Un po' del tuo sangue

Di

Editore: Giano

3.8
(188)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 174 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Francese

Isbn-10: 8874200641 | Isbn-13: 9788874200641 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: N. Gobetti

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Un po' del tuo sangue?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Si fa chiamare George Smith, il più anonimo degli pseudonimi, ma il suo veronome è Bela, come Bela Lugosi, il protagonista del classico film Dracula, diTod Browning. E ha un segreto, come tutti, ma il suo segreto gronda sangue. Inquesto romanzo, un horror ambientato tra i ranghi dell'esercito americano nelcorso di una delle tante guerre dei Novecento, Sturgeon si riallaccia allatradizione del gotico, di cui riprende la tematica, l'impianto epistolare equel linguaggio variegato che è il gergo medico-scientifico. Ma, come semprein Sturgeon, tutto questo è virato in direzioni inaspettate, e il lettore siritrova a identificarsi con un mostro più innocente di quel che sembra - o conun innocente più mostruoso di quello che ci piacerebbe pensare.
Ordina per
  • 5

    Sturgeon anche quando spazia oltre i limiti della fantascienza (comunque sempre originale) lo fa con una maestria assolutamente fuori dal comune. Questo "Un po' del tuo sangue" a suo modo è un piccolo ...continua

    Sturgeon anche quando spazia oltre i limiti della fantascienza (comunque sempre originale) lo fa con una maestria assolutamente fuori dal comune. Questo "Un po' del tuo sangue" a suo modo è un piccolo gioiellino. C'è da premettere che richiede parecchia attenzione: si potrebbe cadere nell'errore di considerare alcuni risvolti della trama un po' scontati, e alcune trovate forse un po' trash. Ma è necessario scorrere le pagine fino alla fine per capire il disegno complessivo, e comprendere che niente è fine a sé stesso, ma tutto è sempre ben dosato e finalizzato al senso ultimo della storia.
    Va detto poi che la costruzione della vicenda è magistrale: con molta originalità Sturgeon completa la vicenda nella prima parte del libro, in poco meno di un centinaio di pagine, dando l'immagine generale e lasciando parecchi punti in sospeso. In seguito, nella seconda parte, tutto viene svelato a poco a poco, come nei migliori thriller, con un sapiente mix di azione e colpi di scena.
    Ma ancora più importante è il fatto che, dietro questa impeccabile struttura narrativa, dietro a un utilizzo sapiente dei caratteri principali dell'horror e del thriller, si nasconde una vicenda complessa e profonda. "Un po' del tuo sangue" infatti parla di molte cose: il richiamo del selvaggio, il diritto alla diversità, la libertà sessuale, l'oppressione sociale e culturale della povertà, l'antimilitarismo, i limiti dell'indagine scientifico/psicologica. Difficile classificare quindi quest'opera soltanto come un piccolo romanzo di genere. Come nella migliore tradizione di questo tipo di narrativa (diverse similitudini ci sono ad esempio con il racconto di Keyes, antecedente di pochi anni, "Fiori per Algernon") la maestria dell'autore sta nell'utilizzo delle strutture base narrative per riuscire a sfuggirne, tracciando storie e ispirando riflessioni proprie della letteratura cosiddetta "alta".

    ha scritto il 

  • 2

    ci ho provato ma io e Theodore non ci leghiamo.Troppo sociale, troppo psicologia ,troppo troppo.
    Abbandono dopo aver letto più della metà del libro.
    e per favore non aggiungete commenti del cavolo.
    Co ...continua

    ci ho provato ma io e Theodore non ci leghiamo.Troppo sociale, troppo psicologia ,troppo troppo.
    Abbandono dopo aver letto più della metà del libro.
    e per favore non aggiungete commenti del cavolo.
    Come diceva qualcuna: De gustibus....

    ha scritto il 

  • 5

    Bello, bello e ancora bello!

    Una storia mooolto particolare di "vampirismo"...
    Libro fantastico, veloce e con un crescendo sempre più notevole.
    Inoltre la costruzione della storia è quantomeno originale e accattivante!
    Davvero un ...continua

    Una storia mooolto particolare di "vampirismo"...
    Libro fantastico, veloce e con un crescendo sempre più notevole.
    Inoltre la costruzione della storia è quantomeno originale e accattivante!
    Davvero una bella scoperta!

    ha scritto il 

  • 4

    INCREDIBILE

    Di Sturgeon avevo già letto Più che Umano/Nascita del superuomo. Libro anche difficile, di contenuto. Gran romanzo.
    Un Po' del Tuo Sangue sembra scritto dall'autore per mostrare quanto è bravo e accip ...continua

    Di Sturgeon avevo già letto Più che Umano/Nascita del superuomo. Libro anche difficile, di contenuto. Gran romanzo.
    Un Po' del Tuo Sangue sembra scritto dall'autore per mostrare quanto è bravo e accipicchia se lo è. Magistrale sotto l'aspetto tecnico, usa relazioni mediche, sedute di psicoanalisi e ipnosi, lettere fra i personaggi (e il carattere di alcuni di essi emerge solo dalle lettere, netto e delineato). E l'inizio e il finale quasi post moderni ante litteram. E il tema, forte, fatto trapelare quasi come un'indagine, come un romanzo giallo. Forse si può giusto appuntare all'opera una certa freddezza dovuta alla costruzione intellettuale. Ma in ogni caso chapeau e applausi. Questo è un Grande Autore.

    ha scritto il 

  • 4

    Caso clinico - Il ragazzo dei boschi

    Ecco un impeccabile caso clinico freudiano, raccontato magistralmente e studiato con una capacità di utilizzazione del linguaggio e degli strumenti della psichiatria davvero sorprendente, se consideri ...continua

    Ecco un impeccabile caso clinico freudiano, raccontato magistralmente e studiato con una capacità di utilizzazione del linguaggio e degli strumenti della psichiatria davvero sorprendente, se consideriamo che l'Autore non è un addetto ai lavori. E pensare che ritenevo Sturgeon puramente uno scrittore di fantascienza, anche se nel senso più alto del termine; intendiamoci, non lo considero affatto un genere "minore". Chi scrive fantascienza è dotato, a mio avviso, di una capacità visionaria e profetica fuori dal comune, in molti casi sconfinante nella genialità. In questo specifico caso, chapeau a Theodore Sturgeon per la sua notevolissima versatilità.

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro sorprendente.
    Non me l'aspettavo. Dal titolo pensavo la solita storia di vampiri moderni più o meno originale, considerato l'autore. E invece si tratta di una profonda riflessione sulla natur ...continua

    Un libro sorprendente.
    Non me l'aspettavo. Dal titolo pensavo la solita storia di vampiri moderni più o meno originale, considerato l'autore. E invece si tratta di una profonda riflessione sulla natura umana, su cosa sia considerato anormale, rispetto alle sovrastrutture sociali in cui viviamo (scuola, chiesa, esercito ecc) che sono durature e innaturali, e rispetto alle leggi dopotutto semplici e immediate della natura. E c'è molto altro: sesso, relazioni umane, violenza.
    L'autore in questo libro si è superato, perché non è solo una riflessione lucida su tutto ciò ma anche uno sprono alla riflessione. Esattamente ciò che dovrebbe fare un romanzo.
    Un libro perfetto, dalla costruzione impeccabile e scorrevole.
    Tanto che l'ho letto in 2 giorni, e non mi capita spesso di voler vedere come va a finire un libro.
    Alla fine del libro ci si chiede davvero, ma è solo finzione?

    ha scritto il 

  • 4

    Intenso

    Non si può davvero definire fantascienza questo romanzo gotico e visionario, un racconto affastellato di forme narrative, di soggetti, di punti di vista. Una descrizione del male, del male di noi stes ...continua

    Non si può davvero definire fantascienza questo romanzo gotico e visionario, un racconto affastellato di forme narrative, di soggetti, di punti di vista. Una descrizione del male, del male di noi stessi, della banalità e della semplicità della devianza. Una lettura non agevole ma ricca di spunti.

    ha scritto il 

Ordina per