Una quadrilogia

L'odore assordante del bianco­ - Processo a Dio­ - Memorie del boia­ - La fine di Shavuoth

Voto medio di 12
| 13 contributi totali di cui 5 recensioni , 8 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Scritti tra il 2004 e il 2005, i quattro testi di Stefano Massini qui raccolti sono tutti incentrati su artisti e scrittori anche realmente esistiti, magari partendo da episodi autobiografici già descritti in vita dai protagonisti effettivi sotto ... Continua
Ha scritto il 31/03/17
Al netto di qualche momento didascalico, soprattutto in Processo a Dio, cui avrei tolto la frase finale, questi sono quattro testi di rara potenza.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 28/06/10
civile, finalmente
I testi di Massini sono molto coinvolgenti e non hanno paura di trattare temi assoluti nell'ottica probabilmente che il teatro questo deve fare: Dio è sempre dibattuto e comunque presente o come stato psichico (van Gogh) o religioso (processo a ...Continua
Ha scritto il 07/02/09
veramente spettacolare.
Ha scritto il 06/02/09
La quadrilogia venne scritta in dodici mesi tra il 2004 e il 2005 e pur trattandosi di un così breve lasso di tempo, non posso non suggerire di approcciarne la lettura in rigoroso ordine cronologico, dall'ultimo al primo testo presentato in questa
  • 3 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 21/04/08
Comprai questo libro, dopo aver visto a teatro Processo a Dio.
Il libro merita anche solo per quel testo, che coinvolge e fa riflettere.

Ha scritto il Feb 09, 2009, 08:14
La solitudine dell'oceano: assolutamente perfetta. Quando intorno non hai che acqua, puoi soltanto cercarti dentro...
Pag. 53
Ha scritto il Feb 05, 2009, 08:27
(...) Conobbi un uomo, un tempo. Era uno shnorrer, un mendicante: stava solo sotto i ponti di Cracovia. Era notte, aveva acceso un fuoco in riva al fiume, in mezzo alla neve. Non so perché gli passai accanto, né ricordo perché mi fermai. So solo ...Continua
Pag. 112
Ha scritto il Jan 15, 2009, 06:32
SANSON: ...Guardate questi pezzi. Guardateli: c'è un re, una regina, un alfiere... e molte pedine, senza valore. Ora pensate - per un attimo - che questi scacchi di legno abbiano, ognuno, i loro pensieri, i loro piani, le loro storie. Pensate che
Pag. 157
Ha scritto il Jan 15, 2009, 06:25
L'arte, cibo immortale!... Guardate ai posteri senza tremare, è vero?... Voi non temete i secoli, io mi chiedo: "Ci sarò domani?"...
Pag. 156
Ha scritto il Jan 14, 2009, 07:51
Quando un uomo uccide è la bestia che lo muove. Quando invece uccide lo Stato, lo muove la folla.
Pag. 140

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi