Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Un diamante da Tiffany

Di

Editore: Newton Compton (Anagramma)

3.8
(704)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 509 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco

Isbn-10: 8854136514 | Isbn-13: 9788854136519 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: R. Visconti

Disponibile anche come: eBook , Altri

Genere: Fiction & Literature , Romance , Travel

Ti piace Un diamante da Tiffany?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Cassie pensava di aver realizzato il suo sogno d'amore, sposando il suo primo fidanzato. Adesso, a distanza di dieci anni, si sente tra dita e a pezzi. Il suo matrimonio è in crisi, non ha un lavoro e nemmeno una casa: ha urgente bisogno di capire chi sia realmente e quale direzione prendere. È ora di voltare pagina e abbandonare la vita fin troppo tranquilla della campagna scozzese. Così decide di passare del tempo con ognuna delle sue migliori amiche, nelle tre capitali più glamour del mondo: New York, Parigi e Londra. In un viaggio ricco di sorprese e incontri inaspettati, dalle vetrine luccicanti della Fifth Avenue ai caffè sugli Champs Élysées, fino alle stradine colorate di Notting Hill, Cassie cercherà di scoprire quale sia la città su misura per lei. Sarà la magica scatolina blu di Tiffany a cambiare la sua vita per sempre?
Ordina per
  • 4

    Cassie è sposata da dieci anni con Gil, vive in Scozia dove trascorre una vita tranquilla e campagnola e ha una migliore amica di nome Wiz. All’improvviso la sua esistenza pacifica ha un enorme scosso ...continua

    Cassie è sposata da dieci anni con Gil, vive in Scozia dove trascorre una vita tranquilla e campagnola e ha una migliore amica di nome Wiz. All’improvviso la sua esistenza pacifica ha un enorme scossone: la giovane, durante la festa per celebrare i dieci anni di matrimonio, scopre casualmente un segreto che riguarda suo marito e la sua amica e che inevitabilmente conduce il matrimonio al capolinea. Le amiche di sempre Kelly, Anouk e Suzy le propongono un anno d’intensi rinnovamenti: Cassie dovrà vivere alcuni mesi rispettivamente a New York, Parigi e Londra non solo per dimenticare Gil, ma anche per vivere nuove esperienze e conoscere nuove persone. E così tra sfilate di moda, cambi di look, ristoranti, nascite e nuovi amici, Cassie imparerà a conoscere e apprezzare una nuova sfumatura di se stessa, grazie anche a liste di compiti che qualcuno scrive per lei.

    “Henry si stava per sposare con un’altra. Un’altra donna bellissima, misteriosa, slanciata ed elegante. Cosa avrebbe dovuto fare lei secondo Suzy? Sabotare il fidanzamento, e tutto perché loro due avevano vissuto qualche momento di desiderio dal quale lui era scappato ogni volta? Tra l’altro, Suzy non aveva visto come si stava comportando con lei, dopo quel misero, incredibile, sconcertante bacetto. Era come se lui la vedesse come una specie di diavolessa che gli aveva rubato l’anima.”

    L’elemento che contraddistingue questo romanzo è il ritmo serrato e incalzante che accompagna il lettore durante tutto lo spazio narrativo. Sin dalle primissime pagine il personaggio di Cassie cattura l’attenzione e suscita simpatie. Donna ferita e umiliata, non si lascia sopraffare dal dolore e si affida totalmente alle sue amiche.

    Il tema dell’amicizia è il focus di questo romanzo. Ciò che lega Cassie, Kelly, Anouk e Suzy è un sentimento unico, che probabilmente trascende il concetto stesso di amicizia. Pur abitando in città distanti chilometri l’una dall’altra è come se si trovassero a condividere lo stesso tetto, sempre pronte a essere reciproci punti di riferimento. È proprio in virtù di questo legame che il grand tour di Cassie potrà svolgersi.

    Ogni città ha un proprio stile, delle tradizioni, un modo tutto personale di approcciarsi alla vita. Cassie appare sempre pronta a reinventarsi dal semplice taglio e colore di capelli, all’ambito lavorativo, per passare attraverso esperienze uniche che porteranno conseguenze e ricordi. La protagonista dal punto di vista psicologico apparirà, dunque, assai diversa a seconda della città nella quale si trova a soggiornare e alla fine del romanzo ciò che spiccherà in lei sarà il suo essere profondamente cresciuta.

    New York: ospite di Kelly, Cassie si trasformerà in una bionda ragazza metropolitana; conoscerà da vicino il mondo della moda, arrivando a essere protagonista di un servizio fotografico;

    Parigi: ospite di Anouk, Cassie diverrà una ragazza sofisticata grazie a un caschetto castano e a uno stile tutto parigino, inizierà ad apprezzare l’arte culinaria e avvertirà un pesante senso di perdita e precarietà della vita;

    Londra: ospite di Suzy, Cassie, bionda inglesina tutto pepe, si avvicinerà al mondo dei fiori e del wedding planner, capirà il vero senso del termine “famiglia” e sarà pronta a fare i conti col passato, per correre poi verso un incredibile futuro.

    Presenza discreta che diviene via via più importante è quella di Henry, fratello minore di Suzy, colui che la guida in questo universo di trasformazioni, l’unico che davvero riesce a comprendere la sua psiche e a corteggiarla come un uomo d’altri tempi, senza risultare mai opprimente.

    L’autrice si serve di uno stile semplice, fluido, molto dialogato capace di ammaliare il lettore tenendolo incollato alle pagine. Ampissimo è dunque il coinvolgimento emotivo non solo perché ben presto la curiosità prende il sopravvento, ma anche perché in ogni donna vi è un po’ di Cassie.

    Un romanzo di formazione leggero, di piacevole lettura e dall’ampio impatto sensoriale. Una storia moderna e romantica. Un inno all’amicizia, quella vera.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Christmas at Tiffany's

    Della Swan ho letto solo due libri, questo e “Natale a Londra con amore” e, con entrambi, ho un rapporto contradittorio. Non posso dire che non mi piacciano ma, sinceramente, non posso neanche dire ch ...continua

    Della Swan ho letto solo due libri, questo e “Natale a Londra con amore” e, con entrambi, ho un rapporto contradittorio. Non posso dire che non mi piacciano ma, sinceramente, non posso neanche dire che li trovo belli.
    In tutti e due ho riscontrato questo schema (e ho il sospetto che sia un modello comune a tutti i suoi libri): un dramma travolge la protagonista. Ha degli amici (ultra stereotipati) che la supportano. Incontra quello che potrebbe essere l’amore della sua vita ma sai già che non è così, perché c’è quell’altro che sembra fatto apposta per lei ma che, all’inizio, non è considerato. L’amore si rivela non così splendido e magari un po’ bastardo, però non è ancora ora di farle incontrare il vero prescelto. Succede qualche altra (prevedibile) tragedia e, magari, gli si affibbia un’altra relazione. Alla fine messa alle strette, chiarisce i propri sentimenti e, con un affrettato e prevedibile finale, c’è l’happy ending.
    I titoli dei libri, quelli in italiano e, per motivi diversi, anche quelli originali, c’entrano poco con il soggetto del libro stesso.
    Ora, passando allo specifico di questo libro, la storia è anche piuttosto surreale. La mogliettina tradita e manipolata, tutta casa e brughiera scozzese e un po’ sciattina, si trasforma in una donna fatale, con uno stuolo di ammiratori, diventando, all’improvviso prima una modella, passando all’essere musa, poi una chef di talento, proseguendo come wedding planner e organizzatrice di eventi super esperta, il tutto senza accorgersi che l’amico d’infanzia, è da sempre innamorato di lei. Senza dimenticare i personaggi standardizzati di contorno, a cominciare dalle amiche: c’è la francese snob, la newyorkese iper impegnata, la londinese materna ma sempre con un’attività di successo, l’amico parrucchiere gay, la modella stronza, il fotografo figo, puttaniere e senz’anima.
    Il personaggio che più mi è piacito è senz’altro Henry, paziente e costante nel suo amore ma, perché tutti questi segreti? Perché nascondere i proprio sentimenti? Perché autoconvincersi di cose che sono l’opposto della realtà, farsi del male da soli, anziché discuterne, confrontarsi?
    A Cassie non posso perdonare la debolezza finale, perché questa indecisione sul marito fedifrago e idiota? Davvero pensava di poter tornare con lui solo perché Henry sembrava averla chiusa fuori?
    Il finale è deludente, prevedibile, affrettato e c’è poco approfondimento del rapporto tra Cassie e Henry, dopo che, finalmente, si sono dichiarati.
    Vogliamo parlare dell’infinto elenco di marche dei prodotti più disparati? Perché c’è questa terribile moda di elencare un infinta serie di brand? È noioso.
    Mi rendo conto che ho scritto una stroncatura di questo libro, e allora perché le stelle sono tre? Perché, nonostante tutto, è riuscita a coinvolgermi abbastanza profondamente nella storia e, anche se molte cose erano strascontate, dovevo sapere assolutamente, come andava a finire.

    ha scritto il 

  • 3

    Sarebbe potuto essere un gioiellino di libro, se ovviamente l'autrice non fosse stata così decisa a concludere la trama in due parole. Perché soffermarsi pagine e pagine su cose apparentemente inutili ...continua

    Sarebbe potuto essere un gioiellino di libro, se ovviamente l'autrice non fosse stata così decisa a concludere la trama in due parole. Perché soffermarsi pagine e pagine su cose apparentemente inutili per poi concludere il tutto così frettolosamente? Da Parigi in poi la Swan è andata calando.

    [FK]

    ha scritto il 

  • 2

    http://barbaggianate.blogspot.it/2014/11/un-diamate-da-tiffany-karen-swan.html

    Ci tengo a precisare che ho dato 2 stelle perché non è il mio genere e la storia l'ho trovata estremamente surreale e sup ...continua

    http://barbaggianate.blogspot.it/2014/11/un-diamate-da-tiffany-karen-swan.html

    Ci tengo a precisare che ho dato 2 stelle perché non è il mio genere e la storia l'ho trovata estremamente surreale e superficiale. Per quello che racconta (sapevo già la fine dopo pochi capitoli), 500 pagine sono DECISAMENTE TROPPE. Due stelle perché comunque il libro è scritto molto bene.

    ha scritto il 

  • 3

    Avrei voluto sognare di più! Dal titolo mi aspettavo un romanzo molto più incentrato sulla mitica boutique newyorkese: per fortuna la chiave della storia non è una fredda e bellissima pietra, ma una s ...continua

    Avrei voluto sognare di più! Dal titolo mi aspettavo un romanzo molto più incentrato sulla mitica boutique newyorkese: per fortuna la chiave della storia non è una fredda e bellissima pietra, ma una sincera e reale persona. Mi è piaciuto rivedere posti che ho già vissuto! 7,5

    ha scritto il 

  • 4

    Cassie, Kelly, Anouk, Suzy, Henry, Gil,

    Dopo avere scoperto tempi indietro un libro di questa autrice, ora ho cercato di recuperare anche gli altri, perchè
    mi piace molto il modo in cui scrive, tratt ...continua

    Cassie, Kelly, Anouk, Suzy, Henry, Gil,

    Dopo avere scoperto tempi indietro un libro di questa autrice, ora ho cercato di recuperare anche gli altri, perchè
    mi piace molto il modo in cui scrive, trattando temi attuali e di vita comune, con attenzione ma anche quel poco di
    frivolezza che non guasta mai.

    La protagonista di questa storia è Cassie, una giovane donna arrivata al decimo anniversario del suo matrimonio con Gil,
    il suo primo amore.
    Per l'occasione riunisce le sue amiche di sempre, Kelly, Anouk e Suzy per i festeggiamenti.
    Le ragazze non possono essere più diverse l'una dall'altra, ma nello stesso tempo inseparabili.

    Proprio durante i festeggiamenti dell'anniversario del matrimonio, Cassie scopre un segreto di Gil che le sconvolgerà la
    vita e la porterà a scappare.

    Fortuna che ci sono le sue amiche a supportarla fino a quando non si sarà ripresa e non avrà capito come comportarsi.

    Decide quindi di passare un periodo di tempo a New York da Kelly, dove verrà trasformata in una ragazza cosmpolita
    super alla moda. Aiuterò Kelly nel suo lavoro nel campo della moda e farà tanti pasticci ma anche tanti incontri
    interessanti, tra cui il suo parrucchiere prediletto che diventerà uno dei suoi migliori amici e confidenti.

    E' proprio a New York che incontra per caso Henry, il fratello minore di Suzy. Lui per lavoro viaggia per tutto il mondo,
    e si impegna ad aiutare Cassie a scoprire la città con una lista di cose da fare e da vedere, un pò tipo " le cose da
    fare assolutamente a New York" per intenderci.

    Vicende che non vi svelo e che scoprirete solo con la lettura del libro, Cassie si trasferisce a Parigi da Anouk.
    Posto nuovo Cassie nuova, e viene trasformata nella tipica ragazza francese attenta alla cura di se e con fascino.
    Anche a Parigi Henry le farà una lista di cose da vedere, e proprio grazie a questa lista incontrerà Claud, cuoco
    pluripremiato dall'animo inquito che le farà capire il suo amore per la cucina.

    Andiamo avanti perchè le vicende si evolgono, e Cassie si trasferisce a Londra da Suzy, dove aiuterà l'amica con la sua
    attività di Wedding Planner anche perchè lei è in procinto di partorire e un aiuto le serve.

    Qui Cassie si trasforma di nuovo, ma visto che i cambiamenti drastici sono quasi finiti, è ora che scopra una versione
    di se molto simile all'originale ma un pò migliorata.

    Henry è sempre presente con la sua lista, ma questa volta, vivendo anche lui a Londra, sarà lui stesso la guida durante
    le sue scoperte della città.

    Arriva il punto che Cassie è finalmente pronta a prendere una decisione, fare firmare le carte del divorzio a Gil o
    perdonarlo e dargli una seconda possibilità, anche se quello che ha fatto sarà sempre presente nel loro rapporto.

    Le sue amiche la supporteranno fino alla fine della sua decisione, e Henry, sempre così presente, è solo l'amico che
    ha sempre pensato, o tutte le sue liste e le sue sorprese nascondono in fondo sentimenti più profondi ?

    La risposta a tutte queste domande la troverete leggendo il libro.

    Concludo dicendo che mi è piaciuto davvero molto, non tanto per la storia ma proprio per la narrazione, per la descrizione
    dei personaggi e dei luoghi che visita, descrizione molto particolareggiata che dimostra che l'autrice stessa ha davvero
    visitato quei luoghi per viverli in prima persona e farli rivivere con la narrazione.

    Non mi resta che augurarvi Buona Lettura !

    ha scritto il