Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Un cuore così bianco

By Javier Marías

(118)

| Paperback | 9788879892452

Like Un cuore così bianco ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

240 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Un pensiero non è reale finché resta solo un'idea. È un embrione, un potenziale. Non è niente. Come un tradimento. Come una colpa. È meglio mantenere il segreto, nonostante tutto. Oppure no, oppure è meglio dirsi tutto, tutto quello che non va, tutto ...(continue)

    Un pensiero non è reale finché resta solo un'idea. È un embrione, un potenziale. Non è niente. Come un tradimento. Come una colpa. È meglio mantenere il segreto, nonostante tutto. Oppure no, oppure è meglio dirsi tutto, tutto quello che non va, tutto quello che abbiamo fatto, tutto quello che non avremmo mai voluto fare. Meglio essere sinceri, lasciare andare le parole, liberarsi, dal peso del silenzio. Liberarsi. Ma a quale prezzo?

    - See more at: http://startfromscratchblog.blogspot.com/2014/10/cuore-…

    Is this helpful?

    Maria said on Oct 1, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    illuminante

    le prime pagine di questo romanzo sono ingannatrici - un suicidio all'ora di pranzo - e non sono nulla di quanto si potrà scoprire nel procedere della lettura.
    io ho scoperto riflessioni importanti sul ruolo delle parole nelle relazioni personali,su ...(continue)

    le prime pagine di questo romanzo sono ingannatrici - un suicidio all'ora di pranzo - e non sono nulla di quanto si potrà scoprire nel procedere della lettura.
    io ho scoperto riflessioni importanti sul ruolo delle parole nelle relazioni personali,sulla morte,sulla vita di coppia,sui segreti che ciascuno di noi ha,sul detto e il non detto,su "e adesso?"
    la scrittura di Marias è perfetta per lo scopo e il ripetere di certi concetti per me è stata scelta azzeccatissima e riuscitissima.
    da non perdere

    Is this helpful?

    Jane Austen said on Aug 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un romanzo che pone al lettore il tema di come cercare di risolvere attraverso la conoscenza, la parola e il dialogo i dubbi che ci avvolgono quando ricerchiamo in noi stessi e negli altri quei "lati oscuri" della vita che ci tormentano e che vorremm ...(continue)

    Un romanzo che pone al lettore il tema di come cercare di risolvere attraverso la conoscenza, la parola e il dialogo i dubbi che ci avvolgono quando ricerchiamo in noi stessi e negli altri quei "lati oscuri" della vita che ci tormentano e che vorremmo fossero svelati.
    Forse, a volte, un po' troppo insistente nel rimarcare le riflessioni e introspezioni, al limite della ripetività e dell'ovvio.
    Ho trovato molto interessante le riflessioni fatte sulla parola e il linguaggio in tutta la narrazione, anzi questo mi appare il vero volano su cui ruota la vicenda.

    Is this helpful?

    Luciano said on Aug 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Credo di aver riletto le stesse frasi almeno cinque volte, sparse per il libro.
    Che peso!

    Is this helpful?

    Lou said on Jul 6, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    "Ho scoperto (ma solo dopo averlo terminato) che Corazon tan blanco parlava del segreto e delle sua possibile convenienza, della persuasione e della istigazione, del matrimonio, della responsabilita' di chi ha saputo, dell'impossibilita' di sapere e ...(continue)

    "Ho scoperto (ma solo dopo averlo terminato) che Corazon tan blanco parlava del segreto e delle sua possibile convenienza, della persuasione e della istigazione, del matrimonio, della responsabilita' di chi ha saputo, dell'impossibilita' di sapere e dell'impossibilita' di ignorare, del sospetto, del parlare e del tacere. Ma se sono arrivato a sapere tutto questo e' stato perche', come capita leggendo gli autori che ho menzionato, mentre scrivevo mi sono sentito obbligato a interrompermi per una digressione, una divagazione o un inciso: il mio interesse di scrittore non e' molto diverso dal mio interesse di lettore, e come tale voglio vedermi costretto a fermarmi a pensare, e quando succede questo non mi importa molto di cosa venga raccontato" (J.Marias, Viaggiare con la bussola, pubblicato in appendice al romanzo e tratto dal volume Literatura y fantasma, Madrid 1993).

    Is this helpful?

    Giulio said on Jun 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    una pena, una noia mortale, milioni di parole per non dire niente. non so se riuscirò a finirlo.

    Gettato la spugna a pag. 109. Leggere deve essere un piacere, non una tortura.

    Is this helpful?

    Federica Malaguti said on May 21, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book