Lontana da ogni chiusura mentale e pregiudizio, l’autrice descrive la vita nel suo paese e ci ammonisce a stare attenti agli aspetti del male che possono essere infiniti. Assieme a Doris Lessing, Nadine Gordimer è l'altra voce femminile bianca della ...Continua
Namla
Ha scritto il 01/06/16
Gordimer è grandiosa a scrivere senza ipocrisie. Il protagonista è, e resta inesorabilmente, un occidentale. Nonostante nel corso del romanzo si renda conto dell'ingiustizia e resti affascinato da un mondo così diverso da quello dei privilegiati al q...Continua
Alea
Ha scritto il 20/02/16
Un mondo di stranieri, del 1958, è secondo romanzo di Nadine Gordimer. Il protagonista è un giovane inglese, Toby, che si reca in Sudafrica per occuparsi della casa editrice di famiglia, una famiglia progressista e “accogliente”. Il punto di vist...Continua
Trenette65
Ha scritto il 10/02/13

Il primo libro letto delaa futura e meritata premio nobel.

etnagigante
Ha scritto il 16/10/12
Dopo un lunghissimo viaggio per mare, l'inglese Toby Hood sbarca in Sud Africa per conto di una casa editrice e comincia a vivere tutte le contraddizioni di un paese ancora spaccato dalla segregazione razziale. Lui, bianco, pero' va oltre i pregiudiz...Continua
La Stamberga dei...
Ha scritto il 05/08/12
Rispetto al contenuto, Toby Hood, il protagonista del romanzo di Gordimer 'Un mondo di stranieri', ha una funzione particolare o perlomeno in contrasto con il ruolo di primo piano: di fatto serve da specchio di mondo straniero. Arrivato dalla Gran Br...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi