Un oscuro scrutare

Collezione Dick 19

Voto medio di 1710
| 221 contributi totali di cui 215 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Los Angeles 1994: una droga misteriosa, la Sostanza M, invade il mercato seminando follia e morte. La sua origine è ignota come la sua composizione e l'organizzazione che la diffonde. Robert Arctor, agente della Narcotici, si infiltra tra i tossici ... Continua
Ha scritto il 15/08/17
Illeggibile, peccato perché La svastica sul sole e e le pecore elettriche oltre ad essere dei capolavori, me li sono fumati in un battibaleno
  • Rispondi
Ha scritto il 15/07/17
The novel is about drug, double agent, people pretending to be someone else and mind control. All these arguments were very important in Dick's storytelling and very important too.Here we have drug consumer, drug producers and drug police, plus ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 29/04/17
Dick ci immerge nella vita di un uomo della narcotici infiltrato nella vita dei tossici per scoprire chi produce una misteriosa nuova sostanza. E ci immerge così bene che viviamo le stesse trasformazioni del protagonista che, diventando anch'egli ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 11/11/16
Per chi vuole provare ad immergersi totalmente nella paranoia allo stato puro...
  • Rispondi
Ha scritto il 12/09/16
E' un libro che ti fa conoscere il mondo della dipendenza, della droga. E lo fa raccontandoti degli ultimi, dei miserabili, delle ultime pedine, le ultime ruote del carro. Ti pone accanto a loro in un modo amichevole. Un libro drammatico scritto in ..." Continua...
  • 2 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi

Ha scritto il Aug 09, 2015, 21:27
" Questo significa morire, non esse più capace di smettere di guardare ciò che ti sta di fronte. Una qualche maledetta cosa piazzata proprio davanti, senza poter far nulla né per scegliere altro né per cambiare oggetto. Potendo soltanto ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Feb 25, 2015, 17:23
In misere vite disgraziate come queste, qualcuno deve poter intervenire. O quanto meno annotare il loro triste venire e andare. Annotare e, se possibile, permanentemente registrare, affinché tutte queste vite possano essere ricordate. Per l'avvento ... Continua...
Pag. 264
  • Rispondi
Ha scritto il Feb 25, 2015, 17:09
"M'ha svegliato un sogno," rispose Arctor. "Un sogno religioso. Ecco, c'era questo tuono assordante, e all'improvviso i cieli era come se si riavvolgessero, e appariva Dio, e la Sua voce mi veniva addosso rintronandomi... Che cosa diavolo mi diceva? ... Continua...
Pag. 94
  • Rispondi
Ha scritto il Feb 21, 2015, 11:29
Che cos'è l'identità? Si chiese. Dove finisce la commedia? Chi può saperlo.
Pag. 49
  • Rispondi
Ha scritto il Sep 04, 2011, 14:58
- "Sembri a pezzi" gli disse una delle tute disindividuanti."In verità," rispose Fred "m'è successo qualcosa di strano sulla strada che porta alla tomba."- "I bambini ormai non credono più a nulla. Fa venire la depressione raccontare qualcosa a ... Continua...
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi