Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Una banda di idioti

Di

Editore: Marcos y Marcos (Gli alianti; 54)

4.1
(2640)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 431 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Tedesco , Svedese , Catalano , Danese , Portoghese , Galego , Ceco

Isbn-10: 8871682211 | Isbn-13: 9788871682211 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Luciana Bianciardi ; Prefazione: Stefano Benni

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , Humor , Philosophy

Ti piace Una banda di idioti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La "Banda" è ambientato nella città natale di Toole, New Orleans, e raccontala storia di Ignatius O'Reilly, un personaggio definito da Walker Parcy "senza alcun precedente nella storia della letteratura mondiale". Ignatius, grasso e indolente giovane uomo di talento, laureato in filosofia medievale, se la prende con tutto e con tutti. Accusa il mondo intero di buttare nella spazzatura una vita fatta di TV, musica inascoltabile e fesserie varie.Senonché trascorre lui stesso gran parte della giornata in questo modo. Si ritiene un genio, ma non riesce a produrre nulla di convincente, se non pasticci. La madre lo salva in svariate situazioni, finché un giorno viene arrestato in stato di ubriachezza, e lei cerca di ricoverarlo...
Ordina per
  • 1

    Benni Stefano, sei sicuro??

    Ebbene non ce l'ho fatta!
    A finirlo intendo. Già è un periodo che leggo poco, se poi mi imbatto in un libro che non mi piace manco un po'...
    Risultato: forse l'idiota del titolo sono io che non l'ho c ...continua

    Ebbene non ce l'ho fatta!
    A finirlo intendo. Già è un periodo che leggo poco, se poi mi imbatto in un libro che non mi piace manco un po'...
    Risultato: forse l'idiota del titolo sono io che non l'ho capito, forse Benni ha esagerato ad elogiarlo, forse in quarta di copertina c'è scritto "Questo libro è un capolavoro" e secondo me i capolavori sono altri e sono lontani anni luce da questo...
    Forse.
    Niente di grave, mezza stella non si può dare ma è così!

    ha scritto il 

  • 4

    Vale la pena di leggerlo

    Inizialmente mi ha lasciato spaesata. Vengono presentati una serie di personaggi evidenziandone sempre il lato astruso in una vicenda abbastanza surreale. Poi però si comincia ad afferrare il senso di ...continua

    Inizialmente mi ha lasciato spaesata. Vengono presentati una serie di personaggi evidenziandone sempre il lato astruso in una vicenda abbastanza surreale. Poi però si comincia ad afferrare il senso di tutta questa alienazione e diventa un libro davvero piacevole anzi illuminante!. Lo consiglio!

    ha scritto il 

  • 4

    Geometria e Teologia

    .....E poi, tanta gente si sente anormale solo perché non apprezza l'ultimo modello di automobile o la nuova profumazione di uno spray e loro non fanno altro che rinchiuderli, a scopo di esempio e amm ...continua

    .....E poi, tanta gente si sente anormale solo perché non apprezza l'ultimo modello di automobile o la nuova profumazione di uno spray e loro non fanno altro che rinchiuderli, a scopo di esempio e ammonizione a tutti gli altri membri della Società. I manicomi di questo paese sono pieni di povere anime che semplicemente non sopportano la lanolina, il cellophane, la plastica, la televisione e i lotti edificabili....

    Stupendo. Ne consiglio la lettura...

    ha scritto il 

  • 4

    "Alla fin fine, non sono affatto convinto che per avere una visione soggettiva della società in cui viviamo si debba per forza toccare il fondo. Piuttosto che cadere in basso, ci si potrebbe limitare ...continua

    "Alla fin fine, non sono affatto convinto che per avere una visione soggettiva della società in cui viviamo si debba per forza toccare il fondo. Piuttosto che cadere in basso, ci si potrebbe limitare a spostarsi da un lato in modo da raggiungere quel distacco necessario per poter giudicare: e tale soluzione non implica certo la negazione di qualche confort."

    ha scritto il 

  • 4

    Clap Clap Clap

    Guardate il vostro vizio peggiore (nel mio caso, la sigaretta) e sorridetegli: è stato messo sotto forma di libro da John Kennedy Toole.
    Per la recensione completa: http://wp.me/p4X9gY-6c ...continua

    Guardate il vostro vizio peggiore (nel mio caso, la sigaretta) e sorridetegli: è stato messo sotto forma di libro da John Kennedy Toole.
    Per la recensione completa: http://wp.me/p4X9gY-6c

    ha scritto il 

  • 5

    gran bel libro!

    Siamo a New Orleans!
    Il protagonista, Igniatius, odia con tutto se stesso Mark Twain e ce lo fa notare spesso.
    Protagonista che combatte il qualunquismo e vive ossessionato dai pulman granturismo.
    L'a ...continua

    Siamo a New Orleans!
    Il protagonista, Igniatius, odia con tutto se stesso Mark Twain e ce lo fa notare spesso.
    Protagonista che combatte il qualunquismo e vive ossessionato dai pulman granturismo.
    L'autore usa irriverenza per trattare temi importanti come il razzismo, le ingiustizie sul posto di lavoro, la differenza tra le classi sociali, i gay e la pace nel mondo.
    Molti i personaggi che rendono la lettura piacevole ed importante.
    Peccato che l'autore è morto suicida lasciando dietro di sè solo questo suo primo romanzo; son convinto che maturando avrebbe fatto altre ottime prove.

    ha scritto il 

  • 1

    Espantoso. No le pongo un 0 por el esfuerzo que ha hecho el autor al crear un personaje tan desagradable, pomposo, prepotente e inútil al mismo tiempo. El personaje principal, Ignatius, tacha de necio ...continua

    Espantoso. No le pongo un 0 por el esfuerzo que ha hecho el autor al crear un personaje tan desagradable, pomposo, prepotente e inútil al mismo tiempo. El personaje principal, Ignatius, tacha de necios y estúpidos a los demás, cuando el está para que le encierren. Piensa que es un "intelectual" pero no sabe hilar dos pensamientos al mismo tiempo.
    En resumen, una historia penosa, sin sentido, con situaciones que más que hilarantes daban pena y con unos personajes secundarios que parecen más fantasmas, del poco interés que tienen en la trama.
    Yo la leí por que recibió muy buenas críticas, pero el resultado es, cuanto menos, decepcionante.

    ha scritto il 

  • 3

    bel personaggio,la scrittura mi piace.
    ma è la storia che non mi convince.
    buona l'idea anarchica della vita, ma insostenibile anche letterariamente.
    con inconclusione finale. ...continua

    bel personaggio,la scrittura mi piace.
    ma è la storia che non mi convince.
    buona l'idea anarchica della vita, ma insostenibile anche letterariamente.
    con inconclusione finale.

    ha scritto il 

Ordina per