Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Un salto nel vuoto

La mia vita fuori dalle cornici

Di ,

Editore: Rizzoli

2.8
(19)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 145 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8817052574 | Isbn-13: 9788817052573 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Art, Architecture & Photography

Ti piace Un salto nel vuoto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Cavalli sospesi nel vuoto, bambini impiccati, Giovanni Paolo II abbattuto da un meteorite, un colossale dito medio nella piazza della Borsa di Milano. I suoi lavori spiazzano, indignano, dividono, ma chi è davvero Maurizio Cattelan? L'autore di opere essenziali che definiranno il nostro tempo nei libri di storia o un enfant terrible che si diverte a scandalizzare sebbene sotto sotto sia "serio come la morte"? In questa lunga e serrata intervista, il più noto e insieme il più sfuggente degli artisti italiani condivide per la prima volta con sincerità e ironia i ricordi, i dubbi, le riflessioni e le svolte di una vita avventurosa. Dall'infanzia a Padova segnata dalla malattia della madre all'adolescenza errabonda che lo ha visto lavorare negli obitori e negli ospedali, dalla scoperta della creatività - i primi mobili artigianali nel laboratorio di un cugino - al rifiuto di impiegarsi nel settore dell'arredamento e del design. Perché l'unica costante della sua vita è stata l'aspirazione all'indipendenza, a costo di sentirsi spesso escluso dal coro dei giovani artisti italiani e di andare a cercare idee a New York in attesa della telefonata di un gallerista. Che poi è arrivata, insieme agli inviti alla Biennale di Venezia, alla consacrazione da parte del mercato, alle grandi retrospettive degli ultimi anni e al bisogno di sfuggire ai meccanismi stritolanti della notorietà. "A volte è salutare restare al di fuori di un gruppo", sostiene Cattelan, e ha passato anni a dimostrarlo.
Ordina per
  • 1

    Contemporaneo

    Su Cattelan artista: spiazzante, forse sopravvalutato, ma non mi dilungo. Neanche su questo libro-intervista, nel quale si apprende che il Cattelan lavorava in ospedale poi si è licenziato perchè ...continua

    Su Cattelan artista: spiazzante, forse sopravvalutato, ma non mi dilungo. Neanche su questo libro-intervista, nel quale si apprende che il Cattelan lavorava in ospedale poi si è licenziato perchè aveva deciso che non avrebbe lavorato mai più. Il resto delle pagine (omissis). Un salto nel vuoto. Vuoto.

    ha scritto il 

  • 1

    Aridateme i diciotto eurini spesi!!

    Che dire? Non mi sono mai rotto così tanto i coglioni in vita mia, è la quintessenza della banalità, della noia, della mediocrità. Leggi i libri di Pozzati (il mio profe/maestro all'Accademia) e ...continua

    Che dire? Non mi sono mai rotto così tanto i coglioni in vita mia, è la quintessenza della banalità, della noia, della mediocrità. Leggi i libri di Pozzati (il mio profe/maestro all'Accademia) e ti accorgi che, oltre ad essere interessanti, sono intelligenti, istruttivi, e chi più ne ha più ne metta. Epperò... vedi i lavori dell'uno e dell'altro... e le parti si invertono...

    ha scritto il 

  • 0

    Un salto nel vuoto, Maurizio Cattelan si racconta in un libro intervista

    http://www.booksblog.it/post/8433/un-salto-nel-vuoto-maurizio-cattelan-si-racconta-in-un-libro-intervista

    Per Maurizio Cattelan il mondo sembra assomigliare a un testo da alterare a piacimento ...continua

    http://www.booksblog.it/post/8433/un-salto-nel-vuoto-maurizio-cattelan-si-racconta-in-un-libro-intervista

    Per Maurizio Cattelan il mondo sembra assomigliare a un testo da alterare a piacimento inserendo dettagli spiazzanti, capaci di insidiare le certezze del pubblico fino all’estremo: dai bambini impiccati all’albero, a Giovanni Paolo II spiaccicato da un meteorite, dal cavallo appeso al soffitto fino a Hitler che prega in ginocchio e al dito medio di Piazza Affari a Milano.

    ha scritto il