Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Un italiano in America

By Beppe Severgnini

(68)

| eBook | 9788858610619

Like Un italiano in America ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

90 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    ironico smart curioso yeah osservatore

    Son passati degli anni, la tecnologia del 1994 sembra avanguardia preistorica.
    Son accaduti degli eventi, nine-eleven su tutti.
    Son giunte delle crisi economiche, bolle dot.com e crack bancari.
    Oggi la first lady catechizz ...(continue)

    Son passati degli anni, la tecnologia del 1994 sembra avanguardia preistorica.
    Son accaduti degli eventi, nine-eleven su tutti.
    Son giunte delle crisi economiche, bolle dot.com e crack bancari.
    Oggi la first lady catechizza stile vita salutista e l'environment interessa (camuffamenti di spending review?).
    Insomma, son passati vent'anni e as always si stava meglio quando si stava peggio, come dicono gli americani.

    NB Per l'osservatore poco attento, notare che il commento è infarcito di Italic style!

    Is this helpful?

    solleone said on Aug 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    un manuale delle giovani marmotte.

    Ho capito che l'America non fa per me, ma ho apprezzato molto l'ironia di Sevegnini che ha permesso di analizzare a 360 gradi la vita di un europeo in US senza quella patetica autocommiserazione.

    Is this helpful?

    writerlaury said on Aug 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Spassoso, ironico, scritto con semplicità, ma soprattutto sentito in tutto ciò che descrive: ecco cos'è il libro di Severgnini. Un appassionato scritto d'amore verso l'America, verso quel continente che lo accolse - vent'anni fa - e gli diede un'infi ...(continue)

    Spassoso, ironico, scritto con semplicità, ma soprattutto sentito in tutto ciò che descrive: ecco cos'è il libro di Severgnini. Un appassionato scritto d'amore verso l'America, verso quel continente che lo accolse - vent'anni fa - e gli diede un'infinita collezione di aneddoti e curiosità da raccontare in questo bestseller (forse è il libro più venduto di Severgnini), che tra l'altro ha avuto un enorme successo pure nella stessa America.
    In questo diario Beppe raccoglie tutte le impressioni sull'America quotidiana, sulla vita, i vizi, le virtù, le abitudini, i lati negativi e quelli positivi. Anche se scritto ormai quasi vent'anni fa, la differenza impietosa tra Stati Uniti e il nostro povero, piccolo, squallido stivale è impietosa e attuale.
    Consigliatissimo agli americanofili cronici e incurabili (come me).

    Is this helpful?

    Mario Longmire said on Aug 1, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Oggi mi sento... in viaggio, direzione USA!

    Un resoconto minuzioso ed esilarante dell’America vissuta in prima persona da Beppe Severgnini, che ci accompagna alla scoperta degli USA con occhio critico e attento.

    La narrazione, ripartita in dodici capitoli (quanti i mesi trascorsi a Washingto ...(continue)

    Un resoconto minuzioso ed esilarante dell’America vissuta in prima persona da Beppe Severgnini, che ci accompagna alla scoperta degli USA con occhio critico e attento.

    La narrazione, ripartita in dodici capitoli (quanti i mesi trascorsi a Washington dall’autore), avvince e ammalia il lettore. Con uno stile accattivante e una buona dose di sano umorismo, Severgnini fa ridere e riflettere su usi, costumi, mode e fissazioni del popolo statunitense...

    La nostra recensione su InkBooks:
    http://www.inkbooks.it/?p=1

    Is this helpful?

    Inkbooks said on Feb 11, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Leggere Severgini è sempre piacevole, in questo periodo poi ho molta voglia di USA (mentre scrivo sto mangiando pancakes con sciroppo d'acero e bevendo caffè americano - quello vero, fatto nel broccone - in un simil-diner italiano, tanto pe ...(continue)

    Leggere Severgini è sempre piacevole, in questo periodo poi ho molta voglia di USA (mentre scrivo sto mangiando pancakes con sciroppo d'acero e bevendo caffè americano - quello vero, fatto nel broccone - in un simil-diner italiano, tanto per dire), per cui leggere questo libro mi ha da una parte divertita, dall'altra mi ha messo addosso una voglia ancora più grande di partire ed esplorare quel mondo americano, così famigliare ma al tempo stesso così lontano (ho fatto anche la rima).
    In realtà, il libro di Severgnini mi ha fatta più che altro sorridere in senso affettuoso, perché è stato scritto e vissuto 20 anni fa, e il mondo (e anche l'Italia) è cambiato molto da allora, soprattutto grazie a quel world wide web che lui guarda un po' con timore reverenziale (uno dei passi più belli è quando dice che consultare un giornale online non può avere molto successo, perché è un'operazione lenta e scomoda, e soprattutto il computer non lo puoi portare né in bagno, né in giardino. Peccato che poi sono arrivati i tablet...) Ora non dobbiamo più aspettare 6 mesi per vedere un film (le puntate di alcune serie tv vengono trasmesse quasi in contemporanea con gli USA), non c'è più una sola compagnia telefonica, né è più così complicato e costoso volare. Lo shopping online è una realtà affermata, così come i social. Quando lui scriveva, non c'erano you tube, Amazon, google, la Ryanair, l'adsl e la fibra ottica, le serie tv (non con la diffusione massiva di adesso) e i canali tematici su sky. Per non parlare di iPhone, iPad etc. Insomma, è un altro mondo, completamente diverso nel modo di funzionare, nelle relazioni, nel privato, e vorrei che Severgnini andasse adesso a vivere un anno in America, e ci raccontasse com'è ora. Potrebbe farlo in tempo reale, postando gli aggiornamenti su Facebook oppure tramite podcast. Il che non so se è meglio o peggio. Insomma, leggere questo libro mi ha riportata ad un'epoca in cui tutto era un po' più semplice, più ingenuo, e non eravamo ancora schiacciati dalla tecnologia, croce e delizia della vita moderna. E la cosa, temo, mi rende un po' nostalgica.

    Is this helpful?

    BlackBoots said on Nov 25, 2013 | 1 feedback

Book Details

  • Rating:
    (68)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • eBook 171 Pages
  • ISBN-10: 885861061X
  • ISBN-13: 9788858610619
  • Publisher: Rizzoli
  • Publish date: 2010-01-01
  • Also available as: Paperback , Hardcover , Softcover , Others
Improve_data of this book

Groups with this in collection