Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Un ragazzo

Di

Editore: TEA (Teadue; 797)

3.9
(5764)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 266 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Inglese , Chi tradizionale , Catalano , Francese , Spagnolo , Olandese , Svedese , Greco , Polacco , Ceco

Isbn-10: 8878188808 | Isbn-13: 9788878188808 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Federica Pedrotti

Disponibile anche come: Altri

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Teens

Ti piace Un ragazzo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Will Freeman è un londinese trentaseienne, ma con molte caratteristiche e interessi da ragazzo, che vive di una rendita lasciatagli dal padre. Frequenta riunioni di genitori single, allo scopo di conoscere giovani mamme sole e piacenti. Ma gli capita di incontrare un ragazzino, Marcus, i cui genitori si sono da poco separati. Coinvolto nelle situazioni e nei problemi di un adolescente difficile, a poco a poco si trova a vestire i panni di padre.
Ordina per
  • 4

    Io questi due li amo!

    Lo amo.
    Amo Markus, il suo sguardo strambo sul mondo, il suo gusto bislacco di vivere…mi ha commosso e fatto ridere. Markus l’adolescente sfigato che però riflette sulla vita, sulla sua mamma, sulle sue sconfitte quotidiane. Che mette in pista strane strategie di sopravvivenza e poi, come p ...continua

    Lo amo.
    Amo Markus, il suo sguardo strambo sul mondo, il suo gusto bislacco di vivere…mi ha commosso e fatto ridere. Markus l’adolescente sfigato che però riflette sulla vita, sulla sua mamma, sulle sue sconfitte quotidiane. Che mette in pista strane strategie di sopravvivenza e poi, come può, cresce. L’ho amato molto, con la tenerezza malinconica di una ex ragazzina che capisce certi smarrimenti ma anche con l’accorata partecipazione che può venirmi dall’essere adesso mamma.

    Ho amato anche Will con quel suo cinico approccio alla vita che nasconde paura di inadeguatezza, incapacità ad affrontare problemi e dolori, ignoranza delle pieghe complesse dell’animo umano e allo stesso tempo profonda, inconsapevole, immeritata coscienza di tutto ciò che vuol dire amare e vivere. E poi, comunque cresce, anche lui.

    Li ho adorati entrambi i due protagonisti di questo bel libro: per le loro difficoltà, per le loro sincere riflessioni sui rapporti umani, sui rapporti mamma-figlio, adulti-adolescenti, creature-mondo, e li ho sentiti vicini e miei.

    E ho sentito mia anche la cifra stilistica usata da Hornby che con scanzonata irriverenza mi fa ridere ma anche riflettere su vita, amore, morte, famiglia. Mi è piaciuto da matti questo libro e non vedo l’ora di leggerne altri di questo autore.

    ha scritto il 

  • 3

    Hornby è un autore che conosco poco e di cui ho letto solo "Una vita da lettore" e adesso questo romanzo.
    Il primo mi era piaciuto molto, non l'ho trovato un elenco sterile di libri e impressioni, diverso il discorso per questo.
    "Un ragazzo" racconta di Will, eterno Peter Pan odioso e ...continua

    Hornby è un autore che conosco poco e di cui ho letto solo "Una vita da lettore" e adesso questo romanzo.
    Il primo mi era piaciuto molto, non l'ho trovato un elenco sterile di libri e impressioni, diverso il discorso per questo.
    "Un ragazzo" racconta di Will, eterno Peter Pan odioso e irritante, e di Marcus, ragazzino isolato e decisamente maturo per la sua età. La loro amicizia è una di quelle bellissime, che comportano uno scambio continuo, che permettono a entrambi di imparare e di crescere. Però secondo me alla fine manca qualcosa oppure c'è qualcosa di troppo di troppo in Will che alla fine mi ha irritata e ha reso la lettura un po' così.

    ha scritto il 

  • 5

    日本之旅讀物,出奇地好看(本來對Nick Hornby沒有甚麼期望)。

    Will、Marcus、Ellie的性格很突出,雖然有點古怪,但不惹人討厭。改變Marcus童年的轉捩點The Dead Duck Day十分爆笑:Marcus把法國硬條麵包扔給鴨子吃,卻把它砸死了;Will說,你假如丟到我的頭上,我也會死掉啦。

    ha scritto il 

  • 4

    Nick Hornby mi piace sempre, peccato che avendo visto prima il film non sono più riuscita a scindere Hugh Grant dal protagonista del libro.
    Sempre ironico e divertente, una lettura che appaga.

    ha scritto il 

  • 4

    Metto una stellina in più perché l'ho apprezzato maggiormente rispetto a quello che avevo letto in precedenza. La storia è interessante e i personaggi sono abbastanza ben delineati. Un buon libro per non impegnarsi troppo, ma credo che altre opere di Nick Hornby si allineeranno fra i volumi della ...continua

    Metto una stellina in più perché l'ho apprezzato maggiormente rispetto a quello che avevo letto in precedenza. La storia è interessante e i personaggi sono abbastanza ben delineati. Un buon libro per non impegnarsi troppo, ma credo che altre opere di Nick Hornby si allineeranno fra i volumi della mia libreria.

    ha scritto il 

  • 2

    Vedo quest/uomo che è in macchina, in un taxi, con una bambina, forse sua figlia. Hanno appena discusso, la bimba sembra imbronciata. Arrivano finalmente a casa. La bambina sembra aver già dimenticato il motivo per cui ce l/aveva col padre, lo abbraccia, lo bacia sulle labbra e gli dà la buona no ...continua

    Vedo quest/uomo che è in macchina, in un taxi, con una bambina, forse sua figlia. Hanno appena discusso, la bimba sembra imbronciata. Arrivano finalmente a casa. La bambina sembra aver già dimenticato il motivo per cui ce l/aveva col padre, lo abbraccia, lo bacia sulle labbra e gli dà la buona notte. Vanno entrambi a letto e presto nella casa cala la notte.
    Nel sonno il padre vedovo sogna una voce, e ride, fino a quando la figlia non lo sveglia. Pensavo avessi un incubo, dice la figlia, cosa stavi sognando papà? Il padre non lo ricorda e dice alla figlia di tornare a letto, la bacia sulla fronte e le da di nuovo la buona notte. Quando la figlia è uscita dalla camera, il padre rimane seduto sul letto a pensare. Cerca di ricordare il sogno che ha appena avuto ma non ci riesce e quando per lo sforzo gli sta tornando sonno sente di nuovo quella voce che gli dice, Ascolta.

    ha scritto il 

  • 5

    La stravaganza e la spensieratezza che avevano caratterizzato i due primi romanzi di Nick Hornby – scrittore inglese classe ’57 – ossia Febbre a 90° e Alta fedeltà, non mancano in questo terzo volume, che invece, rispetto ai precedenti, sembra essere il frutto di una più matura rielaborazione cri ...continua

    La stravaganza e la spensieratezza che avevano caratterizzato i due primi romanzi di Nick Hornby – scrittore inglese classe ’57 – ossia Febbre a 90° e Alta fedeltà, non mancano in questo terzo volume, che invece, rispetto ai precedenti, sembra essere il frutto di una più matura rielaborazione critica personale dei temi afferenti alla sfera emozionale e sentimentale...
    http://libidolegendi-librido.blogspot.it/2014/06/un-ragazzo.html

    ha scritto il 

  • 4

    Il mio primo Hornby, mi è piaciuto, divertente, ma al tempo stesso vero e riflessivo; forse un po' estrema la figura di Will nella sua noncuranza per tutto e tutti, ma il complesso è gradevole. Credo che proseguirò la lettura degli altri romanzi.

    ha scritto il 

Ordina per