Un cuore così bianco

Voto medio di 1794
| 371 contributi totali di cui 220 recensioni , 151 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Juan si è appena sposato con Luisa, ma fin dal viaggio di nozze viene assalito da brutti presentimenti, da uno strano malessere. Capisce che la causa delle sue inquietudini va ricercata nei punti oscuri del suo passato, della sua famiglia, ma non ... Continua
Ha scritto il 15/09/17
Antichi segreti
Riconosco il fatto che Javier Marías non sia il mio scrittore spagnolo preferito, ma riconosco all’autore madrileño uno stile preciso e identificabile.L’idea di narrazione di Marías, ché di romanzo vero e proprio non si puo’ parlare, è ...Continua
Ha scritto il 02/08/17
Come ubriacarsi
La "parlantina" prolissa, ubriacante e filosofeggiante di Marias mi ricorda tanto quegli studenti che alle interrogazioni confondono il professore con le chiacchiere e alla fine non si capisce se sono preparati o no. Non è questo il caso perchè la ...Continua
  • 1 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 21/06/17
4 1/2*
Ha scritto il 20/04/17
Ci sa fare con le parole Marìas. Non è da tutti rendere un bel romanzo attraversando le sdrucciolevoli strade di un periodare anarchico che ha come scopo quello di seguire le altrettanto sdrucciolevoli strade dei propri pensieri, passando con ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 16/02/17
Non ho voluto sapere, ma ho saputo.....
Avrei potuto tacere per sempre,ma a volte si crede di amare di più se si racconta un segreto, raccontare sembra a volte un ossequio, il maggiore ossequio che si possa fare, la maggiore lealtà, la maggiore prova d'amore e di dedizione.Scegliere di ...Continua
  • 10 mi piace
  • 5 commenti

Ha scritto il Feb 05, 2017, 11:23
É strano come a volte un pensiero ci arrivi con tanta nitidezza e forza da non poter più mediare tra esso e il suo compimento.
Ha scritto il Feb 05, 2017, 11:22
I nemici peggiori sono gli amici, amico mio...
Ha scritto il Feb 05, 2017, 11:22
«Tutti obbligano tutti, non tanto a fare ciò che non vogliono, quanto piuttosto a fare ciò che non sono certi di volere, perché quasi nessuno sa cosa non vuole, e meno ancora cosa vuole, questo non c'è modo di saperlo».
Ha scritto il Feb 05, 2017, 11:21
il matrimonio è un'istituzione narrativa.
Ha scritto il Feb 05, 2017, 11:20
Uscire, e parlare, e fare, muoversi, guardare e sentire ed essere percepiti ci pone in un rischio costante, ma neppure rinchiudersi e tacere e stare tranquilli ci salva dalle conseguenze, dalle situazioni logiche e irrimediabili, da ciò che oggi è ...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi