Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Un dernier verre avant la guerre

By Dennis Lehane

(6)

| Paperback | 9782743607388

Like Un dernier verre avant la guerre ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

101 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Una piccola delusione: qualcosa nel modo di scrivere mi ha lasciato interdetta, come se mancassero delle parti per andare più in profondità. Così mi è sembrato tutto un susseguirsi di strane azioni e reazioni. Neanche i personaggi mi sono andati a g ...(continue)

    Una piccola delusione: qualcosa nel modo di scrivere mi ha lasciato interdetta, come se mancassero delle parti per andare più in profondità. Così mi è sembrato tutto un susseguirsi di strane azioni e reazioni. Neanche i personaggi mi sono andati a genio. Peccato perché ho almeno altri due libri di questo autore ancora da leggere. Superficiale

    Is this helpful?

    pippo.gota said on May 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il primo della serie Pat & Angie. Ritmo incalzante, storia che ti prende, non un mistero, i fatti sono svelati quasi subito e non vedi l'ora di scoprire se i nostri eroini avranno la meglio sui cattivi. Diciamo 3 stelline e mezzo.

    Is this helpful?

    LoriG said on May 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Chep. 14 被劉蓓妗借走了 (20140316)

    Is this helpful?

    小虎 said on Mar 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E due!

    Proprio così, il secondo Lehane e il secondo incontro positivo con le sue opere. Un drink prima di uccidere è molto diverso da L'isola della paura. Molto più semplice e immediato forse, ma con un risvolto sociale non indifferente. Il potere dei bianc ...(continue)

    Proprio così, il secondo Lehane e il secondo incontro positivo con le sue opere. Un drink prima di uccidere è molto diverso da L'isola della paura. Molto più semplice e immediato forse, ma con un risvolto sociale non indifferente. Il potere dei bianchi e le gang nere sono i protagonisti di questo thriller. Assieme a loro una coppia di personaggi che sembra promettere bene per i prossimi capitoli. Adesso sono curioso di leggere Mystic river. Qualcosa mi dice che non resterò deluso

    Is this helpful?

    Timoria Vendikattivan said on Feb 24, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    A una certa età ogni cosa tranne ieri sembra giovane

    Ritmo incalzante, scrittura scorrevole, descrizioni accurate, personaggi definiti magnificamente, trama coinvolgente, ironia, dialoghi scorrevoli e divertenti ma anche riflessioni serie e profonde (e molto attuali) caratterizzano questo bel romanzo ...(continue)

    Ritmo incalzante, scrittura scorrevole, descrizioni accurate, personaggi definiti magnificamente, trama coinvolgente, ironia, dialoghi scorrevoli e divertenti ma anche riflessioni serie e profonde (e molto attuali) caratterizzano questo bel romanzo di Lehane. La coppia Angie & Patrick fa faville! Da una prima occhiata la trama che tira in ballo politica, gang, razzismo, droga, pedofilia potrebbe sembrare banale e scontata, ma non è così, credetemi, vi sorprenderà! Mi chiedo solo perché mai ho aspettato tanto a leggerlo!!! :)

    Credo in Dio. Forse non nel Dio cattolico e forse neanche in quello cristiano perché è difficile per me vedere Dio come un elitario. Mi è anche difficile credere che chi ha creato le foreste pluviali, gli oceani e un universo infinito, abbia contemporaneamente creato a sua immagine e somiglianza qualcosa di così innaturale come l'umanità. Credo in Dio, ma non come a un Lui o una Lei o un Esso, ma come qualcosa che mette a dura prova la mia capacità di razionalizzare la sua esistenza nell'ignobile contesto in cui opero.

    Una volta che tutto il male è stato introdotto a forza dentro di te, diventa parte del tuo sangue, ti scorre nelle vene e fuoriesce nuovamente, macchiando tutto il percorso. Il male non se ne va mai via a prescindere da quel che fai. Chiunque la pensi diversamente è un ingenuo. Puoi solo sperare di riuscire a controllarlo, di rinchiuderlo a forza in un posto nascosto e di tenerlo lì, come un fardello costante.

    Los Angeles brucia e tantissime altre città covano sotto la cenere, in attesa della manichetta che spargerà benzina sui tizzoni, mentre noi ce ne stiamo qui ad ascolate i politici che alimentano il nostro odio e le nostre vedute ristrette dicendoci che si tratta semplicemente di ritornare ai valori tradizionali. E ce lo dicono mentre se ne stanno seduti nello loro proprietà sulla spiaggia ad ascoltare il frangersi delle onde per non sentire le urla di quelli che annegano. Ci dicono che è una questione razziale e noi ci crediamo. La chiamano democrazia e noi assentiamo con il capo, compiaciuti di noi stessi.

    Is this helpful?

    CriSting said on Dec 10, 2013 | 3 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book