Un segno invisibile e mio

di | Editore: Beat
Voto medio di 642
| 176 contributi totali di cui 128 recensioni , 48 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Mona Gray, vent'anni, è innamorata dei numeri fino all'ossessione: l'ordine e la precisione dell'aritmetica le servono a difendersi dall'instabilità del mondo. Da quando il padre ha contratto una misteriosa malattia, infatti, Mona ha bloccato ogni pr ...Continua
Andrea
Ha scritto il 23/01/18
prendi uno psicopatico e facci un libro
Ho l'impressione che la ricetta funzioni, prendi un personaggio con qualche disturbo (mentale o meno) e facci una storia. Se, come in questo caso, l'autore sa scrivere con un po' d'ironia e con sufficiente fantasia ecco che il libro viene valutato da...Continua
CriSting
Ha scritto il 19/01/18
Mona Grey è una bambina tranquilla e normalissima, ama la scuola e ama correre, come il suo papà, vincendo gare su gare ma quando al padre viene diagnosticata una misteriosa malattia lei si blocca e smette di fare tante cose compreso correre ed iniz...Continua
  • 1 mi piace
Ciccioenri
Ha scritto il 10/12/17
Bye Bye Bender...
De Cataldo (Suburra) la decanta come scrittrice proiettata nell'Olimpo degli autori americani. Washington Post e New York Times parlano di romanzo unico come un fiocco di neve e di libro intelligente. Onestamente non ho mai letto nulla di più insipid...Continua
eStemporanea
Ha scritto il 27/08/17

Scrittura particolare e a tratti meravigliosamente incisiva, tematiche di potenza tonante.
Ma il pilastro portante di questo romanzo sono i personaggi... e sono tutti - TUTTI - degli insopportabili, spaventosi sciroccati.

  • 1 mi piace
  • 1 commento
Silvia DM
Ha scritto il 24/06/17
Incompreso
Penso sia uno dei pochissimi libri che non mi sono piaciuti per nulla. E probabilmente l'ho finito solo per il numero di pagine non molto elevato e forse perchè speravo in un finale che almeno riuscisse un po' a salvarlo, e invece nulla. Non mi sento...Continua

S.
Ha scritto il Feb 02, 2016, 21:06
La verità è che i negozi di ferramenta mi piacciono un sacco. Impazzivo all'idea di riempirmi le braccia con tutte quelle cose, tornare di corsa al caffè e mettere in mano a mio padre ormai ibernato un bouquet metallico di chiavi inglesi, pinze e tra...Continua
  • 1 mi piace
Introspettra
Ha scritto il Dec 15, 2015, 14:18
Niente piano. Niente dolci. Niente atletica. Niente. Sono innamorata dello smettere. A suo modo è un'arte, se ci pensate. Smettere bene richiede un innato senso della bellezza; bisogna saper sentire il momento della svolta, proprio quando il desider...Continua
Pag. 19
Introspettra
Ha scritto il Dec 15, 2015, 14:12
Alcune preoccupazioni rimangono sullo stomaco come cibo avariato. Perlopiù se ne stanno tranquille e sonnacchiose, che nemmeno le senti. Oh, bene, può accaderti di pensare. Sono scomparse.
Pag. 85
Maristella
Ha scritto il Oct 21, 2015, 08:13
Tutti parlano dello shopping come se fosse una fesseria, ma la sostanza è tutta qui. Si tratta di affezionarsi improvvisamente a un oggetto in modo così profondo che non lo si può più lasciare nel negozio.
Pag. 70
Maristella
Ha scritto il Sep 05, 2015, 02:47
Adesso io portavo addosso un segno invisibile e mio. Diceva: Fanculo Ipocrita.
Pag. 68

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi