Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Una modesta proposta

Per evitare che i figli della povera gente d'Irlanda diventino un peso per i loro genitori o per il paese

Di

Editore: Marotta e Cafiero

4.1
(253)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 64 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese

Isbn-10: 8888234586 | Isbn-13: 9788888234588 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: M. Ottaiano

Disponibile anche come: Paperback , Non rilegato , Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , Humor , Political

Ti piace Una modesta proposta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il testo consiste in un componimento satirico in cui l'autore, per risolvere iproblemi dell'indigenza in cui viveva il popolo irlandese, dà come rimedioquello di cucinare i bambini del ceto meno abbiente.
Ordina per
  • 5

    http://leseimenodieci.it/wp-content/uploads/2015/01/o-LEADER-PARIGI-facebook.jpg

    Guardateli! ( se non aprite il link del titolo è inutile procedere).
    Non ci vuole Lombroso per capire che non sono il terzo Stato di Pellizza (ammuccatevi anche il link! https://peppetrotta.files.word ...continua

    Guardateli! ( se non aprite il link del titolo è inutile procedere).
    Non ci vuole Lombroso per capire che non sono il terzo Stato di Pellizza (ammuccatevi anche il link! https://peppetrotta.files.wordpress.com/2013/08/terzo_stato.jpg)
    Casi clinici al terzo stadio di idiozia ( d’ora in poi anche solo “idioti”) sono evidentemente.
    E pensare che se avessero n’anticchia di littra avrebbero potuto evitare di romperci i cogliazzi e le tasche con questa sceneggiata, e vedi che paura!

    Dico n’anticchia di littra, perché manco leggono un successone mondiale come “Le ceneri di Angela” , ‘na cosetta caruccia e facile facile, che prende il “quore” ma dà anche qualche dritta .
    Già, perché l’irlandese contemporaneo si ispira a un irlandese, defunto in tutti i sensi : Swift (non Joyce come ho sentito dire).
    E in particolare cita “Una modesta proposta”, un libello che, se letto da questi idioti, avrebbe potuto evitare all’occidente – per definizione puro siccome un angelo – tutti i malanni che l’arsura di petrolio ha portato con sè.
    Il vecchio Jonathan guardava al Regno d’Irlanda e si riferiva alla svariata umanità dei suoi pezzenti , robaccia che il succitato occidente ha accuratamente nascosto sotto il tappeto dalla stretta trama, tessuto dal FMI e BM.
    Detto che il consiglio tra poco potrà essere sussunto anche per gli autoctoni, è l’emergenza islamista che impone si cominci dagli immigrati musulmani, sunniti o sciiti che siano, integrati o serpi in seno.

    “ È cosa ben triste, per quanti passano per questa grande città o viaggiano per il nostro Paese, vedere le strade… affollate di donne che domandano l’elemosina seguite da tre, quattro o sei bambini tutti vestiti di stracci, e che importunano cosí i passanti… [ma non solo questi, che è notorio essere ziangari di merda] voglio prendere in considerazione tutti i bambini di una certa età, i quali siano nati da genitori in realtà altrettanto incapaci di provvedere a loro di quelli che chiedono l’elemosina per le strade. “
    Paru paru le grida che ci vengono propinate quotidianamente, ma il grande scrittore non si limita alla diagnosi e procede con la terapia:
    “Premesso che un infante sano e ben allattato all’età di un anno è il cibo piú delizioso, sano e nutriente che si possa trovare, sia in umido, sia arrosto, al forno, o lessato… in fricassea o al ragú …questo cibo verrà a costare un po’ caro, e sarà quindi adattissimo ai padroni, i quali sembra possano vantare il maggior diritto sui bambini, dal momento che hanno già divorato la maggior parte dei genitori. “

    Andiamo ai vantaggi:
    “Primo: diminuirebbe enormemente il numero dei Papisti( V. Musulmani) dai quali siamo infestati annualmente, dato che, nella nazione, sono quelli che fanno piú figli, oltre ad essere i nostri nemici piú pericolosi
    Secondo: i poveri affittuari( v. lavoratori in nero a due euro all’ora) avranno dei beni di loro proprietà che, per legge, potranno essere resi suscettibili di sequestro ed aiutare a pagare l’affitto al padrone…
    Terzo: previsto che il mantenimento di circa centomila bambini dai due anni in su non può essere calcolato di un costo inferiore a dieci scellini l’anno per ogni capo ( leggi euro per assistenza sanitaria e istruzione), il patrimonio della nazione aumenterà in questo modo di cinquantamila sterline l’anno, senza tener conto della nuova pietanza introdotta nelle mense di tutti i signori del Regno che siano di gusti raffinati; ed il denaro circolerà fra di noi, essendo l’articolo completamente di nostra produzione e lavorazione (altro che gli ottanta euro!).
    Quarto: i produttori regolari (leggi donne con Hijab, Chador, Niqab, Rusari, Burka e quant’altro), oltre al guadagno di otto scellini buoni (l’otto è un numero ricorrente forse perchè simbolo dell’infinito prendere per i fondelli), ottenuti annualmente con la vendita dei bambini, si libereranno del peso di mantenerli dopo il primo anno di età.
    Quinto: questa nuova pietanza porterà anche molti consumatori alle taverne, e gli osti avranno certamente la precauzione di procurarsi le migliori ricette per prepararla alla perfezione; quindi i loro locali saranno frequentati da tutti i signori di rango ( l’economia gira).”
    L’autore, per i teneri di cuore, enumera anche i vantaggi per gli stessi miserabili:
    “…ed io invito quei politici, ai quali non garba il mio progetto, e che forse avranno il coraggio di azzardare una risposta, ad andare a chiedere prima di tutto ai genitori di questi mortali se non pensino, oggi come oggi, che sarebbe stata una grande fortuna quella di essere andati in vendita come cibo di qualità all’età di un anno, alla maniera da me descritta, evitando cosí tutta una serie di disgrazie come quelle da loro patite, per l’oppressione dei padroni, l’impossibilità di pagare l’affitto senza aver denaro o commerci di qualche sorta, la mancanza dei mezzi piú elementari di sussistenza, di abitazione e di abiti per ripararsi dalle intemperie, con la prospettiva inevitabile di lasciare per sempre in eredità alla loro discendenza questi medesimi triboli, se non peggiori.”
    Comunque dubito che al “terzo stadi d’idiozia” possano venire scrupoli qualora si dessero la pena di leggersi queste sei paginette di Mein Kraft. Dovremo sopportare quel rompiballe di Francesco che se ne verrà fuori con la storia “dell’aspettatevi un pugno”, roba da giornalisti schiffarati che si affanneranno a trovarci un significato recondito!

    ha scritto il 

  • 3

    Un humor demasiado negro y demasiado inglés

    Aunque me gusta este tipo de humor, no llegue a disfrutarlo. Tampoco me reí demasiado pasado el principio. Es una crítica despiadada al comportamiento pasivo del gobierno de Irlanda de la época, inháb ...continua

    Aunque me gusta este tipo de humor, no llegue a disfrutarlo. Tampoco me reí demasiado pasado el principio. Es una crítica despiadada al comportamiento pasivo del gobierno de Irlanda de la época, inhábil para acabar con la ahmbruna y la porbreza del país. Sin embargo, la amenaza de que sea una opinión real me puso a la defensiva.

    ha scritto il 

  • 2

    Con la sua modesta proposta l'autore asserisce di aver trovato un modo per risolvere il problema della povertà che dilaga nelle strade di Dublino, soprattutto tra i bambini.
    Mangiarli, i bambini. In t ...continua

    Con la sua modesta proposta l'autore asserisce di aver trovato un modo per risolvere il problema della povertà che dilaga nelle strade di Dublino, soprattutto tra i bambini.
    Mangiarli, i bambini. In tenera età.
    Commerciare carne umana apporterebbe, secondo l'autore, una serie di benefici che non manca di quantificare debitamente nella relazione.

    Una provocazione quella ideata da Swift affinché il governo si impegni ad ideare un progetto più funzionale, razionale e logico del suo.
    Leggibile.

    Swift però non è Orwell.
    Secondo me, in tema di satira politica, non c'è paragone.

    http://startfromscratchblog.blogspot.it/

    ha scritto il 

  • 5

    Un pamphlet interessantissimo. Assolutamente da leggere. Quest'opera è ritenuta il più grande esempio di ironia nella storia della letteratura inglese.Imperdibile l'accusa verso la fine all'Inghilter ...continua

    Un pamphlet interessantissimo. Assolutamente da leggere. Quest'opera è ritenuta il più grande esempio di ironia nella storia della letteratura inglese.Imperdibile l'accusa verso la fine all'Inghilterra: Sebbene forse potrei citare una nazione che sarebbe felice di divorare in un solo boccone il nostro Paese anche senza sale.
    La proposta è di usare i figli dei poveri come cibo ricercato. Come spiega bene nel commento il traduttore (Romolo Capuano) prima del 1760 i figli erano poco o nulla considerati (sempre dalle classi povere) e quindi JS poté permettersi di scrivere questo libello senza incorrere immediatamente nelle ingiurie salvo una espressione di 'cattivo gusto'. I dati aggiunti da Capuano come commento sono assai interessanti e danno da riflettere.

    ha scritto il 

  • 3

    published-1729, spring-2013, satire, essays, e-book, gutenberg-project
    Recommended to Bettie by: Wanda and Laura
    Read on March 30, 2013

    Opening: It is a melancholy object to those, who walk through t ...continua

    published-1729, spring-2013, satire, essays, e-book, gutenberg-project
    Recommended to Bettie by: Wanda and Laura
    Read on March 30, 2013

    Opening: It is a melancholy object to those, who walk through this great town, or travel in the country, when they see the streets, the roads and cabbin-doors crowded with beggars of the female sex, followed by three, four, or six children, all in rags, and importuning every passenger for an alms. These mothers instead of being able to work for their honest livelihood, are forced to employ all their time in stroling to beg sustenance for their helpless infants who, as they grow up, either turn thieves for want of work, or leave their dear native country, to fight for the Pretender in Spain, or sell themselves to the Barbadoes.

    http://www.gutenberg.org/ebooks/1080
    4 likes

    ha scritto il 

  • 4

    Non so immaginare che effetto abbia fatto per i conterranei di Swift leggere o sentir parlare di questo libro. L'idea ovviamente di per sé è folle, ma presa con la giusta dose di ironia fa capire bene ...continua

    Non so immaginare che effetto abbia fatto per i conterranei di Swift leggere o sentir parlare di questo libro. L'idea ovviamente di per sé è folle, ma presa con la giusta dose di ironia fa capire bene che la povertà a quei tempi era un vero e proprio dramma e se fossi stato un ricco o un funzionario del governo, mi sarei davvero vergognato di ciò. Se uno scrittore, per quanto stravagante, giunge a scrivere una cosa del genere,evidentemente si rende conto che la poverà è una precisa responsabilità collettiva.

    ha scritto il 

  • 0

    Da Giudici, via Genova, verso l'Emilia che non trema

    sono usciti da un incontro di lavoro
    un po' pesante sono in due in strada uno, un gigante ne sa di poesia

    ne sa di storia, ha studiato con Carlo Ginzburg
    l'altro, l'idiota di famiglia

    escono, sono in ...continua

    sono usciti da un incontro di lavoro
    un po' pesante sono in due in strada uno, un gigante ne sa di poesia

    ne sa di storia, ha studiato con Carlo Ginzburg
    l'altro, l'idiota di famiglia

    escono, sono in strada, e attaccano
    è mai possibile o porco di un cane

    che le avventure in codesto reame
    debban finire sempre con grandi là là là

    anche sul prezzo c'è poi da ridire
    ben mi ricordo che pria di partire

    c'eran tariffe inferiori alle tre mila
    lire

    e salgono in macchina ma mentre intonavano
    inferiori alle tre mila lire un ragazzo non

    italiano entrava nella sua casa, si è fermato
    li ha guardati e per me voleva chiedere ma siete

    compagni

    e uno dei due, l'idiota di famiglia, avrebbe detto
    e per tenerti con me gli dissi sì, ma

    stalinisti
    poi sono saliti in macchina e son tornati a casa

    a casa

    ha scritto il 

  • 4

    Questo piccolo libro contiene alcuni scritti satirici di Jonathan Swift, tra cui la famosa "Una modesta proposta" con cui lo scrittore avanza una proposta paradossale per risolvere la carestia in Irla ...continua

    Questo piccolo libro contiene alcuni scritti satirici di Jonathan Swift, tra cui la famosa "Una modesta proposta" con cui lo scrittore avanza una proposta paradossale per risolvere la carestia in Irlanda: servire i bambini poveri da mangiare sulle tavole dei ricchi, e "Le lettere del drappiere" con cui, sotto le false spoglie di un commerciante di stoffe, fa satira graffiante e martellante contro i tentativi di introdurre in Irlanda, con il beneplacito delle Istituzioni Inglesi, una moneta svalutata., oltre ad altre accuse graffianti ed sarcastiche contro i potenti inglesi e i ricchi irlandesi.
    Una prosa all'apparenza cinica, con un tono per lo più pacato, che fa risaltare ancora di più l'assurdo contenuto nelle sue satire, spesso abnormi come gli abitanti giganti di Brondingnag, il secondo dei paesi visitati da Guliver durante i suoi fantastici viaggi.
    Polemista eccezionale, Swift gioca con la lingua, usa toni e termini dall'ironia sottile ed efficace, tanto efficace che era costretto a pubblicare i suoi scritti sotto falso nome, mentre il suo tipografo fu arrestato e fatto morire in prigione. E trapela, dalle sue frasi dal tono a volte sarcastico, a volte falsamente accomodante nei confornti delle classi o categorie che intende attaccare, un pessimismo strisciante, una sfiducia quasi irrimediabile che i mali che va a denuciare siano risolti, che il suo popolo, l'irlandese, abbia la dignità e la forza morale di tirarsi fuori dalla situazione di sfruttamento e soggezione in cui era tenuto all'epoca (prima metà del '700) di Swift. Insomma sembra che Swift non nutra alcuna stima nella razza umana che, vale la pena ricordarlo, nell'ultimo dei viaggi di Gulliver veniva trasformata negli orribili Yahoo, schiavi dei saggi cavalli Houyhnhnm.

    ha scritto il