Una fortuna pericolosa

Di

Editore: A. Mondadori (Omnibus)

3.8
(2748)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 511 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8804374675 | Isbn-13: 9788804374671 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Roberta Rambelli

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Tascabile economico , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Mistero & Gialli

Ti piace Una fortuna pericolosa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Londra sul finire dell'800: l'epoca in cui si creano le prime grandi fortunefinanziarie. Sullo sfondo di questa società, Follett costruisce un thrillerche è anche una saga familiare, storia di amore, intrigo e dissolutezza checoinvolge i membri di una ricchissima famiglia di banchieri. Dal momento incui l'anziana Augusta Pilaster inizia a complottare per acquisire al figlio ilcontrollo della banca, si scatena una guerra che rischia di condurre tuttialla rovina, in un clima dove l'amore si intreccia con il delitto e lavendetta.
Ordina per
  • 5

    Bellissimo!!!

    Personalmente preferisco i libri ambientati ai giorni nostri, per questo ero un po scettico su questo libro. Ma una volta entrato nel pieno del libro mi ha preso tantissimo. Come al solito ben scritto ...continua

    Personalmente preferisco i libri ambientati ai giorni nostri, per questo ero un po scettico su questo libro. Ma una volta entrato nel pieno del libro mi ha preso tantissimo. Come al solito ben scritto da Follett, si sviluppa nell'arco di 26 anni e narra le vicende di una dinastia ricca e potente nell' Inghilterra dell'ottocento. Tra inganni e omicidi.
    Bellissimo!!!

    ha scritto il 

  • 4

    Follett è sempre una garanzia, finora non ho trovato un suo libro che non mi abbia coinvolta, trovo che abbia una grande capacità di spaziare fra generi diversi ottenendo sempre un buon risultato.
    Qui ...continua

    Follett è sempre una garanzia, finora non ho trovato un suo libro che non mi abbia coinvolta, trovo che abbia una grande capacità di spaziare fra generi diversi ottenendo sempre un buon risultato.
    Qui abbiamo una saga familiare che si sviluppa con diversi salti temporali, seguendo le vicissitudini di una famiglia di banchieri e delle persone che gravitano loro attorno. La distinzioni fra buoni e cattivi è sempre molto netta, e tuttavia riesce a non essere banale. Intrigante al punto giusto e dettagliato nel descrivere usi e costumi di un'epoca lontana (sulla correttezza dei dettagli non posso mettere la mano sul fuoco, ma rendono comunque bene un'atmosfera lontana da noi per luogo e tempo).

    ha scritto il 

  • 5

    Il Ken Follett che più mi piace

    Da grande appassionato delle letture "alla Follett", in particolare quelle che hanno come sfondo un particolare periodo storico e dove i protagonisti fanno parte della stessa famiglia, questo romanzo ...continua

    Da grande appassionato delle letture "alla Follett", in particolare quelle che hanno come sfondo un particolare periodo storico e dove i protagonisti fanno parte della stessa famiglia, questo romanzo è riuscito a travolgermi con i suoi numerosi colpi di scena e la sua trama ricca di avvenimenti mai scontati.
    Lettura molto scorrevole e mai noiosa, dove alla fine del capitolo sei quasi obbligato a leggere quello successivo per la curiosità.
    Davvero uno dei migliori di Ken!

    ha scritto il 

  • 4

    Molto bello questo romanzo di Follett. Storia coinvolgente e bei personaggi.
    Però in certi momenti è veramente troppo prolisso e i personaggi per quanto ben caratterizzati non si evolvono. I buoni res ...continua

    Molto bello questo romanzo di Follett. Storia coinvolgente e bei personaggi.
    Però in certi momenti è veramente troppo prolisso e i personaggi per quanto ben caratterizzati non si evolvono. I buoni restano buoni (e fessi) e i cattivi sempre perfidi (e al 90% delle volte vincono).

    ha scritto il 

  • 3

    AAA colpo di scena cercasi

    Ken Follett è sempre Ken Follett, ha una scrittura accattivante e lineare, ma..più che un romanzo questo libro è una descrizione, di personaggi, tempi ed abitudini di vita. Niente sconvolgimenti, nien ...continua

    Ken Follett è sempre Ken Follett, ha una scrittura accattivante e lineare, ma..più che un romanzo questo libro è una descrizione, di personaggi, tempi ed abitudini di vita. Niente sconvolgimenti, niente colpi di scena, niente che lasci senza fiato. Sei e mezzo.

    ha scritto il 

  • 2

    Rilassante e senza pretese. Scritto malissimo o, forse, mal tradotto. Peccato perchè la trama è sempre carina. I personaggi, purtroppo, sono sempre tagliati con l'accetta: i buoni, i cattivi, i perfid ...continua

    Rilassante e senza pretese. Scritto malissimo o, forse, mal tradotto. Peccato perchè la trama è sempre carina. I personaggi, purtroppo, sono sempre tagliati con l'accetta: i buoni, i cattivi, i perfidi.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Tra i migliori

    Premettendo di essere stata una grande divoratrice dei suoi più grandi romanzi da "I Pilastri della terra" alla sua ultima trilogia, questo spicca inverosimilmente sugli altri. Certo è pur sempre il s ...continua

    Premettendo di essere stata una grande divoratrice dei suoi più grandi romanzi da "I Pilastri della terra" alla sua ultima trilogia, questo spicca inverosimilmente sugli altri. Certo è pur sempre il solito Follet: ognuno raccoglie sempre ciò che semina, i buoni trionfano mentre i disonesti e coloro che sono talmente deboli da farsi manipolare da quest'ultimi finiscono male (solitamente per morire tra atroci sofferenze e nel peggiore dei modi possibile). Non mi aspettavo nulla di diverso da questo racconto. Eppure, anche per chi conosce l'autore ed è abituato alle sue grandi saghe familiari che si snodano tra amori impossibili, tragedie, ingiustizie, ricatti e giochi perversi, vale la pena buttarsi a capofitto tra queste pagine e lasciarsi travolgere ancora una volta dai suoi colpi di scena.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per