Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Una barca nel bosco

By Paola Mastrocola

(574)

| Others | 9788846208279

Like Una barca nel bosco ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Questa è la storia di Gaspare Torrente, figlio di pescatore e aspirantelatinista, approdato a Torino da una piccola isola del Sud Italia. Un ragazzocome lui, che a tredici anni traduce Orazio e legge Verlaine, deve volarealto, deve fare il lic Continue

Questa è la storia di Gaspare Torrente, figlio di pescatore e aspirantelatinista, approdato a Torino da una piccola isola del Sud Italia. Un ragazzocome lui, che a tredici anni traduce Orazio e legge Verlaine, deve volarealto, deve fare il liceo e dimenticare il piccolo mondo senza tempodell'isola. E allora eccolo entrare al liceo, dove non trova grandi maestri mainsegnanti impegnati a imbastire compresenze, eccolo accanto ai compagni, conle scarpe sbagliate e la felpa senza cappuccio. È fuori moda, fuori tempo,fuori posto: un pesce fuori dalla sua acqua, una barca in un bosco.

418 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Volevo andare a vedere di che colore era, se era diverso dal mare della mia isola ad esempio, se davvero un oceano è più grande di un mare. Cercavo l'idea di grandezza, l'idea. Speravo di incontrarla, di vedermela davanti spianata e palpitante. Mi ...(continue)

    Volevo andare a vedere di che colore era, se era diverso dal mare della mia isola ad esempio, se davvero un oceano è più grande di un mare. Cercavo l'idea di grandezza, l'idea. Speravo di incontrarla, di vedermela davanti spianata e palpitante. Mi tenevo stretto questo pensiero per quando avrei finito la scuola, ero libero e la vita ce l'avevo davanti, dico la vita che volevo, che è un po' come avere un oceano davanti. Avevo solo paura che invece non fosse niente, che fosse come il mare, perché l'infinito te lo da benissimo anche un mare, non c'è bisogno di un oceano: finiscono tutti e due con l'orizzonte, e l'orizzonte è uguale da tutte le parti, non è che c'è scritto sopra "orizzonte di mare" oppure "orizzonte di oceano".
    Così sono andato a vedere. Mi sono detto: vado sempre dritto finché trovo l'oceano. E l'ho trovato. E' stato anche facile, non c'era bisogno di tante cartine, bastava andare sempre verso ovest e lo trovavi subito l'oceano, e neanche chissà in quale paese: in Francia, bastava andare in Francia fino a dove finisce la terra, niente di straordinario.
    E così l'ho trovato. L'ho sentito, prima di vederlo. Era ancora notte, ma io l'ho sentito col naso, ho pensato: ecco, questo è l'odore dell'oceano.
    Poi ci sono arrivato davanti, al mattino, che cominciava appena a diventare chiaro, un leggero chiarore azzurro, ma ancora azzurro notte. Io da solo, tutto silenzio. Ho preso una strada dritta, che finiva in uno slargo. Ho posteggiato, sono sceso, ho fatto una ventina di passi, c'era un muretto e dietro il muretto lui, l'oceano; lì spalmato davanti che ti respira largo come l'universo e tu dici: ecco, appunto, io intendevo questo.
    Non era per niente come il mare: era l'oceano. Come mi aspettavo. L'esattezza delle cose che ti aspetti, la perfetta coincidenza di ciò che hai immaginato con ciò che è, la felicità di vedere che le due cose si sovrappongono esattamente e non c'è più divario tra pensiero e realtà. Stupendo. Non facile. Quasi sempre ti fai un'idea delle cose che poi non è mai quella.

    Is this helpful?

    Dust is dancing in the space. said on Jul 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'ho trovato stupendo.
    è un libro che ti coinvolge e ti fa riflettere molto su quali siano i valori della vita a cui dare maggior perso.

    Is this helpful?

    Francy2904 said on Jun 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Gaspare si trasferisce a Torino a 13 anni da un'innominata isola del Sud per poter frequentare il liceo -scientifico, sebbene voglia fare il latinista. Si trova presto escluso dai compagni all'interno di dinamiche che non capisce, a vivere con una zi ...(continue)

    Gaspare si trasferisce a Torino a 13 anni da un'innominata isola del Sud per poter frequentare il liceo -scientifico, sebbene voglia fare il latinista. Si trova presto escluso dai compagni all'interno di dinamiche che non capisce, a vivere con una zia grassa e sola e una madre che frigge polpette e non lo capisce quando cerca di inserirsi nel branco dei coetanei.

    L'inizio è interessante, ma poi ho smesso di capirne la logica: Gaspare cresce al ritmo di un anno a capitolo, il suo modo di esprimersi da preadolescente non si evolve, la sua condizione psichica si fa preoccupante (si fa crescere un bosco in casa...) e i suoi parenti muoiono come mosche.

    Dalla metà in poi è una vera delusione... Lo stile dall'inizio non mi convinceva molto.

    Is this helpful?

    Sognodime said on Jun 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    risate amare

    un libro che sa far ridere e riflettere, riesce a farti scivolare oltre il limite col protagnista

    Is this helpful?

    Cassandra said on Jun 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Insolito. Parte realistico, con gli sforzi di Gaspare per integrarsi al liceo. Lui secchione, gli altri modaiolo e svogliati. Poi lui si integra, si snatura, diventa quasi uguale agli altri. Tranne per le piante. Poi la vita fa cose strane, la gente ...(continue)

    Insolito. Parte realistico, con gli sforzi di Gaspare per integrarsi al liceo. Lui secchione, gli altri modaiolo e svogliati. Poi lui si integra, si snatura, diventa quasi uguale agli altri. Tranne per le piante. Poi la vita fa cose strane, la gente muore, o sogni svaniscono. Tranne le piante.
    Finale surreale col trionfo delle piante.
    Agrodolce, molto triste e rassegnto. Tranne per le piante.

    Is this helpful?

    LadyMO said on Mar 20, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book