Una lectora nada común

By

Publisher: Anagrama

3.9
(4959)

Language: Español | Number of Pages: 119 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Italian , Portuguese , German , Chi traditional , French , Catalan , Swedish , Chi simplified , Galego

Isbn-10: 8433974750 | Isbn-13: 9788433974754 | Publish date:  | Edition 2

Translator: Jaime Zulaika

Also available as: Others , Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , History , Humor

Do you like Una lectora nada común ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Si sus perros hubieran respondido a su llamada, la reina no habría descubierto el vehículo de la biblioteca móvil del ayuntamiento aparcado junto a las puertas de las cocinas del palacio. Y no habría conocido a Norman, el joven pinche de cocina que estaba leyendo un libro de Cecil Beaton e iba a constituirse en su peculiar asesor literario. Pero ya que estaba allí, la reina decide llevarse un libro. ¿Y qué puede interesar a alguien cuyo único oficio es mostrarse interesada? Isabel II de Inglaterra descubre en los estantes de la biblioteca el nombre de una escritora que conoce, Ivy Compton-Burnett. Y de ella a Proust. Y de Proust a Genet, cuya sola mención hará temblar al presidente de Francia, sólo median algunos libros. Así, azarosamente, ella, que hasta entonces sólo había sido un lugar vacío ocupado por una fuerte idea del «deber», descubrirá el vértigo de la lectura, del ser, del placer. «Una comedia deliciosa, y una poderosa reflexión sobre el poder, y el poder de la letra impresa» (Michael Dirda, The Washington Post); «Un cuento de hadas cautivador, delicioso y muy divertido. Una aguda meditación acerca del subversivo placer de la lectura» (Michiko Kakutani, The New York Times).
Sorting by
  • 1

    Mediocre

    Un piccolo libricino con una storia mediocre, l'idea era carina magari sviluppata meglio...
    Veramente molto piatto, sebra che sia stato scritto solo per la voglia di sfoggiare nomi di autori noti e no ...continue

    Un piccolo libricino con una storia mediocre, l'idea era carina magari sviluppata meglio...
    Veramente molto piatto, sebra che sia stato scritto solo per la voglia di sfoggiare nomi di autori noti e non...
    Non mi è piaciuto

    said on 

  • 3

    Libro letto in un giorno, divertente e molto piacevole. Ogni accanito lettore si ritrovera' in queste pagine che fanno trasparire l'amore per la lettura e per i libri.
    ''la letteratura mi appare come ...continue

    Libro letto in un giorno, divertente e molto piacevole. Ogni accanito lettore si ritrovera' in queste pagine che fanno trasparire l'amore per la lettura e per i libri.
    ''la letteratura mi appare come un vasto paese dai confini remoto, verso i quali mi sono diretta ma che non mi sarà mai dato raggiungere ''

    said on 

  • 4

    Cosa succede se un giorno, per caso, la Regina Elisabetta si lascia trascinare in quella sconveniente passione chiamata lettura?

    La comica ironia di Bennet e la splendida interpretazione della Cortell ...continue

    Cosa succede se un giorno, per caso, la Regina Elisabetta si lascia trascinare in quella sconveniente passione chiamata lettura?

    La comica ironia di Bennet e la splendida interpretazione della Cortellesi…

    said on 

  • 3

    Un inizio esilarante che ben si accorda con la storia e le sue promesse. Poi il tono cambia e si fa cronaca, più freddo dunque, decisamente meno coinvolgente. Sembra ritrovare un po' di ironia sul fin ...continue

    Un inizio esilarante che ben si accorda con la storia e le sue promesse. Poi il tono cambia e si fa cronaca, più freddo dunque, decisamente meno coinvolgente. Sembra ritrovare un po' di ironia sul finale ma quello che resta in bocca per me è una buona lettura di un sapore amaro. Avrei preferito che restasse ironico e blandamente irriverente.

    said on 

  • 2

    Non so.

    Ho dovuto abbandonarne la lettura perchè era scaduto il prestito in biblioteca,però temo di non riuscire mai bene a cogliere il senso dello humour inglese.

    said on 

  • 4

    Il mio primo audiolibro, scelto praticamente a caso, giusto per provare, si è rivelato veramente veramente carino.
    Un libro divertente sul potere della lettura e della letteratura, che ammalia e rapis ...continue

    Il mio primo audiolibro, scelto praticamente a caso, giusto per provare, si è rivelato veramente veramente carino.
    Un libro divertente sul potere della lettura e della letteratura, che ammalia e rapisce chiunque, indistintamente dalla classe sociale di appartenenza.
    La figura della Regina è resa in modo molto irriverente ed è spassosissima.

    "Oh, fino in fondo. Quando cominciamo un libro lo finiamo. Ci hanno educate così. Libri, purè, pane e burro: bisogna finire quello che c'è nel piatto. È la nostra filosofia da sempre."

    "L'attrattiva della letteratura, rifletté, consisteva nella sua indifferenza, nella sua totale mancanza di deferenza. I libri se ne infischiavano di chi li leggeva; se nessuno li apriva, loro stavano bene lo stesso. [...] I libri non sono per nulla ossequiosi"

    "Non si mette la vita nei libri. La si trova"

    said on 

  • 0

    Anche a sette anni di distanza dalla sua pubblicazione resta un libro fresco, che a tratti spiazza o fa ridere, che ti lascia con un "come sarebbe se davvero?", si legge di corsa estraniandosi da tutt ...continue

    Anche a sette anni di distanza dalla sua pubblicazione resta un libro fresco, che a tratti spiazza o fa ridere, che ti lascia con un "come sarebbe se davvero?", si legge di corsa estraniandosi da tutto quanto ci circonda. Libretto piacevole.

    said on 

Sorting by
Sorting by
Sorting by