Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Un gruppo di allegre signore

Di

Editore: TEA (Tea Due)

3.8
(443)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 250 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo

Isbn-10: 8850217390 | Isbn-13: 9788850217397 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature , Humor , Mystery & Thrillers

Ti piace Un gruppo di allegre signore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nemmeno di sabato Precious Ramotswe può stare tranquilla. La famosa investigatrice africana sembra attirare i guai peggio di una calamita. Basta che si sieda al tavolino di un bar perché le capiti di assistere a un raggiro e di essere accusata lei stessa di furto. Sconvolta, torna a casa pregustando una bella tazza di tè rosso, ma al momento di fare un sonnellino scopre un ladro sotto il letto. E nei giorni a seguire non va meglio: con lo scassato furgoncino bianco investe un ex detenuto e, per concludere in bellezza, dalla nebbia del passato spunta il violento ex marito... Un altro cadrebbe in preda allo sconforto, ma non lei, che può contare, come sempre, su JLB Matckoni, suo novello sposo e persona di specchiata onestà; sull'occhialuta signorina Makutsi, che finalmente ha trovato uno spasimante di suo gradimento; sull'energica direttrice dell'orfanotrofio, Silvia Potokwanc, dispotica ma sincera amica, e su un'impareggiabile capacità di creare empatia con gli altri che le permetterà ancora una volta di risolvere tutti i casi che si presenteranno alla sua porta.
Ordina per
  • 4

    La mia rassicurante africa

    Sono indietro sulla lettura delle avventure della mia investigatrice preferita, così cerco di recuperare in questa estate indolente e casalinga.
    Solite rassicuranti atmosfere africane, quel bene che trionfa e male che ha la sua giusta punizione, ma anche la sua redenzione.
    Insomma, qu ...continua

    Sono indietro sulla lettura delle avventure della mia investigatrice preferita, così cerco di recuperare in questa estate indolente e casalinga.
    Solite rassicuranti atmosfere africane, quel bene che trionfa e male che ha la sua giusta punizione, ma anche la sua redenzione.
    Insomma, quelle belle cose che nella vita reale non accadono mai, ma che è bello sognare

    ha scritto il 

  • 4

    Leggo di Alexander McCall Smith che è nato e cresciuto in Africa e insegna in una Università di Edimburgo. Non so quanto i suoi personaggi africani (e in particolare femminili) siano "veritieri". Peccato non saperlo perchè lo sguardo sulla vita quotidiana del Botswana è uno degli aspetti che mi a ...continua

    Leggo di Alexander McCall Smith che è nato e cresciuto in Africa e insegna in una Università di Edimburgo. Non so quanto i suoi personaggi africani (e in particolare femminili) siano "veritieri". Peccato non saperlo perchè lo sguardo sulla vita quotidiana del Botswana è uno degli aspetti che mi attraggono nella lettura dei suoi libri (sono al secondo).
    Simpatica comunque la signora Precious Ramotswe, fondatrice della Ladies' Detective Agency N° 1 nella città di Gaborone, una signora dalla “corporatura tradizionale” (corporatura di cui si tessono le lodi), moglie del bravissimo meccanico JLB Matekoni. Simpatica la sua assistente, la signorina Makutse, diplomata con 97 su 100 alla scuola per segretarie del Botswana, con i suoi grossi occhiali da vista.
    Agenzia investigativa, ma in questo romanzo non c'è la minima ombra di un giallo, piuttosto i piccoli incidenti e i problemi relazionali della quotidiana.
    Centrali in questo romanzo: ovviamente (per chi ha letto gli altri) il furgoncino bianco, una zucca, una Mercedes e un incidente con una bicicletta.

    ha scritto il 

  • 4

    Deliziosi, ed al tempo stesso inaspettatamente profondi, i romanzi con la signora Ramotswe.

    E la cosa più bella è che si esprimono, apputo , concetti assai profondi con la semplicità accessibile anche ad un bambino.

    Lettura per CHIUNQUE, nel senso più ampio del termine.

    ha scritto il 

  • 4

    Alexander McCall Smith è un prolifico scrittore africano di origini scozzesi in cui mi sono imbattuta per caso leggendo “Le lacrime della giraffa”, uscito con Repubblica. Rimasi subito molto colpita dalla scrittura: leggera, eufemistica, moderatamente umoristica, gradevolissima, insomma. Si tratt ...continua

    Alexander McCall Smith è un prolifico scrittore africano di origini scozzesi in cui mi sono imbattuta per caso leggendo “Le lacrime della giraffa”, uscito con Repubblica. Rimasi subito molto colpita dalla scrittura: leggera, eufemistica, moderatamente umoristica, gradevolissima, insomma. Si tratta di gialli, ma non d’azione, non truculenti, bensì storie tenui, delicate, risolte con la consueta competenza dalla signora Precious Ramotswe, fondatrice della No. 1 Ladies' Detective Agency nella città di Gaborone, nel Botswana. Un personaggio formidabile, dalla “corporatura tradizionale”, un modo elegante per dire che è decisamente grassa, che affronta i casi e la vita con flemma, raziocinio, delicatezza, anche quando, come in questa occasione, la coinvolgono in prima persona. Poi ci sono gli altri personaggi, che le fanno da contorno: la signorina Makutse, l’assistente detective, diplomata con voto altissimo alla scuola per segretarie del Botswana ma oppressa da un fisico sgraziato e da grossi occhiali da vista; il signor JLB Matekoni, marito della protagonista, proprietario di un’officina, bravissimo meccanico dal carattere troppo mite e dal cuore tenero; gli apprendisti fannulloni. E poi c’è la quotidianità di questo paese africano in via di modernizzazione, con tutti i problemi (anche il cambiamento di mentalità) che ciò comporta, ma in cui la vita scorre ancora lenta e abbastanza tranquilla. Leggendo questo libro mi è venuto da pensare a come spesso noi abitanti dei paesi cosiddetti “industrializzati” ci complichiamo la vita inutilmente e da rimpiangere la semplicità.

    ha scritto il 

  • 3

    Altre volte c'era la scusa del giallo, in questo neanche un accenno al giallo, ma come dico sempre Precious ha la capacità di rilassarmi e farmi sognare l'Africa e tanto mi basta

    6.5/10

    ha scritto il 

  • 4

    "Un gruppo di allegre signore" é l'ultima storia in cui la protagonista é Precious Ramotswe, la titolare dell'unica agenzia investigativa di Gaborone nel Botswana. Mma Ramotswe é una donna di mezza età, dalla corporatura di stampo tradizionale che incarna al meglio i valori della società del Bots ...continua

    "Un gruppo di allegre signore" é l'ultima storia in cui la protagonista é Precious Ramotswe, la titolare dell'unica agenzia investigativa di Gaborone nel Botswana. Mma Ramotswe é una donna di mezza età, dalla corporatura di stampo tradizionale che incarna al meglio i valori della società del Botswana, sposata con un meccanico, il signor JLB Matekoni, madre adottiva di due bambini e proprietaria della Ladies' Detective Agency N.1. Con l' aiuto della sua segretaria la signorina Makutsi, diplomata alla prestigiosa scuola per dattilografe con un clamoroso 97/100, la signora Ramotswe riesce sempre a risovere gli incarichi che le vengono affidati. Non si tratta di gialli ma di storie di vita quotidiana attraverso cui si può conoscere la mentalità, i costumi, le tradizioni, gli ideali di quel piccolo paese africano.

    ha scritto il 

  • 5

    Le avventure di Mme Ramotswe sollevano sempre lo spirito con la loro calda serenità e l'intelligente buon senso. Spettacolari le atmosfere ed i personaggi ed incantevoli le descrizioni dell'Africa. Una delle mie serie preferite.

    ha scritto il