Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Una questione privata

I grandi romanzi italiani n.40

Di

Editore: RCS - Corriere della Sera

4.1
(2016)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 158 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco

Isbn-10: A000021786 | Data di pubblicazione: 

Prefazione: Antonio Troiano

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Fiction & Literature , History , Political

Ti piace Una questione privata?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Come nel Partigiano Johnny, anche qui a coinvolgermi e affascinarmi è stato come Fenoglio riesce a descrivere la vita dei partigiani, ma anche degli altri personaggi, e del territorio tramite dettagli.
    dall'unica sigaretta da risparmiare, al fango che appesantisce gli scarponi, agli arbusti ...continua

    Come nel Partigiano Johnny, anche qui a coinvolgermi e affascinarmi è stato come Fenoglio riesce a descrivere la vita dei partigiani, ma anche degli altri personaggi, e del territorio tramite dettagli.
    dall'unica sigaretta da risparmiare, al fango che appesantisce gli scarponi, agli arbusti che ti nascondono al nemico e ti salvano la vita.
    un racconto coinvolgente che si lette tutto d'un fiato, che una volta di più ci dice quanto le pene d'amore possono essere così invasive nella nostre vite da far perdere ogni priorità, da fare compiere le azioni più coraggiose e le azioni più irrazionali.
    interessante anche l'introduzione.

    ha scritto il 

  • 2

    Personalmente non so come ho fatto a non abbandonarlo. Forse perché sono poche pagine, o forse perché l'inizio era promettente, e mi aspettavo un bel finale. Non è proprio il mio genere, e mi ha annoiata da morire.

    ha scritto il 

  • 5

    passione privata e passione pubblica

    È retorico pensare che la resistenza l abbiano fatta eroici combattenti per la libertà. Giovani che vogliono un paese migliore ma soprattutto la felicità. Come in un domino una azione per salvare un amico/antagonista in amore provocherà morte e auto distruzione.

    ha scritto il 

  • 5

    I verbi dell'Italiano di una volta

    Davvero un grande testo. Intreccio perfetto, personaggi credibili e sensazione di perenne fanghiglia sui fianchi. Fenoglio è uno scrittore con gli attributi grossi, s'intuisce dal modo in cui dipinge la sofferenza, usando i colori della terra: color fango, color pioggia, color sangue, color nebbi ...continua

    Davvero un grande testo. Intreccio perfetto, personaggi credibili e sensazione di perenne fanghiglia sui fianchi. Fenoglio è uno scrittore con gli attributi grossi, s'intuisce dal modo in cui dipinge la sofferenza, usando i colori della terra: color fango, color pioggia, color sangue, color nebbia, color foglie secche, color tradimento, color passione, color perdono. Da segnalare l'uso dei verbi: "remigare"; "scoscendere"; "sdrumare (con uso uni-semantico dello "scansare le fronde" in riferimento al gesto della mano che "pulisce il viso"dalla stanchezza)"; "compitare" (come autentica scansione sonora o semi-lallazione verbale) e tanti altri...
    Qualcuno mi dirà, io "compitare" lo uso ancora oppure lo sento, e come se non bastasse aggiungerà "mi pare anche...scoscendere... credo di averlo sentito!", al nostro amico che ha "sentito" qualcosa di analogo finanche i verbi stessi di Fenoglio, lo invito a leggere l'opera per carpirne l'autentico significato nelle maglie della prosa del Beppe. E se dopo aver letto come si usano, (come si usano davvero!), sosterrà di aver "sentito" qualcosa del genere, allora pure io "sentirò" l'agio di mandarlo a quel paese... al bel paese di una volta, dove nell'aria c'erano i verbi dell'Italiano, quello vero però.

    ha scritto il 

  • 0

    “Vuoi dire che non ci sarà una prossima lettera?”“Semplicemente che non la comincerò Fulvia dannazione. Non temere per le lettere. Mi rendo conto. Non possiamo più farne a meno. Io di scriverle e tu di riceverle”.
    Era stata Fulvia a imporgli di scriverle, al termine del primo invito alla vi ...continua

    “Vuoi dire che non ci sarà una prossima lettera?”“Semplicemente che non la comincerò Fulvia dannazione. Non temere per le lettere. Mi rendo conto. Non possiamo più farne a meno. Io di scriverle e tu di riceverle”.
    Era stata Fulvia a imporgli di scriverle, al termine del primo invito alla villa.
    L’aveva chiamato su perché le traducesse i versi di Deep Purple. Penso si tratti del sole al tramonto, gli disse. Lui tradusse, dal disco al minimo dei giri. Lei gli diede sigarette e una tavoletta di quella cioccolata svizzera.

    ha scritto il 

  • 4

    "Una questione privata" è la narrazione di un'avventura personale che il partigiano Milton compie per raggiungere una verità che lo consuma dentro e che solo lui riguarda.
    Raccontando e facendo percepire le tensione in tutto ciò che Milton compie, Fenoglio, ci porta nella quotidianità della ...continua

    "Una questione privata" è la narrazione di un'avventura personale che il partigiano Milton compie per raggiungere una verità che lo consuma dentro e che solo lui riguarda.
    Raccontando e facendo percepire le tensione in tutto ciò che Milton compie, Fenoglio, ci porta nella quotidianità della vita partigiana, tra continui rischi e infiniti sacrifici.
    Il mescolarsi della lotta comune e il tentativo di risolvere una questione privata danno così vita ad un racconto intenso e profondo che fa capire come la disperazione del singolo coinvolge inevitabilmente anche tutti quelli che lo circondano.
    La guerra, inevitabilmente, non risparmia nessuno.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    'Una questione privata' è uno dei libri che più mi hanno colpita, toccato nel cuore. Un partigiano il cui cuore è ancora nella casa della donna amata, Fulvia, e i pensieri al tempo passato insieme, loro due e l'amante di lei; un partigiano che decide di andare a cercarlo, l'amante di lei, quando ...continua

    'Una questione privata' è uno dei libri che più mi hanno colpita, toccato nel cuore. Un partigiano il cui cuore è ancora nella casa della donna amata, Fulvia, e i pensieri al tempo passato insieme, loro due e l'amante di lei; un partigiano che decide di andare a cercarlo, l'amante di lei, quando scopre che è stato catturato dai nazisti; un partigiano che sceglie la morte nel luogo in cui ha iniziato a vivere, ovvero la casa di Fulvia, quando finalmente capisce che non c'è mai stato nulla da fare, che la sua questione privata, nonostante per lui prevalesse sulla guerra, in realtà altro non era, forse, che un'illusione... Ma in fondo, per proteggersi dalla guerra e dal dolore, non è naturale volersi rifugiare in un'illusione?

    ha scritto il 

  • 4

    il più bel racconto sulla guerra partigiana che io abbia letto

    amore, fango, badogliani, garibaldini, assai nebbia.

    ah, state attenti che le maestre sono fasciste... ma questo forse già lo sapevo prima di leggere il libro

    ha scritto il 

  • 4

    Penso che l'ultimo anno della materia Italiano nei Licei dovrebbe essere dedicato interamente allo studio della letteratura del '900.
    O io ricordo male o autori di questo calibro sono appena accennati, sempre se si fa in tempo.
    Che peccato!

    ha scritto il 

Ordina per