Una piccola storia ignobile

Voto medio di 702
| 149 contributi totali di cui 138 recensioni , 11 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Romanzo vincitore della terza edizione del Premio Camaiore di Letteratura gialla. Anna Pavesi è una psicologa, tira avanti con qualche consulenza per una cooperativa. Un giorno si presenta da lei Benedetta Vitali, manager rampante della Milano ... Continua
Ha scritto il 17/02/17
Proprio una piccola storia...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 08/02/17
OH. proprio un bel giallo. quello di cui avevo voglia e bisogno dopo altrettanti bei libri di tutt'altro genere. una storia ben costruita: tra riflessioni sulla vita di coppia e i bravi padri di famiglia con il vizio delle prostitute, Anna Pavesi si ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 27/12/16
SPOILER ALERT
Banalotto...l'intuizione fornita da "Chi l'ha visto?" mi ha lasciato un po' interdetto. Mai fidarsi di libri trovati casualmente dentro casa.
  • Rispondi
Ha scritto il 14/02/16
Una psicologa viene ingaggiata dalla sorellastra di una ragazza defunta per trovare la salma, visto che la bara, dopo il funerale era risultata vuota.La psicologa, protagonista di questa insolita indagine, si dà da fare e piano piano scopre ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 26/06/15
Bel romanzo noir, originale per trama e personaggi, stile scorrevole e appassionante. Piacevole scoperta, questo Perissinotto che per ora raggiunge le 5 stelline con "Le colpe dei padri"
  • Rispondi

Ha scritto il Aug 21, 2014, 12:55
A volte sembra che ilibri ci aspettino al varco, che aspettino di essere letti proprio in quel preciso momento.
  • Rispondi
Ha scritto il Aug 21, 2014, 12:54
Avere qualcosa da leggere mi rassicura, anche se spesso, proprio come acadde quel giorno, il libro rimane chiuso: l'importante non è leggere, è sapere che posso farlo.
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 01, 2009, 17:15
''Speravo in una vita migliore''.
E io penso a quante donne potrebbero mettere quella frase nel loro stemma di famiglia, a partire da me.
Pag. 245
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 01, 2009, 17:13
Io non credo al destino, ma a volte sembra che i libri ci aspettino al varco, che attendano di essere letti proprio in quel preciso momento. So che non è così, ma mi piace pensarlo
Pag. 176
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 01, 2009, 17:11
Io non potevo neppure immaginare di avvicinarmi alla meta e quando a diciassette anni e mezzo tolsi il busto, mi parve troppo tardi per inseguire qualsiasi sogno da adolescente, troppo tardi per tutto se non per una vita serena, un mestiere ... Continua...
Pag. 163
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi