Un estraneo al mio fianco

di | Editore: RL Libri
Voto medio di 319
| 64 contributi totali di cui 55 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Questa è la storia di un assassino spietato, affascinante e carismatico, che a un certo momento della sua esistenza ha iniziato a uccidere e ha continuato a farlo per diversi anni, senza lasciare la minima traccia e tenendo sotto pressione la ...Continua
Ha scritto il 13/12/17
Da leggere senza pregiudizi
La storia di uno dei più efferati serial killer americani raccontata da una scrittrice che lo conosceva. È un libro che, se letto cercando di mettere da parte i pregiudizi, offre molti spunti di riflessione. Primo fra tutti: il serial killer è ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 10/03/15
Potremmo tutti avere un criminale al nostro fianco
Ted Bundy fu uno dei più famosi serial killer: negli anni ’70 uccise più di trenta ragazze. Affascinante e gentile, le avvicinava senza destare sospetti e ne abbandonava i cadaveri in luoghi sempre diversi, dall’Ovest degli Stati Uniti alla ...Continua
Ha scritto il 20/04/14
Il modo di narrare la vicenda non mi è piaciuto affatto. Non che mi aspettassi un romanzo, ma almeno una serie cronologica di vicende e una parte più consistente della conoscenza tra l'autrice e Ted Bundy. Invece, al posto di raccontare la storia, ...Continua
Ha scritto il 19/02/14
SPOILER ALERT
Lunghissimo!
Tre stelle e 1/2 in realtà.Non si può dire che non sia ben raccontato e avvincente ma risulta lungo e ripetitivo.Sono stata molto combattuta durante questa lettura...alcune volte ho provato un po' di fastidio nei confronti della Rule che ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 06/11/12
Nato come il resoconto, redatto da una giornalista di cronaca nera, di diversi omicidi irrisolti riguardanti graziose ragazze americane e che pertanto sarebbe dovuto essere scritto in modo distaccato, questo libro si è poi trasformato in un ...Continua
  • 5 mi piace

Ha scritto il Nov 07, 2012, 01:08
Il giorno dopo Ted sarebbe morto. Il 24 gennaio.Ero finalmente arrivata al punto in cui dovevo affrontare le mie reazioni. Non potevo contare sulla forza d'inerzia per superare le ventiquattr'ore successive. Avevo una sensazione molto simile a ...Continua
Pag. 536
Ha scritto il Nov 07, 2012, 00:56
Sono convinta che le ricerche di Ted sugli omicidi seriali fossero dettate dal disperato bisogno di capire cosa non andava in lui. Sapeva benissimo di non essere pazzo, ma capiva anche che c'era qualcosa di profondamente anormale nelle sue azioni, ...Continua
Pag. 502
Ha scritto il Nov 07, 2012, 00:54
"La coscienza ci rende tutti codardi", fa dire Shakespeare ad Amleto, ma è essa che ci contraddistingue dagli animali, è la coscienza che ci rende umani. Ci permette di amare, di condividere il dolore di un'altra persona, e crescere. Per quanto ...Continua
Pag. 433
Ha scritto il Nov 07, 2012, 00:48
Ted arrivò nella mia vita, anche se marginalmente, in un momento in cui tutte le certezze che mi avevano sostenuta per anni si erano infrante. Il vero amore, il matrimonio, la fedeltà, la fiducia cieca... Tutte queste magnifiche verità si erano ...Continua
Pag. 432
Ha scritto il Nov 07, 2012, 00:41
La verità si trovava da qualche parte, in mezzo a una complessa ragnatela di sospetti, dinieghi e indagini, che continuavano.
Pag. 238

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi