Una questione privata - I ventitré giorni della città di Alba

Voto medio di 1364
| 117 contributi totali di cui 106 recensioni , 11 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 11/05/17
Insieme al Partigiano Johnny, Una questione privata viene generalmente considerato il capolavoro di Beppe Fenoglio. Pubblicato postumo nel 1963, a due mesi dalla morte dell’autore, questo romanzo breve consegna ai lettori un’immagine intensa di ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 03/05/17
Imprescindibile
La bellezza delle opere di Fenoglio sta tutta nella lingua usata e nel disincanto con coi parla delle lotte partigiane. Il suo punto di vista è unico e autentico, assolutamente non elegiaco, non mitizzante e non ideologizzato. I suoi personaggi ...Continua
  • 4 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 27/02/17
Letto a metà
Nel senso che ho letto solo Una questione privata, anni fa. Ricordi che mi era piaciuto. Ma devo assolutamente rileggerlo e finire anche I ventitré giorni della città di Alba
Ha scritto il 06/05/16
“Non poteva piú vivere senza sapere e, soprattutto, non poteva morire senza sapere.”
Ha scritto il 22/04/16
Occorre essere attenti, per essere padroni di se stessi occorre essere attenti / Occorre essere attenti, occorre essere attenti / e scegliersi la parte dietro la Linea gotica.

Ha scritto il Jun 25, 2012, 19:41
Se si frega a lungo e fortemente le dita di una mano sul dorso dell'altra e poi si annusa la pelle, l'odore che si sente, quello è l'odore della morte.
Pag. 309
Ha scritto il Jun 25, 2012, 19:40
È che io sapevo il segreto, perché voi siete ancora tutti ragazzi, mentre io ho quarant'anni e ho imparato che la vita è una cosa talmente seria che va presa qualche volta sottogamba altrimenti la tensione ci fa crepare tutti.
Pag. 225
Ha scritto il Jun 25, 2012, 19:37
Per una strada tutta deserta camminavano a cuor leggero; a dispetto del fatto che al paese aveva lasciata solo sua madre vedova, si sentiva figlio di nessuno, e questa è la condizione ideale per fare le due cose veramente gravi e dure per un ...Continua
Pag. 203
Ha scritto il Jun 25, 2012, 19:35
Una parte dei borghesi lasciò la città dicendo ai vicini che andavano a passare un po' di giorni in campagna, e nessuno si ricordò d'obiettare che non era più la stagione.
Pag. 166
Ha scritto il Jun 25, 2012, 19:34
O tu Germania che sei la più forte fatti avanti se ci ha del coraggio, se la repubblica ti lascia il passaggio noi partigiani fermarti saprem!
Pag. 165

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi