Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Una questione privata

Di

Editore: Einaudi (Super ET)

4.1
(2114)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 129 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco

Isbn-10: 8806180754 | Isbn-13: 9788806180751 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Prefazione: Gabriele Pedullà

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , History , Political

Ti piace Una questione privata?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nelle Langhe, durante la guerra partigiana, Milton (quasi una controfigura di Fenoglio stesso), è un giovane studente universitario, ex ufficiale che milita nelle formazioni autonome. Eroe solitario, durante un'azione militare rivede la villa dove aveva abitato Fulvia, una ragazza che egli aveva amato e che ancora ama. Mentre visita i luoghi del suo amore, rievocandone le vicende, viene a sapere che Fulvia si è innamorata di un suo amico, Giorgio: tormentato dalla gelosia, Milton tenta di rintracciare il rivale, scoprendo che è stato catturato dai fascisti...
Ordina per
  • 4

    A Private Matter

    Far innamorare qualcuno traducendo parole; io ci ho provato, e qualche volta, forse, ci sono anche riuscita.
    Milton, cavalier servente preso da Fulvia, tormentato da Fulvia.
    A sua disposizione solo le ...continua

    Far innamorare qualcuno traducendo parole; io ci ho provato, e qualche volta, forse, ci sono anche riuscita.
    Milton, cavalier servente preso da Fulvia, tormentato da Fulvia.
    A sua disposizione solo le parole, per farla innamorare, come un Cyrano dal naso affilato in disperata, hopeless competizione con l'antagonista perfetto.
    E di guerra, qui, non ne voglio parlare.

    Far innamorare qualcuno traducendo parole?
    Di sicuro Fenoglio ci è riuscito con me - ma questa è una questione privata.

    ha scritto il 

  • 0

    Ad un certo punto si ha l'impressione di star leggendo un western, con tre fazioni: gli yankees sporchi e cattivi (i fascisti), gli indiani civilizzati (i badogliani) e quelli un po' più selvaggi (i r ...continua

    Ad un certo punto si ha l'impressione di star leggendo un western, con tre fazioni: gli yankees sporchi e cattivi (i fascisti), gli indiani civilizzati (i badogliani) e quelli un po' più selvaggi (i rossi).
    Si riscontra in effetti, a dispetto degli sporadici omaggi ai Lari dell'antifascismo, un'atmosfera di gioco caleidoscopico, come se si stesse raccontando una disperata partita di rimpiattino nel fango delle Langhe, rispetto alla quale la guerra civile funge da occasione narrativa e sfondo scenografico.

    ha scritto il 

  • 5

    Milton, il viandante sul mare di nebbia

    "Una questione privata" è un romanzo sulla resistenza dei partigiani piemontesi, una racconto di fughe, di rischiose avventure mosse dalla mano della passione e dal desiderio di sapere. Un libro che, ...continua

    "Una questione privata" è un romanzo sulla resistenza dei partigiani piemontesi, una racconto di fughe, di rischiose avventure mosse dalla mano della passione e dal desiderio di sapere. Un libro che, attraverso una pagina frenetica e buia della storia fascista degli anni quaranta,unisce le vicissitudini della lotta al regime con la perseveranza di ritrovare un amore smarrito. Milton, un giovane militante della seconda divisione badogliana, durante una delle sue escursioni solitarie in collina, scorge la casa ormai abbandonata della ragazza che un tempo aveva amato. Avendo appreso che Fulvia era stata però innamorata del suo amico Giorgio, Milton inizia un disperato ed irrefrenabile cammino con lo scopo di rintracciarlo. Coraggioso e temerario, Milton diventa il protagonista di un coinvolgente crescendo di scappatoie e inseguimenti. Ma la ricerca del suo rivale si fa inaspettatamente avversa quando scopre che Giorgio,in realtà,è stato rapito da un gruppo di soldati nemici.

    Riuscirá Milton a ritrovare quel compagno al quale chiedere la veritá sulla ragazza che entrambi avevano amato?

    Con una scrittura che ha tutte le caratteristiche di una prosa perfetta, perché moderna, asciutta e poetica, Beppe Fenoglio ci rende partecipi di una storia avvincente lungo i paesaggi di un Piemonte battuto dalle piogge e soprattutto avvolto dalla nebbia. Questo evento atmosferico che simile ad un muro di vapori si impone quasi come un secondo protagonista occulto e simbolico. Ce n'è ovunque sul cammino di Milton, ed egli, come "Il viandante sul mare di nebbia" di Friedrich, la attraversa con tutte le fibre del suo corpo, la fende, la sfida senza timore,senza perdere mai l'orientamento. E nonostante le descrizioni dei posti e degli eventi abbiano una tonalità grigia come il piombo dei proiettili o il fango dei sentieri bagnati, sono sempre animate da una passione contagiosa,profondamente percepibile.

    ha scritto il 

  • 5

    Di dentro e di fuori

    Italo Calvino amò tantissimo questo libro e ne scrisse in uno dei suoi testi più personali, la prefazione al Sentiero dei nidi di ragno del 1964, in cui scrisse tra l'altro:

    “È al libro di Fenoglio c ...continua

    Italo Calvino amò tantissimo questo libro e ne scrisse in uno dei suoi testi più personali, la prefazione al Sentiero dei nidi di ragno del 1964, in cui scrisse tra l'altro:

    “È al libro di Fenoglio che volevo fare la prefazione: non al mio”.

    Lo considerava il romanzo della sua generazione, della Resistenza, scritto dal più appartato e schivo di loro:

    «Una questione privata è costruito con la geometrica tensione d'un romanzo di follia amorosa e cavallereschi inseguimenti come l'Orlando furioso, e nello stesso tempo c'è la Resistenza proprio com'era, di dentro e di fuori, vera come mai era stata scritta, serbata per tanti anni limpidamente dalla memoria fedele, e con tutti i valori morali, tanto più forti quanto più impliciti, e la commozione e la furia".

    E ancora:

    «è un libro assurdo, misterioso, in cui ciò che si insegue, si insegue per inseguire altro, e quest'altro per inseguire altro ancora e non si arriva al vero perché».

    ha scritto il 

  • 5

    LA STORIA SIAMO NOI, ATTENZIONE NESSUNO ESCLUSO….

    Milton, un partigiano innamorato. Con due parole si potrebbe riassumere il significato del libro di Fenoglio, un romanzo sulla Resistenza che ne mostra i protagonisti nella loro sfera più intima e dol ...continua

    Milton, un partigiano innamorato. Con due parole si potrebbe riassumere il significato del libro di Fenoglio, un romanzo sulla Resistenza che ne mostra i protagonisti nella loro sfera più intima e dolorosa, ma anche più potente, tanto che il sentimento –l’amore di Milton per Fulvia- è l’unica vera questione che lo spinge ad attraversare in solitudine nere colline battute incessantemente dalla pioggia o inghiottite di colpo da una nebbia potente, privandosi del sonno e del cibo, andando incontro alla Resistenza così come era veramente, nella tragica ed irrazionale semplicità di una guerra, seppur di libertà.
    La grande Storia si mescola in modo straordinario con la storia comune, dando vita a un capolavoro. Un romanzo bellissimo, che insegna più di mille libri di storia.
    https://www.youtube.com/watch?v=xMXi9ftO4kI

    ha scritto il 

  • 5

    "Credo che scappino da me, le cose allegre."

    Quest'estate ho letto Il sentiero dei nidi di ragno di Calvino, e l'autore nella sua fantastica prefazione, citava questo romanzo come IL vero romanzo sulla resistenza. Io sapevo di averlo nella mia l ...continua

    Quest'estate ho letto Il sentiero dei nidi di ragno di Calvino, e l'autore nella sua fantastica prefazione, citava questo romanzo come IL vero romanzo sulla resistenza. Io sapevo di averlo nella mia libreria, ma non lo trovavo e, causa il caldo e le ferie, non ho perso troppo tempo a cercarlo. Poi, qualche giorno fa ho deciso di rimettere un po' a posto le mie librerie (i libri ormai sono in tre file per scaffale e si nascondono uno con l'altro!!!) e finalmente eccolo lì...insieme agli altri classici della collana del Corriere che ho preso non so nemmeno quanti anni fa!!! E che facevo??? Non lo leggevo??? Milton è un giovane partigiano, un po' "secchione" e solitario, che si è arruolato nella resistenza per combattere i fascisti, in quel di Alba. Innamorato perdutamente di Fulvia e amico fraterno di Giulio, perde tutta la sua compostezza quando scopre che forse è stato "tradito" da tutti e due: le persone che più ama al mondo, E da quel momento dimentica tutto il resto: la guerra, la fame, la solitudine e la paura della morte, per scoprire a tutti i costi la verità. Pagine bellissime, indimenticabili. Il partigiano Milton raccontato dal partigiano Beppe non potrò dimenticarlo mai più!!!

    ha scritto il 

  • 4

    Dell'antifascismo necessario a non combattere i fascisti.

    È una questione privata ma anche una questione umana, umanista, umanitaria. È non soccombere alla meccanica della guerra, è privilegiare il pensiero, decidere delle priorità, non piegarsi al fato e so ...continua

    È una questione privata ma anche una questione umana, umanista, umanitaria. È non soccombere alla meccanica della guerra, è privilegiare il pensiero, decidere delle priorità, non piegarsi al fato e soprattutto è restare umani.
    Collateralmente potremmo dire che è anche una questione antifascista. Perché se antifascismo significa liberazione allora la rinuncia volontaria alla lotta per l'appagamento personale è essa stessa un atto di libertà. Ci vuole coraggio a inseguire se stessi e ci vuole grande consapevolezza del concetto di libertà, delle sue implicazioni e delle sue conseguenze, specie quando lo si fa in mezzo alla guerra civile.
    L'uomo viene prima di tutto e questa cosa la sanno i partigiani e non i fascisti. Ecco perché questo breve romanzo non potrebbe essere ambientato tra le fila dell'esercito repubblichino: là dentro eri solo un numero e l'unica volontà, l'unica libertà era quella di Mussolini.

    ha scritto il 

  • 5

    La guerra, la terra, una questione privata

    Quando la guerra diventa anche una questione privata, tutto diventa più tragico.
    Nessuno come Fenoglio riesce a mostrare il lato grigio, umido, fangoso, contradditorio, della guerra partigiana. ...continua

    Quando la guerra diventa anche una questione privata, tutto diventa più tragico.
    Nessuno come Fenoglio riesce a mostrare il lato grigio, umido, fangoso, contradditorio, della guerra partigiana.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Sono combattuta, fino a tre quarti di libro non mi sono sentita coinvolta. Che Fenoglio abbia uno stile tutto suo è noto anche ai manuali di linguistica italiana ma a questo punto mi è piaciuto molto ...continua

    Sono combattuta, fino a tre quarti di libro non mi sono sentita coinvolta. Che Fenoglio abbia uno stile tutto suo è noto anche ai manuali di linguistica italiana ma a questo punto mi è piaciuto molto di più La malora. Qui forse si può rivalutare a lettura ultimata il significato generale ma il fatto che sia stato pubblicato postumo ha lasciato me e soprattutto i critici esperti con la sensazione di qualcosa di incompiuto.
    Lo stile è particolare, ci sono descrizioni, tanti dialoghi, tanti pensieri, flashback, il paesaggio ha un ruolo rilevante e la lotta partigiana è protagonista. Troverete scritto sulla quarta di copertina "...forse la più bella tra le storie d'amore possibili e impossibili" ma non vi illudete, perchè questa Fulvia non compare mai, non c'è nessuna storia d'amore vissuta. Si tratta di un amore probabilmente a senso unico ma soprattutto della lotta interiore vissuta da Milton.
    Ovviamente il racconto è un contributo sulla Resistenza, Fenoglio ha il suo stile, ok, ma nessuna scintilla per me se non un brivido alla fine, quello sì. In definitiva mi sono piaciuti gli ultimi capitoli ma poi il libro è finito.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per