Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Una giustizia più sopportabile

Di

Editore: Todaro

4.0
(1)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 218 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8897366031 | Isbn-13: 9788897366034 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Mystery & Thrillers

Ti piace Una giustizia più sopportabile?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Torna il commissario Efisio Sorigu, anzi si presenta con la sua prima indagine, quella precedente alle Regole del Formicaio. Un furto con scasso nell'appartamento del suo amico Stefano La Duca e la scoperta del cadavere di un'anziana donna rinvenuto nello stesso condominio pochi giorni dopo, rompono la quiete dell'agosto comasco. La vittima è stata orrendamente sgozzata e di lei, una dama di compagnia senza parenti, si conosce soltanto il suo impegno nel sociale. Con le sue indagini Sorigu proverà a scardinare un quadro accusatorio che, nonostante metta d'accordo magistrato e giornalisti, non lo convince completamente. Il suo intuito lo porterà a cercare di ricomporre le quattro linee della verità: investigativa, logica, processuale e reale.
Ordina per
  • 0

    Una storia difficile da dimenticare

    Amaro approfondimento di un tema d’attualità poco noto, trattato con una costruzione narrativa efficace. Il lettore, che fin dall’inizio conosce il nome del colpevole e i pesi delle responsabilità di ogni attore che grava intorno al delitto, assiste alle fasi investigative oppresso da un certo se ...continua

    Amaro approfondimento di un tema d’attualità poco noto, trattato con una costruzione narrativa efficace. Il lettore, che fin dall’inizio conosce il nome del colpevole e i pesi delle responsabilità di ogni attore che grava intorno al delitto, assiste alle fasi investigative oppresso da un certo senso d’impotenza, fino ad augurarsi anche lui, almeno, “una giustizia più sopportabile”. Ricostruzione abile e ben riuscita dei meccanismi umani che s’intersecano con l’indagine. Scuote la coscienza il personaggio di Fatos Ruga.

    ha scritto il 

  • 0

    Molto interessante - voto 8 e mezzo

    Il commissario Sorigu, pensai e scrissi in occasione del primo libro, è un personaggio che promette bene. Il suo autore ancora di più perché indubbiamente con questo romanzo fa un bel passo in avanti in quanto ad ars narrandi. Il romanzo ruota attorno a un tema potente: l'ignobile traffico umano ...continua

    Il commissario Sorigu, pensai e scrissi in occasione del primo libro, è un personaggio che promette bene. Il suo autore ancora di più perché indubbiamente con questo romanzo fa un bel passo in avanti in quanto ad ars narrandi. Il romanzo ruota attorno a un tema potente: l'ignobile traffico umano che paesi "perbene" come la ridente Svizzera hanno messo in piedi durante le guerre nella ex Jugoslavia. Purtroppo non ne sappiamo abbastanza, per non dire che proprio nulla sappiamo, e il grande merito di Barone è di toglierci le bende dagli occhi. Da quella vicenda disumana, prende il via il giallo, uno strano furto e un ancor più strano omicidio. Incontriamo Sorigu più giovane, prima del trasfeirmento a Milano, ancora in forze a Como e proprio nel momento dell'incontro con Carlotta. Al suo fianco c'è un altro personaggio, un amico che di professione lavora in banca, e che per gran parte del libro è un autentico co-protagonista che ci mostra le indagini con gli occhi del non addetto ai lavori. Un romanzo piacevole, al di là della tematica che ci fa conoscere, cosa che da sola basterebbe per la lettura.

    ha scritto il