Una giornata di Ivan Denissovic

Voto medio di 1440
| 117 contributi totali di cui 111 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 2 note , 0 video
Una giornata "quasi felice" è quella trascorsa da Ivan Denissovic Sciuchov, il quale a sera, sdraiato nella sua cuccetta, pensa che: "quel giorno aveva avuto molta fortuna: non l'avevano ficcato in prigione, la squadra non era stata mandata al , a pr ...Continua
Ha scritto il 23/12/17
Per lavorare sodo. Per restituire valore al tempo, quel poco che resta per se stessi. Per conservare la dignità. Perché c'è stato chi, prima di noi, ha dovuto fare scelte che noi non riusciamo nemmeno a considerare davvero. Perché una giornata, per d ...Continua
Ha scritto il 02/12/17
Sorprendente sotto diversi aspetti. Come tutti sappiamo, il romanzo è ambientato in un campo di lavoro sovietico dell'epoca di Stalin, uno come quello in cui scontò la pena Solgenitsin stesso (la cui colpa era stata di criticare Stalin in corrisponde ...Continua
  • 4 mi piace
Ha scritto il 30/10/17
senza voto
sono combattuto tra l'importanza che rappresenta il libro in questione e la terribile noia nel leggere della giornata svoltasi in un gulag. E' una cronaca ora per ora, minuto per minuto di ogni movimento, parola, gesto, vissuto in un inferno di neve. ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 01/09/16
Fa parte delle cose da sapere, però pesantuccio eh!
Ha scritto il 06/05/16
“Al mattino la lingua non si scioglie, ognuno sprofonda nei propri pensieri e tace”

Ha scritto il Sep 24, 2015, 19:49
irresistibili.wordpress.com/2015/08/12/i-moscoviti/
Ha scritto il May 06, 2013, 09:05
"Davvero! Ogni isba aveva il suo maiale! Ma lei non lo aveva. Che cosa c'è di più facile che allevare un porcellino avido, che al mondo altro non riconosce se non il cibo! Fargli il pastone tre volte al giorno e vivere per lui, e poi scannarlo e aver ...Continua
Pag. 222
Ha scritto il Jun 10, 2009, 20:31
Ora Suchov poté vederlo da vicino. Fra tutte le schiene curve dei detenuti, la sua si distingueva perché eretta, e da dietro un tavolo pareva che si sedesse su un panchetto rialzato. Sulla testa nuda non c'era più nulla da rasare, già da un pezzo; tu ...Continua
Pag. 136
  • 1 commento
Ha scritto il Sep 15, 2008, 10:43
Non si curava delle masserizie...Non s'affannava a comperare le cose e poi custodirle più della propria vita...pronta a lavorare stupidamente per gli altri senza compenso...era lei il Giusto senza il quale, come dice il proverbio, non esiste il villa ...Continua
Pag. 222

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il May 06, 2017, 13:47
891.73 SOL
Ha scritto il Dec 09, 2015, 08:18
Collocazione : NR 206 ( 1 Ed. Einaudi ed 1 Ed.Garzanti )

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi