Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Un jour cette douleur te servira

By Peter Cameron

(2)

| Others | 9782743618193

Like Un jour cette douleur te servira ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

1124 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    La mia recensione di questo libro la trovate sul mio blog: http://ali3385.blogspot.it

    Is this helpful?

    Ali said on Aug 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Diciamo tre stelle e mezza: condivido molto, ma raramente sono rimasto davvero colpito.

    Is this helpful?

    Alessandro P. said on Aug 22, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Io mi sento me stesso solamente quando sono solo. Il rapporto con gli altri non mi viene naturale: mi richiede uno sforzo.

    James Dunfour Sveck è un adolescente disfunzionale che si sente inadeguato nei confronti della vita; la sua acutissima ...(continue)

    Io mi sento me stesso solamente quando sono solo. Il rapporto con gli altri non mi viene naturale: mi richiede uno sforzo.

    James Dunfour Sveck è un adolescente disfunzionale che si sente inadeguato nei confronti della vita; la sua acutissima capacità di osservazione viene spesso scambiata per malattia (o genialità) da adulti disattenti, anche perché tutta questa sensibilità per gli oggetti inanimati si trasforma in drammatica ottusità nei confronti delle persone; spaventato a morte da una società che si rifiuta di lasciarlo in pace James osserva il mondo attraverso una lente negativa e mostruosa, come se l'esistenza fosse niente più che una recita tragica; rifiuta sistematicamente coinvolgimento e responsabilità e si rifugia negli angoli della vita ad osservare le minuzie, i dettagli, alla ricerca di impossibili risposte; si rintana nella passività, nel sogno stupido e seducente di mettersi al riparo dal mondo reale trincerandosi dietro una montagna di oggetti rassicuranti; esplora microcosmi silenziosi e dimenticati dagli occhi insensibili degli adulti: l’insetto che ronza contro il vetro di una finestra, gli oggetti dimenticati in una vecchia casa, le crepe nel cemento di un marciapiede (e viene in mente il sacchetto di plastica che danza nel vento in American Beauty); il suo sogno di fuggire oscilla tra il desiderio di scomparire in qualche anonimo e sperduto paesino del Midwest e quello di morire (la fuga più estrema di tutte).

    James Dunfour Sveck, in poche parole, è quel genere di ragazzo disadattato che molti film, libri e canzoni ci hanno fatto conoscere; una sorta di nipotino emo del progenitore di tutti gli adolescenti disfunzionali, Holden Caulfield. Peccato che Cameron non vada molto oltre a quest'enunciazione della disfunzionalità: mentre scorrono le pagine il libro si spegne lentamente, perde quota e finisce con l'adagiarsi in una vaga nebbiolina luminescente di ottimismo lasciando intendere che forse, dopotutto, James troverà il suo posto nel mondo, non scivolerà nel baratro dell'autismo e tutto questo dolore, probabilmente, gli sarà stato utile.

    Is this helpful?

    Calibano said on Aug 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un libro discreto, dove il termine non va inteso nell’accezione di qualità discutibile ma di riservatezza. «Un giorno questo dolore ti sarà utile» parla a bassa voce, ma ha tantissime cose da dire. Nella sua scrittura controllata, nel suo racconto so ...(continue)

    Un libro discreto, dove il termine non va inteso nell’accezione di qualità discutibile ma di riservatezza. «Un giorno questo dolore ti sarà utile» parla a bassa voce, ma ha tantissime cose da dire. Nella sua scrittura controllata, nel suo racconto sottovoce, questo libro offre una molteplicità di spunti di riflessione. Perché tutti, almeno una volta nella vita, si sono sentiti i James della situazione.

    Sprazzi di vivace umorismo si alternano a tratti di amara ironia in un romanzo breve che lascia il segno.

    Is this helpful?

    Snoopina said on Aug 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Casualità.

    "Credo che sia questo a farmi paura: la casualità di tutto. Persone che per te potrebbero essere importanti,ti passano accanto e se ne vanno. E tu fai altrettanto."

    Is this helpful?

    Simo Supernova said on Aug 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un giorno questo dolore ti sarà utile

    Splendido romanzo di formazione contemporaneo che ricorda tanto "Qualcuno con cui correre" di David Grossman. Spietata e lucida critica della nostra società ed è questo che amo di più, perchè Cameron lo fa scrivendo in modo leggero, tagliente e sotti ...(continue)

    Splendido romanzo di formazione contemporaneo che ricorda tanto "Qualcuno con cui correre" di David Grossman. Spietata e lucida critica della nostra società ed è questo che amo di più, perchè Cameron lo fa scrivendo in modo leggero, tagliente e sottile.
    “Io mi sento me stesso solamente quando sono solo. Il rapporto con gli altri non mi viene naturale: mi richiede uno sforzo.” E' la frase che inizialmente racchiude tutta la trama e anche il motivo per cui questo libro mi ha quasi conquistato. Dico "quasi" perchè se all'inizio il personaggio di James mi ha affascinato, poi mi ha deluso. Il finale mi è sembrato affrettato, la storia che sembrava infittirsi si è sciolta come un nodo che in realtà non è mai stato completato. Spesso paragonato ad una grande opera come Il giovane Holden e in effetti un valore narrativo c'è, non vi è dubbio, ma poi si perde proprio quando arriva il momento di far esplodere tutta la sua unicità.. ed è un gran peccato! Una lettura che sicuramente consiglio, la Adelphi non delude mai chi ne apprezza la particolrità della scrittura narrattiva, ma stavolta poteva dare quel qualcosa in più in grado di conquistare tutti.

    Is this helpful?

    Emy Chirico said on Aug 10, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book