Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Una di loro

Di

Editore: Corbaccio

4.2
(364)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 352 | Formato: Altri

Isbn-10: 8879720767 | Isbn-13: 9788879720762 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: E. Frontori

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Education & Teaching , Fiction & Literature , Health, Mind & Body

Ti piace Una di loro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Comincia un nuovo anno scolastico per Torey Hayden che dovrà occuparsi di una serie di casi molto difficile: due sorelline irlandesi scioccate dagli orrori della guerra; il loro cuginetto testimone del suicidio del padre; Dirkie che conosce solo la vita dell'orfanatrofio; Mariana, otto anni, aggressiva e sessualmente precoce; Leslie, sette anni, chiusa nel suo mondo e incapace di relazionarsi con l'esterno. Inaspettatamente giunge in classe un'alunna in più: la mamma di Leslie che, entrata ufficialmente come aiutante, dopo un inizio molto conflittuale, si appoggia a Torey Hayden perché l'aiuti a risolvere i suoi numerosissimi problemi.
Ordina per
  • 3

    Consigliato

    Ultima biografia scritta da Torey L. Hayden prima di convolare a nozze con il proprio compagno ed abbandonare la carriera di insegnante "per bambini speciali". Resta comunque viva la sua vena di scrittrice, infatti ha pubblicato recentemente dei libri di narrattiva molto interessanti. Dispiace pe ...continua

    Ultima biografia scritta da Torey L. Hayden prima di convolare a nozze con il proprio compagno ed abbandonare la carriera di insegnante "per bambini speciali". Resta comunque viva la sua vena di scrittrice, infatti ha pubblicato recentemente dei libri di narrattiva molto interessanti. Dispiace però abbia abbandonato la propria carriera di psicologa-insegnante in quanto da tutti i suoi libri emerge la passione profusa nel lavoro che occupa la gran parte delle sue giornate, il carattere forte, paziente e aperto che ha e che le permette di ottenere buoni frutti nel proprio lavoro di insegnante in "classi per bambini speciali". Dote che difficilmente, a mio parere, si può riscontrare in tanti insegnanti che fanno attualmente, o che hanno fatto in passato, quel lavoro fatto soprattutto di umiltà, pazienza, amore e amicizia. Questo libro tuttavia è molto apatico, scritto in modo distaccato, in certi punti alquanto noioso e non scorrevole, al contrario di altre sue precedenti pubblicazioni. Tuttavia leggibile e godibile nella sua relatività. Per chi ama questo genere di lettura non vi può comunque rinunciare.

    ha scritto il 

  • 5

    Una lettura sempre molto interessante, coinvolgente sia a livello intellettuale che emotivo. Difficile staccarsi dai personaggi racchiusi in queste pagine, dai loro problemi, dalle loro fatiche per risolverli e dalle loro paure di non riuscire... Cosa insolita è la presenza di un'adulto tra i "ba ...continua

    Una lettura sempre molto interessante, coinvolgente sia a livello intellettuale che emotivo. Difficile staccarsi dai personaggi racchiusi in queste pagine, dai loro problemi, dalle loro fatiche per risolverli e dalle loro paure di non riuscire... Cosa insolita è la presenza di un'adulto tra i "bambini problematici", una delle mamme alcolista con seri problemi nelle relazioni sociali. La relazione tra lei e Torey non è priva di difficoltà ma anche di grandi soddisfazioni. Tra i bambini problematici abbiamo problematiche consuete per la "maestra dei miracoli" come un ragazzino schizofrenico, una bambina con evidenti problemi emotivi e fisici, una bambina con una sessualità molto precoce e un'altra bambina che vive rinchiusa in se stessa. Purtroppo però oltre a questo iniziale gruppetto di bambini si aggiungeranno altri 3 casi nuovi, provenienti dall'Irlanda, trasferiti a causa delle guerriglie interne al paese e alla morte dei genitori delle due sorelline. Torey da sola non riesce a gestire la classe e soprattutto non trova tempo da dedicare individualmente ai piccoli per capirne l'esatto problema. E' qui che entra in gioco la mamma sopra citata che si offre come volontaria!! Inizialmente più interessata a capire come usare l'opportunità offerta dal bisogno di Torey di un aiuto in classe per risolvere il proprio problema che aiutare la classe in sè. Il romanzo è tratto da una storia vera. Consigliatissimo!!

    ha scritto il 

  • 0

    Un bellissimo libro che trasmette ogni emozione, dal dolore alla felicità, ai piccoli progressi che questi bambini speciali compiono ogni giorno. Questa splendida maestra che ha fatto per loro, per fare arrivare un giorno ad essere autosufficienti. Un libro che consiglio a tutti.

    ha scritto il 

  • 5

    All'interno di questo libro viene raccontato il nuovo anno scolastico che Torey Hayden dovrà affrontare. Si tratta di un insieme di casi difficili da affrontare: ricordi struggenti di guerra, schizzofrenia, autismo, sessualità precoce. A ciò si aggiunge l'amicizia con Ladbrooke, madre di Leslie, ...continua

    All'interno di questo libro viene raccontato il nuovo anno scolastico che Torey Hayden dovrà affrontare. Si tratta di un insieme di casi difficili da affrontare: ricordi struggenti di guerra, schizzofrenia, autismo, sessualità precoce. A ciò si aggiunge l'amicizia con Ladbrooke, madre di Leslie, anch'essa bisognosa dell'aiuto di Torey.

    ha scritto il 

  • 4

    Ogni pagina rivela i misteri dei disturbi emotivi, del sesso, alcolismo, della violenza e del crimine di ogni dimensione a carico purtroppo di diversi bambini.
    Il titolo colloquiale indica subito la morale di questa storia: la vita si realizza più pienamente quando ci si relaziona e ci si impegna ...continua

    Ogni pagina rivela i misteri dei disturbi emotivi, del sesso, alcolismo, della violenza e del crimine di ogni dimensione a carico purtroppo di diversi bambini. Il titolo colloquiale indica subito la morale di questa storia: la vita si realizza più pienamente quando ci si relaziona e ci si impegna con gli altri. E questo notevole resoconto dell'insegnante convince il lettore che uno dei compiti più difficili nell'educazione, un compito non molto tempo fa considerato senza speranza, può essere ricco e molto remunerativo dal punto di vista creativo.

    ha scritto il 

  • 3

    un non so che di freddo..

    non mi è piaciuto come gli altri. l'ho trovato freddino, in alcuni punti addirittura asettico. ho trovato poco cuore e molta cronaca. a tratti anche un po' pesantino. ma siccome adoro i suoi scritti, posso perdonarle questo che proprio mi ha deluso.

    ha scritto il 

  • 4

    torey mille risorse

    bello, una storia che sprigiona vita in ogni parola, ti fa capire che la normalità è soggettiva, dipende da dove la viviamo, con chi e come... su tutto risalta l'istinto, la semplicità che noi, crescendo e fondendoci sempre più nel sistema, perdiamo inaridendoci...

    ha scritto il 

  • 5

    Che dire, questa è una di quelle poche persone che stimo (quasi) incondizionatamente. E stimo anche tutti quei bambini che riesco ad andare avanti, a crescere, a sopravvivere, a vivere, dimenticando gli abusi, le difficoltà... E ho stimato anche Ladbrook, sebbene all'inizio sembrasse solo ...continua

    Che dire, questa è una di quelle poche persone che stimo (quasi) incondizionatamente. E stimo anche tutti quei bambini che riesco ad andare avanti, a crescere, a sopravvivere, a vivere, dimenticando gli abusi, le difficoltà... E ho stimato anche Ladbrook, sebbene all'inizio sembrasse solo una bambina viziata.

    ha scritto il 

Ordina per