Una notte ho sognato che parlavi

Voto medio di 243
| 51 contributi totali di cui 29 recensioni , 22 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Queste pagine narrano la storia quotidianamente e banalmente vera di Tommy, un simpatico e riccioluto adolescente autistico. E del suo straordinario rapporto con il padre, Gianluca Nicoletti. Di un bambino che a tre anni era tanto buono e silenzioso ...Continua
Francesco Platini
Ha scritto il 16/03/18
Tommy è un oracolo da ascoltare stando fermi, e senza troppo arrabattarsi a farlo agitare sui nostri passi. Molto più interessante è respirarlo e cercare di rubare qualcosa del suo segreto di immota serenità. *** Sarebbe difficile trovare rapporti pi...Continua
Nabi2005
Ha scritto il 12/02/18
Triste ma veritiero

Davvero veritiero, nel senso che racconta davvero gli episodi di vita del ragazzo, senza nascondere niente o chiamarlo speciale

**Stefania**
Ha scritto il 29/04/17
Chissà perché sono sempre fuori dal coro visto che in tanti hanno lodato questo libro. Ok, descrive bene il mondo degli autistici ma Nicoletti si pone proprio in maniera antipatica. Non fa altro che piagnucolare tutto il tempo per aver perso la propr...Continua
Sognodime...
Ha scritto il 09/04/17
Gianluca ha due figli, Filippo e Tommaso. Quando è stato scritto questo libro avevano sedici e quattordici anni, un'età in cui i figli acquistano -e rivendicano- solitamente una maggiore indipendenza dai propri genitori. Nel caso di Gianluca e di To...Continua
TIMREADING
Ha scritto il 28/03/17
Dolce e commovente
Si può affrontare un tema tanto delicato come l'autismo in maniera ironica e struggente allo stesso tempo? Un padre ci dimostra che è possibile, narrando con maestria l'universo quotidiano di un figlio autistico. Dolce e al contempo commovente...http...Continua

Lilicka
Ha scritto il Sep 13, 2016, 19:57
...il mio tempo ha perso ogni valore. Quando un anno sta per finire, io rabbrividisco perché, mentre sta per arrivare di nuovo il Natale, mi accorgo che già aspetto il martedì grasso. La Pasqua mi assopirà mentre penso al tedio delle vacanze; sogno a...Continua
Pag. 131
Ecila
Ha scritto il Mar 25, 2014, 17:23
Tommy è come un daltonico, per lui la linea gialla non c’è, o meglio, è affogata nel grigio incolore della banchina. Non c’è la linea gialla e quindi non c’è una zona di sicurezza, non c’è una regola che salvaguardi. Non c’è un territorio pericoloso,...Continua
Ecila
Ha scritto il Mar 25, 2014, 17:23
Chi è più libero di lui, che non si è mai sentito soffocato dal rimorso per aver detto o fatto qualcosa che ha incrinato un qualsiasi rapporto con un suo simile? Quante volte avremmo preferito che ci fosse cascata la lingua piuttosto che aver pronunc...Continua
Ecila
Ha scritto il Mar 25, 2014, 17:22
Ebbene, Tommy e quelli come lui sono liberi, senza alcun condizionamento a condividere alcunché della loro libertà. A loro non interessa la dimensione sociale della libertà, sono profondamente e geneticamente spiriti liberi; forse proprio per questo...Continua
Ecila
Ha scritto il Mar 25, 2014, 17:22
Sono convinto che Tommy, quando sono lontano da lui, mi veda come uno di quei pupazzetti che immagino siano i suoi pensieri. Il pupazzetto papà, che cresce a grandezza naturale solamente quando appaio concretamente. Per il resto, l’autistico, nella s...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi