Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Una notte da ricordare

Di

Editore: Arnoldo Mondadori (Emozioni)

3.8
(71)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 330 | Formato: Paperback

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Fiction & Literature , Romance

Ti piace Una notte da ricordare?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Lui è un ex marine, lei una giornalista, in una California di strane sorprese.
Irene Stenson è una giornalista, volitiva e indipendente. Dopo la morte violenta dei genitori ha lasciato la cittadina di Dunsley, in California, per non tornarci più. Tuttavia non può ignorare la misteriosa richiesta di Pamela Webb, una vecchia amica, e si ritrova di nuovo a Dunsley, dove alloggia in un malandato motel. Qui conosce il proprietario Luke Danner, un ex marine, e fra i due è subito attrazione. Ma gli eventi precipitano quando Irene si reca all’appuntamento con l’amica e la trova morta. Gli interrogativi si accavallano allora angosciosi, a cominciare dalla ragione che ha portato Irene in quel posto per lei culla di ricordi dolorosi. E poi circa i trascorsi di Luke, al suo fianco nelle successive indagini dai risvolti sorprendenti e inquietanti. Con un passato che rischia di compromettere una passione appena nata…
Ordina per
  • 4

    Più giallo che rosa

    Niente male! Già nel prologo cattura l'attenzione e, nonostante un nucleo centrale un po' lento, il romanzo decolla verso la fine. Molto piacevole, ma - come dire? - un po' doloroso per le diverse tematiche (che non intendo svelare) affrontate più o meno tra le righe (per come è strutturato lo ve ...continua

    Niente male! Già nel prologo cattura l'attenzione e, nonostante un nucleo centrale un po' lento, il romanzo decolla verso la fine. Molto piacevole, ma - come dire? - un po' doloroso per le diverse tematiche (che non intendo svelare) affrontate più o meno tra le righe (per come è strutturato lo vedrei adatto al cinema). Un giallo misto a rosa, che riesce a non cadere in cliché e stucchevolezze, ma che convince soprattutto per il buon livello della narrazione, fino alle ultime righe.

    ha scritto il 

  • 4

    Un bel romantic suspense, con personaggi credibili e una trama avvincente. L'ho letto tutto d'un fiato!
    Spero di poter leggere qualcos'altro di questa autrice perché il suo stile mi piace molto.

    ha scritto il 

  • 4

    A me è piaciuto parecchio, non saprei se definirlo un romanzo rosa con un fondo di giallo, o un giallo con una bella storia d'amore. Scritto abbastanza bene, a parte la traduttrice che non conosce la differenza tra marines e marina, per gli americani, i personaggi hanno abbastanza spessore e, sec ...continua

    A me è piaciuto parecchio, non saprei se definirlo un romanzo rosa con un fondo di giallo, o un giallo con una bella storia d'amore. Scritto abbastanza bene, a parte la traduttrice che non conosce la differenza tra marines e marina, per gli americani, i personaggi hanno abbastanza spessore e, secondo me, sono descritti bene.

    ha scritto il 

  • 3

    La Quick non mi piace nel genere storico, ma devo ammettere che nel contemporaneo è decisamente meglio. Il romanzo, per quanto non eccezionale né nella parte gialla, né in quella rosa, è molto carino e, soprattutto dalla metà in poi, si legge con piacere.

    ha scritto il 

  • 4

    Letto in una giornata. Lui non è il personaggio maschile migliore che abbia letto, la parte thriller è un po' una truffa, alla fine il colpevole era uno che passava di li' per caso, ma questo romanzo mi è piaciuto.
    Una storia piacevole, ben scritta, niente di eccezionale ma di buon livello. ...continua

    Letto in una giornata. Lui non è il personaggio maschile migliore che abbia letto, la parte thriller è un po' una truffa, alla fine il colpevole era uno che passava di li' per caso, ma questo romanzo mi è piaciuto.
    Una storia piacevole, ben scritta, niente di eccezionale ma di buon livello.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Quando una serie di sospetti omicidi portano ad una storia d'amore :P

    una notte da ricordare è un romanzo scorrevole e veloce, abbastanza carino ma...perchè c'è un MA...TROPPO veloce, nel senso che gli eventi sono troppo rapidi, i due protagonisti (da perfetti sconosciuti) si innamorano e decidono di passare la loro vita insieme in pochissimo tempo, e questo ...continua

    una notte da ricordare è un romanzo scorrevole e veloce, abbastanza carino ma...perchè c'è un MA...TROPPO veloce, nel senso che gli eventi sono troppo rapidi, i due protagonisti (da perfetti sconosciuti) si innamorano e decidono di passare la loro vita insieme in pochissimo tempo, e questo non mi ha fatto apprezzare appieno la parte di romance (non mi piace quando tutto avviene troppo in fretta). Passiamo alla parte gialla del romanzo...è strutturata bene, incalza, ma il vero assassino si individua abbastanza facilmente e in fretta (perlomeno io ho capito chi era molto prima della fine). Avrei preferito un approfondimento maggiore in alcuni frangenti...forse, se non avessi letto prima due rosacrime della Robards che mi sono piaciuti molto, avrei dato 4 stelline..invece se ne becca solo 3 e 1/2.

    ha scritto il 

  • 4

    Il libro è indubbiamente molto interessante e ha nell'intreccio tra quotidiano e indagine il suo punto di forza, specialmente nella ricostruzione di eventi legati ad un personaggi e alla sua complicata famiglia, trama che si dipana lungo tutta la narrazione che mantiene quasi sempre un buon livel ...continua

    Il libro è indubbiamente molto interessante e ha nell'intreccio tra quotidiano e indagine il suo punto di forza, specialmente nella ricostruzione di eventi legati ad un personaggi e alla sua complicata famiglia, trama che si dipana lungo tutta la narrazione che mantiene quasi sempre un buon livello di suspence e interesse nel lettore senza annoiarlo troppo.
    Se non fosse stato per la mancanza di descrizioni paesaggistiche degne di National Geographic avrei scambiato questo romanzo per uno di Nora Roberts anzichè della Quick che io conoscevo solo come autrice storica, l'approcio alla vicenda e ai personaggi è grossomodo il medesimo così come il loro modo di affrontare il passato e i traumi che ad essi sono legati e che coinvolgono ben più di un nome.
    Mi è piaciuto che l'autrice si sia soffermata, durante le indagini, anche sul rapporto umano dei protagonisti, non trascurando né l'approfondimento psicologico né la descrizione del loro carattere e anche delle loro quotidiane piccole manie e routine che aiutano decisamente ad immedesimarsi nei due primari. Forse la loro non è la storia di due persone "normali", eppure è ciò a cui entrambi aspirano, quella normalità fatta di fiducia e routine che fino ad allora era stata completamente assente dalla loro vita.
    È stato molto bello vedere come l'autrice ha descritto la progressiva crescita del rapporto dei due come primo mattone di questa serenità a cui anelano e che incontrano per prima cosa l'uno nell'altra e poi progressivamente anche in altri aspetti, la maestria è evidente, anche se in certi punti la storia ne soffre un po', diventando noiosa (ma solo a tratti) o facendo uso di cliché così triti da dare la nausea.
    Come parte thriller ho trovato il tutto piuttosto simile sia ad uno dei vecchi libri tascabili della Roberts che ad un romanzo della Howard, con saghe familiari da riscoprire pagina dopo pagina e tragedie consumate, ma è stata comunque una lettura piacevole e coinvolgente assolutamente consigliata.

    Ottima scoperta davvero e apprezzatissima, andrò a recuperare altri romanzi di quest'autrice nella speranza che sappiano reggere il paragone.

    ha scritto il