Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Una pensione tedesca

By Katherine Mansfield

(65)

| Paperback | 9788817100854

Like Una pensione tedesca ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Tredici racconti malinconici, tredici annotazioni su come la gente possa talvolta ferire con il suo comportamento chi la osserva con gli occhi della sensibilità. Vissuta tra il 1888 e il 1923, la scrittrice inglese Katherine Mansfield esordì nel 1911 Continue

Tredici racconti malinconici, tredici annotazioni su come la gente possa talvolta ferire con il suo comportamento chi la osserva con gli occhi della sensibilità. Vissuta tra il 1888 e il 1923, la scrittrice inglese Katherine Mansfield esordì nel 1911 proprio con questi racconti, rivelazioni di un animo inquieto.

9 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    ''Una pensione tedesca''


    Scorre velocemente, si legge con facilità. Però dal mio punto di vista sono racconti particolari.
    L'autrice riesce a mescolare sapientemente tanti "ingredienti diversi": ironia, sarcasmo, un pizzico di ingenuità, qualche goccia di tragedia, humo ...(continue)


    Scorre velocemente, si legge con facilità. Però dal mio punto di vista sono racconti particolari.
    L'autrice riesce a mescolare sapientemente tanti "ingredienti diversi": ironia, sarcasmo, un pizzico di ingenuità, qualche goccia di tragedia, humor nero. Lo stile mi fa pensare ad una bambina un po' frivola: distaccato, quasi lezioso, a volte ingenuo ad una prima occhiata. Alcuni, soprattutto quelli ambientati nella "pensione tedesca" mi sono piaciuti molto. Altri (quelli tragici) di meno. Quello che ho apprezzato di più è la voluta leggerezza del tono, di chi ha l'abitudine di ridere delle cose per sdrammatizzare. Sicuramente da leggere.

    Is this helpful?

    Andreana said on Aug 30, 2011 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Brevi racconti, belli e affascinanti, narrati dall'autrice inglese ospite di una casa di cura/hotel/pensione/terme tedesca.
    Varia umanità contraddistinta da molti lati negativi e pochi positivi, un'accesa rivalità anglo-tedesca; brava la scrittrice ...(continue)

    Brevi racconti, belli e affascinanti, narrati dall'autrice inglese ospite di una casa di cura/hotel/pensione/terme tedesca.
    Varia umanità contraddistinta da molti lati negativi e pochi positivi, un'accesa rivalità anglo-tedesca; brava la scrittrice a trasmettere le sgradevoli sensazioni che emanano alcuni personaggi, di sporcizia e trasandatezza anche, e si trattano di "benestanti" e "galantuomini"!!!

    Is this helpful?

    Canada said on Jul 18, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    pungente

    ironia, sarcasmo, un pizzico di ingenuità, qualche goccia di tragedia, ecco gli ingredienti di questi racconti.
    Alcuni, soprattutto quelli ambientati nella "pensione tedesca" mi sono piaciuti molto. Altri di meno. Ho apprezzato molto la voluta legger ...(continue)

    ironia, sarcasmo, un pizzico di ingenuità, qualche goccia di tragedia, ecco gli ingredienti di questi racconti.
    Alcuni, soprattutto quelli ambientati nella "pensione tedesca" mi sono piaciuti molto. Altri di meno. Ho apprezzato molto la voluta leggerezza del tono, come di una bambina un po' frivola.
    ne parlo sul mio blog http://paleomichilibri.blogspot.com/2010/05/una-pension…

    Is this helpful?

    Paleomichi said on May 7, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Tredici racconti tredici coltellate. Il numero cade anche bene, fa molto fèntasi anche se col fantasy non c'entra nulla. Non ce n'è uno che ti catturi davvero e per tutta la lettura ti chiedi: "ma di che c***o sta parlando questa?". Somiglia più ad u ...(continue)

    Tredici racconti tredici coltellate. Il numero cade anche bene, fa molto fèntasi anche se col fantasy non c'entra nulla. Non ce n'è uno che ti catturi davvero e per tutta la lettura ti chiedi: "ma di che c***o sta parlando questa?". Somiglia più ad un manuale di bon ton che ad un libro.

    Is this helpful?

    Greta Cattardico said on Dec 21, 2009 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho cominciato a leggerlo per caso, avendolo trovato in un posto in cui mi trovavo a passare svariati minuti di attesa. E così, attesa dopo attesa, mi sono centellinata questi racconti lievi e grevi allo stesso tempo.
    L'aspetto lieve sta tutto n ...(continue)

    Ho cominciato a leggerlo per caso, avendolo trovato in un posto in cui mi trovavo a passare svariati minuti di attesa. E così, attesa dopo attesa, mi sono centellinata questi racconti lievi e grevi allo stesso tempo.
    L'aspetto lieve sta tutto nello spirito acuto, ironico e nelle descrizioni brevi, efficaci, misurate. L'aspetto greve aleggia come un esalazione nera, che forse proviene dalla fragilità fisica e anche psichica della scrittrice e mette in luce quegli aspetti più gretti, meschini, miseri dell'essere umano. La commistione di queste due diverse componenti crea un insieme che ondeggia da un estremo all'altro. Come in un'altalena, il cui moto ora diverte e rilassa, ora disturba e agita.

    Is this helpful?

    Eleonors said on May 8, 2009 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (65)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 126 Pages
  • ISBN-10: 8817100854
  • ISBN-13: 9788817100854
  • Publisher: Rizzoli (BUR)
  • Publish date: 2003-03-01
  • Also available as: Others
Improve_data of this book