lodi sperticate di questo libro, quando l'ho avuto tra le mani la delusione è stata ancora più grande. Non so bene cosa mi aspetttassi, ma di certo non questo.
    I motivi per cui mi ha delusa sono fondamentalmente due.
    1) Il libro tira in ballo Dio, Gesù, lo Spirito Santo ...continua

    Avendo sentito solo lodi sperticate di questo libro, quando l'ho avuto tra le mani la delusione è stata ancora più grande. Non so bene cosa mi aspetttassi, ma di certo non questo. I motivi per cui mi ha delusa sono fondamentalmente due. 1) Il libro tira in ballo Dio, Gesù, lo Spirito Santo e tutto l'armamentario biblico. Certo, è ovvio, questi concetti biblici sono rivisti alla luce della "nuova spiritualità", e probabilmente un ecclesiastico non si troverebbe nemmeno d'accordo con ciò che il libro dice. Ma se tu vuoi scrivere un libro per risvegliare le persone non lo puoi ancorare ad una religione... In questo modo, chi non è cristiano avrà molta difficoltà a leggerlo.Io stessa sono stata molto ma mooolto infastidita da tutti questi riferimenti, ma mi sono detta che in fondo "Dio", "Gesù" e tutto il resto erano solo dei nomi per esprimere concetti più ampi, e così sono andata avanti nella lettura, ma vi confesso che è stata una cosa davvero difficile. Mi sembrava di stare leggendo la Bibbia. Ci mancavano solo Maria e Giuseppe... 2) Ciò che impedisce a molte persone di avvicinarsi alla spiritulaità è che pensano si tratti di qualcosa di lontano dalla vita quaotidiana delle persone, qualcosa di molto teorico e poco pratico. Ebbene, questo libro rinforza tale idea. Posso dirvi la verità? Non ci ho capito un tubo. Sono 500 pagg di concetti totalmente campati in aria, senza né capo né coda. Le cose che hanno un senso si potrebbero riassumere in una 20ina di pagg. Meno male che il libro l'ho pagato solo 20€, sennò se l'avessi pagato a prezzo pieno a quest'ora mi sarei mangiata le mani. Più volte sono stata sul punto di abbandonarlo, e sono andata avanti saltando interi paragrafi o capitoli. Di tutte le farneticazioni lette, questa mi è rimasta impressa "Se un tuo fratello ti dice di fare una cosa sciocca, tu falla". Penso che un'affermazione del genere si commenti da sola.

    La cosa che salva il libro sono gli esercizi, ma avendoli appena inziati non posso dare un giudizio. Anche lì però Dio torna spesso... Insomma, se siete alla ricerca di qualcosa di più pratico che davvero possa aiutarvi nella vita di tutti i giorni, vi consiglio autori come Wayne Dyer, Neale Donald Walsch o Miguel Ruiz. Lasciate perdere questo libro...

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro che mi ha accompagnato per tre mesi..tre mesi in cui ho letto parole che, entrando nella mia anima, hanno modificato il mio presente..Credo che ognuno abbia un percorso da fare. Il mio si è evoluto anche grazie a questa lettura.

    ha scritto il 

  • 5

    Il riassunto del libro

    Esiste una sola emozione reale su questo pianeta: l'amore. Tutte le altre emozioni negative derivano dalla paura e sono una mera illusione. Una semplice variazione della prospettiva temporale mostra all'inconscio l'illusione che l'emozione è, ed essa - automaticamente - scompare.

    ha scritto il