Una cosa piccola che sta per esplodere

Di

Editore: Minimum fax

3.9
(462)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 158 | Formato: Paperback

Isbn-10: 887521137X | Isbn-13: 9788875211370 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Una cosa piccola che sta per esplodere?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Una raccolta di racconti in cui il filo rosso scelto dall'autore segue la più tenera, la più violenta, la più tormentata età della nostra vita: l'adolescenza. Che si tratti di ragazze ricche, perverse e affascinanti chiuse in una clinica per anoressiche o di ragazzi scaraventati in solitudine nel naufragio del matrimonio dei loro genitori, l'adolescenza in questi racconti diventa la roulette su cui si gioca il futuro: il momento, vivo e straziante, in cui si prende coscienza della propria identità, si scopre il sesso, l'amicizia, la crudeltà del mondo cercando di trasformare tutto questo in un'occasione di riscatto e di emancipazione.
Ordina per
  • 4

    una cosa bella

    Terzo libro che leggo di Cognetti e ancora una volta mi trovo ad apprezzarlo. La raccolta di racconti è varia e ben scritta e ne esce un'umanità vicina e verosimile.
    Il primo racconto è molto simile a ...continua

    Terzo libro che leggo di Cognetti e ancora una volta mi trovo ad apprezzarlo. La raccolta di racconti è varia e ben scritta e ne esce un'umanità vicina e verosimile.
    Il primo racconto è molto simile ad uno dei capitoli di "Sofia veste sempre di nero", e c'è anche qui la montagna che Cognetti ama tanto, gli altri racconti sono più originali all'interno della sua produzione. Mi piace come tratteggia esistenze e ce le lascia assaporare per poi portarcele via, un po' irrisolte, come la vita.
    Il titolo non potrebbe essere più azzeccato per questa raccolta.

    ha scritto il 

  • 5

    Questa è una raccolta di racconti breve, ma, come da titolo, carica come una bomba pronta a sconquassarti emotivamente. I protagonisti delle storie sono tutti adolescenti, che vivono le prime esperien ...continua

    Questa è una raccolta di racconti breve, ma, come da titolo, carica come una bomba pronta a sconquassarti emotivamente. I protagonisti delle storie sono tutti adolescenti, che vivono le prime esperienza di vita, nel bene e nel male. Cognetti è estremamente dettagliato nella sua brevità, crudelmente racconta storie vere senza risparmiarsi in dettagli, anche per quelli più violenti e disturbanti. Insomma promosso a pieni voti e se questo è lo stile dell'autore, non farò fatica ad eleggerlo come uno dei migliori in circolazione. Consigliatissimo anche a coloro che, come me, non amano i racconti, sicuramente leggerò le altre sue opere pubblicate.

    ha scritto il 

  • 4

    Non amo in genere i racconti, troppo brevi per costruire un mood sufficiente e a creare una relazione con i personaggi. Eppure Cognetti riesce in poche pagine a farti percepire l'animo dei suoi person ...continua

    Non amo in genere i racconti, troppo brevi per costruire un mood sufficiente e a creare una relazione con i personaggi. Eppure Cognetti riesce in poche pagine a farti percepire l'animo dei suoi personaggi, con poche pennellate descrive situazioni e sentimenti. Gli riesce in bene in particolare con i suoi personaggi femminili,

    ha scritto il 

  • 4

    I racconti di Cognetti non hanno nulla di particolare o speciale. Però, nella loro ordinarietà e semplicità, raccontano benissimo una generazione, e una città: la sottile malinconia e la densa nebbia ...continua

    I racconti di Cognetti non hanno nulla di particolare o speciale. Però, nella loro ordinarietà e semplicità, raccontano benissimo una generazione, e una città: la sottile malinconia e la densa nebbia invernale, o la soffocante afa estiva, dell'interland milanese e dei suoi non luoghi (mi riferisco al racconto dell'area di servizio autostradale). Cognetti è bravo.

    ha scritto il 

  • 4

    I racconti di Cognetti non hanno nulla di particolare o speciale. Però, nella loro ordinarietà e semplicità, raccontano benissimo una generazione, e una città: la sottile malinconia e la densa nebbia ...continua

    I racconti di Cognetti non hanno nulla di particolare o speciale. Però, nella loro ordinarietà e semplicità, raccontano benissimo una generazione, e una città: la sottile malinconia e la densa nebbia invernale, o la soffocante afa estiva, dell'interland milanese e dei suoi non luoghi (mi riferisco al racconto dell'area di servizio autostradale). Cognetti è bravo.

    ha scritto il 

Ordina per