Un posto nel mondo

Di

Editore: Mondadori

3.6
(6723)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 270 | Formato: Altri

Isbn-10: 8804568976 | Isbn-13: 9788804568971 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Viaggi

Ti piace Un posto nel mondo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 1

    nammerda

    è fabio volo, si commenta da solo.
    me l'ha regalato mia nonna (quella brava) e odio avere i pregiudizi e sì, mangerei anche la merda pur di accertarmi che faccia schifo.

    ha scritto il 

  • 1

    «Il vero motivo per cui si sono estinti i dinosauri è perché nessuno li accarezzava» (F. Volo, op. cit., p. 214)

    Immaginate un grosso cumulo di sterco (banalità, frasi fatte, paccottiglia e saggezza p ...continua

    «Il vero motivo per cui si sono estinti i dinosauri è perché nessuno li accarezzava» (F. Volo, op. cit., p. 214)

    Immaginate un grosso cumulo di sterco (banalità, frasi fatte, paccottiglia e saggezza precotta, errori ortografici... di tutto un po'). Ecco che un illusionista si avvicina e, con abile trucco, lo tramuta in un libro. Questo è quel libro. Ed è vera cacca.

    ha scritto il 

  • 4

    da leggere e rileggere

    con questo libro Volo si è guadagnato il suo posto di scrittore. nessuna perla di saggezza; quello che fa è esplorare la sua vita e metterla al servizio: sapere è un conto, leggerlo, anche a se stessi ...continua

    con questo libro Volo si è guadagnato il suo posto di scrittore. nessuna perla di saggezza; quello che fa è esplorare la sua vita e metterla al servizio: sapere è un conto, leggerlo, anche a se stessi, è un altro.

    si può invidiare Volo per la sua furbizia da quattro soldi, oppure utilizzare le sue parole per capirsi meglio.
    intenso, utile. più mangia Prega Ama di Mangia Prega Ama.

    ha scritto il 

  • 3

    Non sarà un capolavoro letterario ma ciò che mi è piaciuto di questo romanzo è la capacità di trasmettere emozioni infatti mi ha fatto ridere e mi ha fatto piangere con la stessa intensità. Nel suo al ...continua

    Non sarà un capolavoro letterario ma ciò che mi è piaciuto di questo romanzo è la capacità di trasmettere emozioni infatti mi ha fatto ridere e mi ha fatto piangere con la stessa intensità. Nel suo alternarsi di romanticismo e materialismo è un libro capace di rendere profonde anche le situazioni più scontate e apparentemente banali: non a caso quelle di Michele, Federico, Francesca e Sophie sono riflessioni in cui la maggior parte di noi può rispecchiarsi. Praticamente Fabio Volo guida il lettore, passo passo, attraverso la maturazione e la trasformazione di questi protagonisti parlando di un a miriade di temi complessi quali l'amore, l'amicizia, il lavoro, la famiglia, la felicità, la vita, .... Con la semplicità più estrema vengono rappresentate le inquietudini e le aspettative di chi si trova sull'orlo di un burrone e non sa se saltare o rimanere lì immobile dov'è. Le parole dell'autore, le sue piccole "perle di filosofia" sono in grado di rassicurare e far sognare un domani migliore: tutti possiamo trovare il nostro "posto nel mondo".

    ha scritto il 

  • 2

    curiositá

    A volte i libri si leggono per curiositá. Non mi piace il taglio di Fabio Volo lo trovo gretto e insensibile, oltretutto leggermente naif. Sono contento di averlo letto per il valore affettivo di chi ...continua

    A volte i libri si leggono per curiositá. Non mi piace il taglio di Fabio Volo lo trovo gretto e insensibile, oltretutto leggermente naif. Sono contento di averlo letto per il valore affettivo di chi me lo ha regalato e del significato che ha rappresentato tra noi. Per il resto bocciato in pieno!

    ha scritto il 

  • 2

    Ero curioso di leggere un libro di Volo visto che in libreria si vede parecchio....non mi ha entusiasmato anche se la storia in sé si legge bene. Ad oggi non sono stato più attirato da questo autore ...continua

    Ero curioso di leggere un libro di Volo visto che in libreria si vede parecchio....non mi ha entusiasmato anche se la storia in sé si legge bene. Ad oggi non sono stato più attirato da questo autore

    ha scritto il 

  • 3

    Il primo libro di Volo che leggo, regalo di un amico che, conoscendo il mio amore per la lettura, pensava di farmi un regalo gradito. Vabbè...
    C'è da dire che ho iniziato la lettura piuttosto prevenut ...continua

    Il primo libro di Volo che leggo, regalo di un amico che, conoscendo il mio amore per la lettura, pensava di farmi un regalo gradito. Vabbè...
    C'è da dire che ho iniziato la lettura piuttosto prevenuta ed in parte mi sono dovuta ricredere. La prosa è semplice e scorrevole (si legge in un paio d'ore), la trama gradevole, i personaggi ben caratterizzati. Nonostante io non ami i libri scritti in prima persona, che nella maggior parte dei casi mi risultano noiosi e in un certo senso incompleti, questo l'ho letto con piacere: nonostante tutta la storia sia raccontata dalla sola prospettiva dell'io narrante si riescono facilmente a comprendere i pensieri e i sentimenti di tutti gli altri personaggi. Che questo sia dovuto al fatto che tutti e quattro i protagonisti compiano praticamente lo stesso percorso, anche se in tempi e modalità differenti, è un altro paio di maniche; alcuni potrebbero trovarlo semplicistico e ripetitivo. In realtà il libro parla semplicemente del desiderio, arrivati ad un certo momento della propria vita, di trovare se stessi, del coraggio di realizzarsi e realizzare i propri sogni, e tutta la storia verte per forza di cose su questo, su come quando e perchè i personaggi del romanzo ce l'hanno fatta.
    Io l'ho trovata una bella storia, a tratti anche toccante; sarà perchè i protagonisti hanno la mia età e in certi sentimenti e situazioni mi sono immedesimata e riconosciuta...
    Certo la trama non è originale nè particolarmente sviluppata ma è perfetta per una lettura leggera, quando si è troppo stanchi la sera per mettersi a leggere Schopenhauer. Unica grande pecca: la filosofia spicciola e le frasi da Smemoranda che Fabio Volo sente il dovere di propinarci ogni due pagine, come una pillola amara da dover buttare giù a forza. Spesso tra l'altro queste "perle" risultano poco attinenti al contesto e comunque forzate: come se prima di scrivere il libro avesse tirato fuori la sua agendina delle citazioni ed avesse cercato di inserirne il più possibile, per apparire più profondo. Il risultato è invece spesso ridicolo: memorabile la frase sulle labbra e quella sull'estinzione dei dinosauri.
    Tutto sommato non un furto totale del mio tempo, ma non credo che leggerò mai altri suoi romanzi

    ha scritto il 

  • 1

    I libri di Fabio Volo si leggono facilmente, sono letture poco impegnative e per questo si riesce ad arrivare fino alla fine. Questo è di una banalità estrema e confesso di aver dato via il libro! ...continua

    I libri di Fabio Volo si leggono facilmente, sono letture poco impegnative e per questo si riesce ad arrivare fino alla fine. Questo è di una banalità estrema e confesso di aver dato via il libro!

    ha scritto il 

Ordina per